in-piazza-contro-la-violenza-sulle-donne
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
5 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
10 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
19 ore

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
20 ore

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
20 ore

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
20 ore

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
20 ore

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
22.11.2021 - 14:51

In piazza contro la violenza sulle donne

Appuntamento giovedì 25 novembre alle 18 in Piazza Grande a Giubiasco

Il collettivo femminista Io ‘I’8 ogni giorno’ invita tutte e tutti a una Manifest-Azione che si terrà giovedì 25 novembre – giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne – in Piazza Grande a Giubiasco a partire dalle 18. “Dall’inizio dell’anno in tutta la Svizzera 25 donne sono state uccise per mano di mariti, partner, ex partner, familiari o conoscenti. Anche in Ticino abbiamo di recente assistito all’ennesimo episodio di tentato femminicidio. I femminicidi sono in aumento rispetto agli scorsi anni e sono percentualmente più frequenti in Svizzera che non in diversi altri paesi europei”, si legge in un comunicato diramato dal collettivo.
Anche gli studi più recenti non lasciano più alcun dubbio sulla portata del fenomeno della violenza maschile sulle donne, nelle sue varie forme: quasi una donna su due in Svizzera è confrontata con episodi di violenza all’interno delle relazioni di coppia.
“È dunque evidente, di fronte a questo allarmante aumento e aggravamento della violenza sulle donne, che le misure messe in atto per prevenire la violenza maschile sulle donne nelle sue varie forme e per proteggere le vittime sono ancora insufficienti. Basta con le politiche di austerità e con il diktat del pareggio di bilancio. Esigiamo che la politica prenda finalmente coscienza dell’emergenza rappresentata dalla violenza sulle donne e che siano aumentate le risorse per contrastare questa guerra quotidiana nei nostri confronti”.

“Basta con il solito refrain delle donne che dovrebbero più spesso denunciare, che altro non è che un tentativo di far ricadere tutta la responsabilità sulle vittime. Tante donne denunciano, ma non ottengono l’ascolto, la protezione e la giustizia cui hanno diritto. Esigiamo lo sviluppo di nuovi servizi e strumenti, dal numero unico per le violenze sulle donne a procedure specifiche all’interno degli ospedali (codice rosa), all’introduzione di un reddito d’emergenza e all’utilizzo di braccialetti elettronici e dispositivi ‘salvavita’ sul modello di quanto già esiste ad esempio in Spagna”, si legge nella nota.

Come collettivo “abbiamo elaborato e raccolto un’ampia lista di rivendicazioni all’interno del nostro Piano d’azione femminista per l’eliminazione della violenza sulle donne, pubblicato la scorsa primavera. E non ci siamo fermate: nelle ultime settimane siamo scese in strada in vari luoghi del cantone per ribadire l’urgenza di misure efficaci. E vogliamo far sentire la nostra voce anche il prossimo 25 novembre, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
donne giubiasco violenza
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved