traffico-all-asilo-di-gnosca-i-genitori-siano-d-esempio
Si punta sulla sensibilizzazione coinvolgendo l'assemblea dei genitori
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
5 ore

Muralto, botte in stazione: commozione celebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è successo nel tardo pomeriggio di oggi: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
9 ore

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
10 ore

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
10 ore

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
10 ore

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
10 ore

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
10 ore

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
Ticino
10 ore

Offerta straordinaria di corsi per bambini non italofoni

L’iniziativa del Decs per i giovani in età di scuola elementare e scuola media per i ragazzi provenienti dall’Ucraina (ma non solo)
Ticino
11 ore

Nel caldo maggio ticinese, occhio a non ‘scottarsi’ con un radar

La Polizia cantonale comunica le località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli elettronici della velocità
Mendrisiotto
12 ore

Chiasso, è lotta alla flavescenza dorata nei vigneti

Il Comune indica che il primo trattamento è da prevedere orientativamente tra il 10 e il 15 giugno
04.01.2021 - 18:47
Aggiornamento : 18.01.2021 - 22:03

Traffico all'asilo di Gnosca, 'i genitori siano d'esempio'

Il Municipio di Bellinzona riconosce l'abuso che alcune persone fanno dei posteggi 'Scendi e Vivi' ma esclude una chiusura al traffico delle strade di accesso

“Il fatto che vi siano ancora famiglie che preferiscono accompagnare regolarmente in auto i propri figli non è certamente legato alla mancanza di possibilità di effettuare i tragitti in sicurezza, ma ad altri fattori su cui, in ragione del fatto che rientrano nella sfera delle libertà personali, il Municipio non può incidere più di tanto oltre a quanto già intrapreso e che con fiducia e convinzione continuerà ad intraprendere. Le scelte di ciascuno in tema di mobilità personale hanno diretto influsso sulla mobilità pubblica: quest’ultima sarà tanto più sostenibile quanto più elevate sono la coscienza e la responsabilità di ognuno. I genitori siano d’esempio”. Risponde così il Municipio di Bellinzona all'interpellanza firmata da Ronnie David e Marco Noi (I Verdi), i quali portavano all'attenzione dell'Esecutivo la situazione del traffico nella zona della scuola dell'infanzia di Gnosca, dove secondo i consiglieri comunali vi sarebbe una “situazione di disagio” dovuta al fatto che alcuni genitori portano i propri figli in automobile fino davanti alla porta della scuola. Premettendo che il fenomeno avviene un po' ovunque – nonostante l'adesione a campagne di sensibilizzazione come ad esempio i parcheggi 'Scendi e Vivi', 'Meglio a piedi' e Pedibus – al Municipio appare però “stupefacente” che tale situazione si registri anche a Gnosca considerata la ridotta realtà urbanistica locale e i brevi tempi di percorrenza a piedi dei percorsi fino a scuola. Per il Municipio non è tanto paradossale che i posteggi 'Scendi e Vivi' (speciali punti di fermata dove i genitori che sono costretti ad usare l’auto per accompagnare o riprendere i figli a scuola possono fare scendere e risalire i bambini in sicurezza) siano posizioni proprio di fronte all'entrata dell'asilo, ma casomai “l'abuso che taluni genitori fanno” di tali posteggi, “interpretandoli (come sembra anche dall'interpellanza stessa) quali normali parcheggi da utilizzare per accompagnare in auto i figli a scuola”.

'Coinvolgeremo l'assemblea dei genitori'

Come già il caso per altre realtà, il Municipio «coinvolgerà ulteriormente l'assemblea dei genitori dell'istituto scolastico di Gnosca nonché l'associazione di quartiere per sensibilizzare i genitori della zona del paese a monte della Cantonale affinché non portino più i bambini con l'auto si organizzino, in alternativa, ad esempio dei pedibus che costituiscono senz'altro ottime risposte al fenomeno”. 

Una possibile soluzione

Sollecitato a varare soluzioni aggiuntive, il Municipio non prevede nell'immediato altre misure per limitare il traffico direttamente a ridosso della scuola dell'infanzia. Esclusa l'idea di una chiusura ai non confinanti e ai servizi a domicilio di via In Fun I Vign e della via Firegn, l'Esecutivo ipotizza tuttavia una modifica della viabilità: sul tratto est della via Firegn, dove sono dislocati i due posteggi 'Scendi e Vivi', per limitare il transito delle auto all'intersezione con via In Fun I Vign “si potrebbe eventualmente imporre l'obbligo di svolta (a sinistra per coloro che abitano sul lato nord e a destra per coloro che abitano sul lato sud) per allontanare il traffico dei residenti verso via Nos”. 

 

 

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
asilo gnosca traffico
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved