cerimonia-di-fine-anno-a-bellinzona-tra-covid-e-speranza
Mario Branda durante la cerimonia dell'anno scorso (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
8 ore

Lega dei Ticinesi, Consiglio esecutivo al completo

Agli eletti in Cds e al Nazionale, si aggiungono Sabrina Aldi, Massimiliano Robbiani, Patrizio Farei e Alessandro Mazzoleni
Locarnese
11 ore

Gordola, ‘Littering: quando si passerà dalle parole ai fatti?’

Con un’interrogazione al Municipio, il Plr chiede se quanto pianificato per combattere il fenomeno sia stato attuato, altrimenti quando
Ticino
11 ore

Referendum sulla giustizia, votano anche gli italiani all’estero

Il plico con il materiale di voto arriverà per posta entro il 25 maggio a tutti gli iscritti alle anagrafi consolari
Ticino
11 ore

È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc

Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Ticino
11 ore

Il futuro energetico al centro dell’assemblea dei fiduciari

I lavori inizieranno domani alle 16 presso Villa Negroni di Vezia, sede dell’istituto di formazione professionale del settore
Locarnese
12 ore

Orselina, i maggiorenni festeggiati dal Municipio

Dopo due anni di attesa, l’esecutivo ha potuto tornare a omaggiare i 18enni del Comune con una visita alla Madonna del Sasso
Luganese
12 ore

Il tempo libero lungo la Tresa

Analizzato da uno studio della Supsi, presentazione a Ponte Tresa
Locarnese
12 ore

Verzasca e Piano, torna la rassegna gastronomica

Dallo scorso 20 maggio, è partita la manifestazione mangereccia dedicata a prodotti locali e piatti della tradizione. Coinvolti undici ristoranti.
Luganese
12 ore

Fienile distrutto dalle fiamme ad Arogno

Le cause del rogo sono per ora sconosciute. Non ci sarebbero feriti o intossicati.
Bellinzonese
13 ore

Malattie genetiche rare, ‘La cucina di Manu’ dona 30mila franchi

La pubblicazione del ricettario in memoria di Manuela Righetti ha permesso di raccogliere l’importante somma per l’Associazione malattie genetiche rare
23.12.2020 - 20:02
Aggiornamento : 27.12.2020 - 15:29

Cerimonia di fine anno a Bellinzona, tra Covid e speranza

Il tradizionale appuntamento si è tenuto senza pubblico e in diretta streaming. Premiati Andrea Fazioli, Mauro Lustrinelli e Antonio Lanzavecchia.

Una serata decisamente particolare, caratterizzata, ovviamente, dalla pandemia di coronavirus, ma anche da un messaggio di speranza. Questa sera si è tenuta la tradizionale cerimonia di fine anno organizzata dalla Città di Bellinzona. Rigorosamente senza pubblico e in diretta streaming dal Teatro sociale a causa delle restrizioni legate al coronavirus. Tre i premiati della serata: ad Andrea Fazioli è andato il premio al merito culturale per la brillante carriera – ampiamente riconosciuta e premiata anche fuori dai confini cantonali – quale scrittore di romanzi e racconti, nonché per l’impegno come giornalista. Mauro Lustrinelli è invece il vincitore del premio miglior sportivo quale riconoscimento per i risultati conseguiti in qualità di allenatore della nazionale Under 21 con la quale è approdato alla fase finale dei campionati europei di categoria previsti l'anno prossimo. Infine, la menzione speciale è andata ad Antonio Lanzavecchia per l’impegno profuso nel campo della ricerca immunologica e in particolare per avere diretto l’Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona dal 2000 al 2020 promuovente questo centro ai più alti livelli internazionale nel settore della ricerca biomedica.

La serata è iniziata con un’esibizione del gruppo musicale Joe Dallas and The Monks, seguito dall'intervento del sindaco Mario Branda: «Malgrado il virus e la situazione particolare, non abbiamo voluto rinunciare a questa cerimonia», ha affermato. È infatti «importante conservare questa tradizione». Branda ha poi espresso la sua vicinanza a chi ha perso una persona cara o a chi, in generale, si trova in difficoltà a causa della pandemia, ma non solo. Ha anche espresso riconoscenza nei confronti del personale sanitario, ma anche a tutti coloro che si sono prodigati per il prossimo. Insomma, è stato un «anno difficile», ma anche contraddistinto dalla «speranza». Speranza che in questo periodo in particolare è rappresentato dal vaccino contro il Covid-19. Il sindaco ha infine augurato a tutti quanti di trascorrere delle festività natalizie serene e di iniziare un felice anno nuovo.

Auguri espressi anche dal presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi che ha invitato la popolazione ad assumere «un comportamento prudente». E ciò sarà uno dei numerosi tasselli per dare una prospettiva al futuro: «Il domani lo costruiamo oggi», ha affermato, esprimendo «profonda vicinanza» a chi ha sofferto per la malattia o per un lutto in famiglia».

Un futuro che tuttavia rimane incerto: tutti stanno cercando di dare delle risposte che «non sempre sono quelle che vorremmo», ha rilevato da parte sua il presidente del Consiglio comunale Luca Madonna, riferendosi in particolare alla difficile situazione in cui si trovano gli esercenti pubblici a causa delle chiusure di bar e ristoranti ordinate dalle autorità. Una situazione nella quale «nessuno deve rimanere indietro», ha detto rivolgendosi alle istituzioni chiamate ad aiutare chi si trova in difficoltà. Anche Madonna ha poi espresso i suoi auguri a tutti, sperando «che il 2021 possa essere un anno di svolta».

È poi toccato ai premiati: tutti si sono detti onorati di essere stati premiati dalla Città di Bellinzona. Fazioli ha sottolineato il suo legame speciale con la città, mentre Lustrinelli si è definito un privilegiato perché è riuscito a fare della sua passione, il calcio, un lavoro. La stessa passione che ha permesso a Lanzavecchia di far diventare l'Irb un punto di riferimento nel suo campo a livello nazionale e internazionale. Un laboratorio che recentemente è riuscito ad isolare un anticorpo delll'ebola, che aiuterà a sconfiggere anche questa malattia.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona cerimonia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved