a-biasca-un-siluro-colpisce-il-municipio-sui-conti-2021
L'Esecutivo in carica dalla primavera 2016 (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
3 min

Strada della Vallemaggia, una storia costellata d’incidenti

Due morti nel giro di una settimana. Su quell’arteria d’asfalto torna l’incubo della lunga scia di decessi degli scorsi decenni
Ticino
3 min

Benzina scontata se paghi in euro, ‘un margine per ridurre c’è’

In alcuni distributori sul confine il prezzo è tornato sotto i 2 franchi al litro, ma bisogna pagare in euro e in contanti. ‘Sleale e insostemibile’
Ticino
8 ore

‘Il lupo ha un impatto su tutta la società’

Il grido d’allarme dei Giovani contadini ticinesi: ‘Il nostro futuro è a rischio! L’autorità reagisca’
Ticino
9 ore

Droni e termocamere per salvare i cuccioli di capriolo

Il sistema per proteggere i piccoli dai pericoli dello sfalcio dei prati è stato messo a punto dal Dt in collaborazione con alcuni agricoltori
Mendrisiotto
9 ore

Mortale Rancate, motociclista e conducente dell’auto indagati

Il procuratore pubblico, Simone Barca, ha aperto un’inchiesta per l’ipotesi d’omicidio colposo. Il motociclista risultato negativo al test dell’alcol
Luganese
10 ore

‘È una conferenza per governi e multinazionali occidentali’

Lo denuncia il Comitato contro la guerra in Ucraina. In serata ci sono state due manifestazioni, una inattesa, in Piazza Dante
Ticino
10 ore

Parto in carcere, la commissione parlamentare verifica

Filippini: ‘Sentiremo detenuta e personale’. Laffranchini: ‘Riteniamo di aver agito correttamente facendo tutto il possibile date le circostanze’
Mendrisiotto
11 ore

Nella Città di Mendrisio i parchi si animano

Fino a settembre in alcune delle aree verdi presenti sul territorio comunale la domenica pomeriggio si gioca e ci si diverte
Luganese
11 ore

Campione d’Italia, le roulette possono continuare a girare

I commissari giudiziali del Tribunale di Como approvano il piano integrativo della casa da gioco a un anno dalla richiesta di concordato
Luganese
12 ore

Sagra della costina a Madonna d’Arla con lo sci club

La manifestazione alla sua 49esima edizione nel castagneto del Pian Piret in programma il 14, 15 e 16 luglio
Luganese
12 ore

Lugano, perdita d’acqua in via Maraini: disagi alla circolazione

Sulla strada si circola su una sola corsia e a senso alternato. La polizia invita a usare l’accesso autostradale di Lugano Nord
Mendrisiotto
12 ore

Mendrisio, tiro sportivo promosso da Pro Militia

Il 16 luglio al Centro sportivo di Penate è in programma il tradizionale evento
Luganese
12 ore

Concerto di Fabri Fibra, Lugano chiude il lungolago

Chiuso alla circolazione veicolare il quai mercoledì sera, da Piazza Castello alla rotonda del Lac
Mendrisiotto
13 ore

Mendrisio, divieto di usare acqua per scopi non domestici

La misura intimata a tutti i quartieri della Città a causa ‘del perdurare di scarsità di precipitazioni e dei forti consumi’
Bellinzonese
14 ore

Feste campestri a Campo Blenio

Tradizionale appuntamento organizzato dallo Sci club Greina, quest’anno in programma sabato 9 e domenica 10 luglio
Luganese
14 ore

A tu per tu con Ceo e allenatore dell’Fc Lugano a Tesserete

Conferenza pubblica giovedì al centro balneare moderata dal giornalista sportivo Giancarlo Dionisio
Gallery
Luganese
14 ore

Conferenza sull’Ucraina: Lugano non blindata, ma semivuota

Senza aperitivi, ma con disagi tutto sommato contenuti. E sopra le teste il ronzio degli elicotteri, che fa da... colonna sonora alla due-giorni
15.12.2020 - 18:00
Aggiornamento: 19:08

A Biasca un siluro colpisce il Municipio sui conti 2021

Dalla Gestione molte critiche sull'incapacità di tenere sotto controllo la spesa corrente e l'evoluzione del personale assicurando la qualità dei servizi

Un’autentica tirata d’orecchie quella che la Commissione Gestione del Consiglio comunale di Biasca fa al Municipio tramite un corposo rapporto di 10 pagine dedicato al preventivo 2021 caratterizzato da un disavanzo di 912mila franchi, di cui la metà dovuto alla contrazione del gettito fiscale a causa della pandemia. Invitando il plenum a votare il messaggio turandosi il naso, la Gestione lamenta in particolare un’imprecisa conduzione finanziaria di vari settori e un insufficiente controllo dell’evoluzione della spesa. Un dato eloquente è quello del moltiplicatore d’imposta, col dato matematico che schizza al 104% salendo di 11 punti in soli due anni e quello politico confermato al 95% (se così vorrà il Legislativo convocato in seduta plenaria il 21 dicembre). A fronte della situazione pandemica e dei costi in più ricaduti sul Comune, la Gestione si attendeva un apposita ‘manovra finanziaria’. Ma l’aspettativa, esordisce il rapporto redatto da Gianni Totti, “è stata smentita dai fatti e dalle parole del sindaco” Loris Galbusera: convocato dai commissari, “non ha esplicitato decisioni significative da parte dell’Esecutivo” da cui “era lecito attendersi un preventivo con una connotazione politica più marcata”. Si attendevano “scelte atte a ridurre le spese di gestione corrente, il deficit e il fabbisogno d’imposta”. In loro assenze, la Gestione avrebbe potuto proporre emendamenti, ma ritiene “responsabilità del Municipio compiere tali scelte”. Volendo evitare di concludere il 2021 con una disavanzo milionario, la commissione sollecita sindaco e colleghi affinché facciano tutto il possibile per mantenere sotto controllo entrate e uscite.

'Messaggio troppo sintetico'

In effetti il messaggio “è troppo sintetico e molte voci non trovano una spiegazione nel testo”. Per alcuni dicasteri viene segnalato un “copia-incolla senza una precisa valutazione dei reali bisogni previsti”. Tanto che “sembra in parte banalizzata l’operazione di preventivo e il dovuto confronto politico sulle cifre sulle scelte soggiacenti”. Quanto poi ai lunghi tempi di risposta municipale alle domande, c’è perplessità “sui meccanismi per arrivarci e sulla consapevolezza e il grado di approfondimento dato all’allestimento del preventivo”. Ciò che spinge la Gestione a ritenersi non sempre messa nelle condizioni di poter operare in modo ottimale, sia per la continua e laboriosa ricerca di informazioni, sia per la mancanza di un supporto amministrativo in assenza del responsabile del settore finanziario”.

A rischio il fieno in cascina

Andando al sodo, la Gestione contesta l’opinione del sindaco secondo cui il disavanzo sarebbe tollerabile considerando il capitale proprio di quasi 11 milioni. Infatti “buona parte del disavanzo” in assenza di correttivi “si manterrà nei prossimi anni e potrà anche aumentare”, con conseguenze sul gettito fiscale “più importanti sul medio termine”. Detto in altri termini, “senza un intervento deciso sulla gestione corrente, peraltro anche auspicato dal piano finanziario, il fieno in cascina finirà molto presto”. Un’operazione “necessaria che è stata più volte rinviata nel corso dell’ultimo lustro e che è ormai divenuta indispensabile”. Viene quindi ricordato che il contributo di livellamento milionario “permette la sopravvivenza del nostro Comune. Nella malaugurata ipotesi che questa misura di solidarietà intercomunale subisca delle modifiche, le finanze comunali si ritroverebbero ancora più in gravi difficoltà”. Da qui la convinzione che l’attenzione dei Comuni ricchi verso le spese compiute dai Comuni ‘poveri’ “deve portare a scelte chiare e ponderate da parte dell'Esecutivo o se del caso del Legislativo”. 

Migliorare il livello sei servizi

Ad attirare in particolare l’attenzione della Gestione sono i servizi, l’organico comunale e i mandati esterni. Se da una parte il Municipio afferma di aver deciso il mantenimento dello stesso livello di servizi, secondo Totti e colleghi “in realtà è mantenuto il livello di spesa, ciò che non comporta necessariamente che tutto sia svolto secondo i criteri di parsimonia ed economicità definiti dalla Legge organica comunale”. Quindi l’affondo: “Con lo stesso volume di spesa, il livello di servizi potrebbe essere migliorato, ad esempio introducendo chiare misure di lavoro e comunicazione: è quindi immaginabile garantire pari servizi con una spesa minore o migliorare i servizi con la stessa spesa”. Sulla qualità dei servizi, la Gestione ritiene auspicabile una regolare verifica della soddisfazione degli utenti e una chiara procedura di evasione delle richieste e delle comunicazioni municipali considerata la frequente segnalazioni di tempi lunghe e risposte assenti.

Troppo tempo per rivedere il Rod

Quanto al personale, da anni vi è un aumento della spesa su cui la Gestione ha chiesto chiarimenti: ma le spiegazioni “si limitano spesso a un generale aumento del carico di lavoro, senza una chiara delimitazione delle mansioni dei nuovi assunti”. In estrema sintesi “permane la sensazione di assenza di una chiara politica del personale e di un’efficace strategia di governance e di conduzione dell’amministrazione”. A questo riguardo s’inserisce la prevista revisione del Regolamento organico dei dipendenti, il cui incarico di un anno affidato nel 2017 a un professionista non è ancora giunto a termine. “Dopo tre anni vi è un’assenza di informazioni e chiarezza sugli intenti che sorprende”, lamenta la Gestione sollecitando una soluzione entro fine legislatura che indichi organigramma, funzioni e compiti dei collaboratori, esponendo anche un tetto al monte salari. Anche perché “è difficile comprendere l’aumento dell'organico accompagnato da una costante aumento dei mandati esterni”. Nelle successive sette pagine la Gestione fa il pelo e il contropelo a ciascun dicastero.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biasca gestione municipio preventivo sotto controllo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved