Bellinzonese
Alla Città dei mestieri le nuove professioni del cinema
Il Conservatorio internazionale di scienze audiovisive (Cisa) spiega l’intelligenza artificiale a Bellinzona
6 ottobre 2020
|

Il Conservatorio internazionale di scienze audiovisive (Cisa) apre il ciclo d’incontri che la Città dei mestieri – situata in viale Stazione a Bellinzona – dedica alle professioni delle Scuole specializzate superiori. Lunedì 12 ottobre, alle 20.30, il professor Edoardo Colombo e il neo-diplomato Mattia Binda terranno una lezione nella quale ripercorreranno la storia degli effetti visivi nel cinema. Si partirà dagli albori della settima arte sino ad arrivare fino alle più recenti applicazioni della digitalizzazione nel mondo della post-produzione cinematografica. La meraviglia tecnica dei 24 fotogrammi al secondo, che ha incantato il pubblico sin dalla fine del XIX secolo, si è evoluta fino al punto di modificare la percezione stessa della realtà, dando forma e corpo all’immaginazione umana. Oggi invece l’immaginazione può evolvere ulteriormente spinta dalle infinite possibilità portate dall’intelligenza artificiale. Tecnologia che è in grado di valutare possibilità, prendere decisioni e proporre risultati, modificando definitivamente il nostro modo d'interpretare la realtà. Nella loro applicazione cinematografica queste nuove possibilità aprono, per registi e spettatori, nuovi scenari. Colombo e Binda introdurranno gli spettatori alle basi di questo cambiamento attraverso una serie di esempi dimostrativi che sfruttano il potenziale delle nuove tecnologie. Una serata da non perdere per gli appassionati di cinema e dei suoi mestieri. Info domenico.lucchini@cisaonline.ch e 091 756 00 90.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE