ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
43 min

Corsi di potatura secca di alberi da frutta

Sabato 10 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Malvaglia e sabato 17 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Stabio
Bellinzonese
46 min

Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese

Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Locarnese
55 min

Museo e atelier Remo Rossi, è ‘BIANCA’ l’idea vincente

Lo studio Buzzi Architetti ha vinto il concorso a inviti per la progettazione di complesso e spazio espositivo dedicati allo scultore morto 40 anni fa
Bellinzonese
57 min

‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’

Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Bellinzonese
57 min

Patriziato di Carasso in assemblea

Giovedì 15 dicembre alle 20.15 nella sala patriziale sarà, fra l’altro, discusso il preventivo 2023 che prevede un avanzo d’esercizio di 260mila franchi
Mendrisiotto
1 ora

Stabio, consegnate le Menzioni comunali 2022

Il Municipio incontra la popolazione per lo scambio di auguri e premia sportivi e cittadini meritevoli. Oltre a un edificio ecosostenibile
Ticino
1 ora

‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’

Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Bellinzonese
1 ora

La ‘Mostra d’arte solidale’ allo Spazio aperto di Bellinzona

L’inaugurazione con musica e rinfresco si terrà domenica 11 dicembre alle 16
Luganese
1 ora

Lugano, dibattito sulla protezione dei diritti umani

Convegno all’Usi, sabato 10 dicembre, per discutere del tema partendo dall’Esame periodico universale dell’Assemblea generale dell’Onu
Bellinzonese
1 ora

Omaggio a più voci a Enrico Della Torre a Camorino

Appuntamento per il 12 dicembre alle 19 al centro culturale Areapangeart
09.09.2020 - 17:29

Antenna al Campo Tencia, due opposizioni valmaggesi

Dopo la Fondazione per la tutela del paesaggio si schierano anche il Patriziato di Prato Vallemaggia e il Municipio di Lavizzara

antenna-al-campo-tencia-due-opposizioni-valmaggesi
Il Pizzo Campo Tencia

Anche il Patriziato di Prato Vallemaggia e il Municipio di Lavizzara si oppongono alla posa di un'antenna radiodirezionale sul massiccio del Campo Tencia, in un'area situata in territorio di Faido. Area che confina con terreni di competenza valmaggese. L'opposizione si aggiunge a quella già inoltrata dalla Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio, come pubblicato dalla 'Regione' il 4 settembre. In apertura i due enti valmaggesi fanno leva sull'aspetto formale della lingua inglese e tedesca utilizzata dall'istante (la società ginevrina Mc Kay Brothers che intende offrire a propri clienti un collegamento di rete con i grandi centri delle borse europee) nell’importante documentazione tecnica allegata alla domanda di costruzione: “In un Cantone la cui lingua ufficiale è l’italiano, l’obiettivo della pubblicazione – ossia informare chiunque possa rivendicare un fondato interesse e avvisare la popolazione su un progetto importante che ha un impatto considerevole sull’opinione pubblica – non può dirsi raggiunto”, si legge in un comunicato. 

'Non siamo stati contattati'

L’antenna è prevista sul mappale 1632 di proprietà del Patriziato di Gribbio, piccolo villaggio situato fra Chironico e Dalpe, nelle immediate vicinanze della proprietà del Patriziale di Prato Vallemaggia: “Considerata l’importanza dell’opera, già peraltro ravvisata a suo tempo dal Comune di Faido, i promotori avrebbero dovuto contattare direttamente Patriziato di Prato e Comune di Lavizzara, ciò che non è stato fatto”. A nessuno dei due è giunta un’informazione precisa, malgrado s'intenda installare un’antenna a pochi metri dal confine. “Ciò non è ritenuto accettabile pensando anche alla fase di costruzione, in cui è quantomeno prevedibile che il cantiere interesserà le proprietà della giurisdizione dei due enti locali, rischiando anzi di superare il limite”.

'Segnerà indelebilmente il paesaggio alpino'

Quanto all'aspetto paesaggistico, l’antenna “segnerà indelebilmente, e verosimilmente per vari decenni, il territorio alpino incontaminato, patrimonio di tutti, in una regione oltretutto di grande interesse escursionistico”. E che dire dell’inquinamento elettromagnetico generato: “Non ancora sufficientemente approfondito dalle competenti autorità (come dimostrano le resistenze da parte di alcuni Cantoni alle nuove tecnologie impiegate dalla telefonia mobile) interesserà evidentemente alla pari i due versanti della montagna”.

'Nicchia privilegiata di speculatori'

Da parte dei promotori l’ubicazione scelta è ritenuta l’unica possibile: “La conclusione, che non possiamo condividere, ci porta inevitabilmente a esprimere dei dubbi sulle finalità dell’operazione, chiaramente indicata nella documentazione allegata, in linea con gli scopi dell’istante. Si vuole, come si capisce dalla relazione tecnica in inglese e tedesco, mettere in rete trader dei centri mondiali da Mumbai a Londra (e per essi una nicchia privilegiata di speculatori?) con un’innovativa tecnologia telematica al servizio dei mercati finanziari, che permette lo scambio di un alto numero d'informazioni a grande intensità”. Patriziato e Comune si sarebbero aspettati che l’installazione potesse in un qualche modo servire anche alla popolazione locale: “Ma di questo nulla di che, stando a
quanto ci è dato sapere”.

Leggi anche:

Giù le mani dal Campo Tencia! Opposizione contro un'antenna

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved