laRegione
Nuovo abbonamento
il-pappagallo-loreto-e-ancora-al-bar-della-birreria-haas
ULTIME NOTIZIE Cantone
foto
Luganese
14 min

Quattro veicoli in fiamme a Gandria, un arresto

Poco dopo l'una di notte le guardie di confine sono intervenute per spegnere un principio d'incendio. Arrestato un 24enne italiano, si teme il dolo
Locarnese
24 min

Aeroporto, 'luci' della pista accese correttamente

La risposta dei responsabili dello scalo alle affermazioni, critiche, contenute nell'interpellanza del consigliere nazionale Bruno Storni al Consiglio federale
Luganese
2 ore

Giorno 9, la tappa più breve ma tabella di marcia 'messa bene'

Per Soccorso Cresta e il figlio Gabriele percorsi sotto un gran caldo 41,68 chilometri fra Rimini e Pesaro.
Mendrisiotto
5 ore

InterCity, il Mendrisiotto fuori gioco fin dal 2009

L'Ufficio federale dei trasporti risponde alle rivendicazioni del Distretto: 'Tocca al Cantone cambiare idea, inserendo la regione fra gli agglomerati da collegare'
Ticino
5 ore

'Lega identitaria, non a rimorchio dell'Udc'

Chiesa verso la presidenza democentrista, Foletti:'Area di destra rafforzata'. Quadri: 'Il nostro futuro dipende solo da noi'. Censi: 'Occhio alla nostra storia'
Luganese
5 ore

Stelle cadenti, l'Osservatorio del Lema anticipa San Lorenzo

All'Osservatorio astronomico questa sera l'associazione Le Pleiadi apre la possibilità di gettare uno sguardo al firmamento e alla costellazione di Perseo
Ticino
15 ore

Andrea Pronzini capo del Centro di formazione di polizia

Coordinerà le attività di selezione dei candidati aspiranti agenti. Subentra a Manuela Romanelli Nicoli
Luganese
16 ore

Gandria e Morcote, aumentano le corse in battello

La Società di navigazione ha potenziato l'offerta pomeridiana
Bellinzonese
16 ore

Nessun complotto: costrinse la figliastra a fare sesso

La Corte di appello conferma la sentenza emessa in primo grado: il 69enne della regione è colpevole di violenza carnale. Dovrà scontare cinque anni di carcere.
Luganese
17 ore

Tram Treno, le associazioni ambientaliste: si deve fare di più

I tre sodalizi chiedono al progetto del Dipartimento del territorio: riassetto dello snodo di Cavezzolo e mantenimento della linea di collina
Luganese
17 ore

I City Angels di Lugano distribuiranno 4000 mascherine gratis

Iniziativa di aiuto per combattere la pandemia, grazie al sostegno di due società ticinesi
Bellinzonese
06.12.2019 - 06:000
Aggiornamento : 13.12.2019 - 10:48

Il pappagallo Loreto è ancora al bar della Birreria Haas

Una decisione di esplusione era già stata presa nel 2005 per motivi d’igiene. Ora è intervenuto l'Ufficio del veterinario cantonale dopo una segnalazione

Di lui si è parlato e scritto già una quindicina di anni fa, quando nel 2005 era stato espulso dal locale in cui viveva – la Birreria Haas di Bellinzona – per motivi d’igiene. La decisione che era stata presa dai funzionari cantonali competenti in materia non era andata giù al deputato leghista Silvano Bergonzoli, che aveva interrogato il Consiglio di Stato sull’accaduto. Parliamo di Loreto, un pappagallo cenerino con coda rossa che torna a far parlare di sé. Il motivo è una segnalazione giunta all’Ufficio del veterinario cantonale (Uvc) dopo che, stando a nostre informazioni, l’uccello è stato visto muoversi liberamente nel locale pubblico durante una tipica serata del weekend (con musica e karaoke).

Decisione amministrativa

L’Uvc conferma di aver ricevuto la segnalazione che ha portato a una decisione amministrativa: ora la proprietaria ha del tempo a disposizione per colmare le lacune riscontrate. Per fare luce su quali siano le indicazioni legali che si applicano ai detentori di questa specie, abbiamo contattato il veterinario cantonale Luca Bacciarini. «Una detenzione adeguata si prefigge lo scopo di garantire il benessere dell’animale e di rispettare la sua dignità», spiega alla ‘Regione’. In particolare, sottolinea, non devono essere turbate le esigenze comportamentali legate alla specie, così come le funzioni corporee e la capacità di adattamento. In generale «l’allestimento del parco e l’ambiente circostante sono dunque requisiti fondamentali per una tenuta conforme di qualunque specie animale». Tali requisiti sono disciplinati dalla Legge (LPAn) e dall’Ordinanza federale sulla protezione degli animali (OPAn), la cui applicazione è di competenza dell’Uvc. «Nel caso di una detenzione di un animale all’interno di un esercizio pubblico, si applicano anche molti altri atti normativi di competenza di altre autorità cantonali e comunali», aggiunge Bacciarini.

‘L’animale deve poter riposare’

Per quanto riguarda l’ambiente in cui è tenuto l’animale, Bacciarini sottolinea che «deve essere adeguato alle sue esigenze biologiche, fisiologiche, e comportamentali. Deve essere assicurato un apporto costante di aria fresca, senza la presenza di correnti d’aria e di vapori tossici che potrebbero comprometterne lo stato di salute. Il locale deve inoltre essere illuminato prevalentemente con luce naturale. Va da se che un animale diurno debba poter riposare indisturbato durante le ore serali e notturne». Ecco perché, continua il veterinario cantonale, «la tenuta di un pappagallo in esercizio pubblico aperto pure la sera è problematica». È anche previsto che i rumori presenti non siano eccessivi né protratti per lunghi periodi (art. 12 OPAn).

Voliera adatta e anche... la giusta compagnia

Per quanto concerne le dimensioni della voliera, l’Ordinanza federale sulla protezione animali disciplina per uccelli come i pappagalli cenerini, una superficie minima di 0,7 m2 e un volume di 0,84 m3. «Si tratta di dimensioni minime. Una tenuta adeguata e rispettosa del benessere animale richiede voliere di dimensioni ben maggiori, nelle quali gli uccelli possano volare», sottolinea Bacciarini, che aggiunge: «La voliera deve inoltre essere arredata in modo da stimolare l’animale. Oltre ad acqua e alimenti consoni alla specie (i nostri scarti alimentari non sono infatti adatti), completati da sabbia per uccelli, come graniglia per la digestione, pietre calcaree o ossi di seppia, occorre anche mettere a disposizione rami naturali di vario spessore non trattati e atossici, affinché gli animali possano rosicchiare, arrampicarsi, nascondersi». Un altro punto cardine della legislazione federale è il fatto che gli uccelli appartenenti alle cosiddette specie sociali devono avere contatti con animali della stessa specie. «È quindi evidente che la tenuta singola (come nel caso di Loreto, ndr.), non è ammessa», dice Bacciarini.

© Regiopress, All rights reserved