la-citta-di-bellinzona-diventa-mamma-dei-castelli
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
44 sec

E la Coop di Breganzona sarà ampliata e rinnovata

Inoltrata la domanda di costruzione alla Città di Lugano. La ristrutturazione sarà conclusa entro la prossima primavera. Sul tetto impianto fotovoltaico
Speciale ucraina
LIVE

‘La Russia sta attaccando i valori di tutti i Paesi democratici’

Il presidente ucraino Zelensky interviene all’inaugurazione dell’Ukraine recovery conference di Lugano. Segui qui il live della conferenza stampa
Locarnese
33 min

Cascina distrutta dalle fiamme sull’Alpe di Neggia

La costruzione, secondo le prime frammentarie informazioni, sarebbe stata colpita da un fulmine, incendiandosi
Bellinzonese
1 ora

Biasca, aperto il concorso per progettare la casa anziani

La nuova casa di riposo rappresenta la seconda tappa del progetto comprendente anche la realizzazione di stabili scolastici nel comparto Bosciorina
Luganese
1 ora

Nato un bimbo al carcere Farera

È la prima volta che una donna partorisce in una struttura carceraria ticinese
Luganese
1 ora

Assistenti di farmacia, consegnati 37 nuovi diplomi

Cerimonia di consegna degli attestati federale di capacità a Lugano. Ospite, il direttore del Dss, Raffaele De Rosa
Locarnese
2 ore

Brissago, alla Hildebrand un ambulatorio per il long-covid

La clinica metterà a disposizione personale specializzato e conoscenze per il percorso riabilitativo dei pazienti toccati dai postumi della pandemia
Locarnese
2 ore

Verzasca, i 105 anni di Aurelio Gnesa

Storico traguardo per il decano della Valle, festeggiato lunedì corso dalle autorità comunali e dei familiari
Mendrisiotto
3 ore

Riva San Vitale, il Fc si riunisce in assemblea

I lavori si terranno mercoledì 13 luglio nella sala patriziale Al Torchio, con inizio alle 20.15
Locarnese
3 ore

Alba, in attesa di risposte da Berna si compattano i ranghi

L’Associazione che si batte a difesa dell’Aeroporto cantonale di Locarno ha pronto un suo Consiglio strategico
25.11.2019 - 21:16
Aggiornamento: 23:05

La Città di Bellinzona diventa mamma dei Castelli

Via libera del Consiglio comunale alla nuova convenzione con il Cantone per la loro gestione. Bocciato l'emendamento del consigliere leghista Deraita

Dettagli rossi per solidarizzare e denunciare la violenza contro le donne. L’iniziativa del gruppo Unità di Sinistra ha colorato i banchi del Consiglio comunale di Bellinzona (Cc) riunitosi questa sera in concomitanza con la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne; occasione per la consigliera Ps Lisa Boscolo di consegnare una mozione sul tema e di riflettere sulle 24 donne uccise lo scorso anno in Svizzera e simboleggiate da una sedia con nastro rosso posta davanti al Municipio.

Convenzione a due, non più a tre

Un altro tipo di rosso, questa volta legato agli scoperti finanziari, ha portato invece sui tavoli del Legislativo la nuova convenzione sulla gestione dei tre Castelli patrimonio Unesco – chiamati la “Fortezza di Bellinzona” – approvata ieri sera con 44 voti favorevoli, cinque contrari e due astenuti. A seguito del buco di 580mila franchi venuto alla scoperto lo scorso anno, ricordiamo, è stato proposto un accordo non più a tre, bensì a due parti tra il proprietario (Cantone) e la Città, che diventa responsabile della loro gestione. Se formalmente questa è la principale differenza, in pratica l’Organizzazione turistica regionale (Otr) Bellinzonese e Alto Ticino continuerà a occuparsi di quello che faceva finora tramite l’assegnazione di compiti operativi. “Una visione nuova, dinamica e ottimamente strutturata, senza possibili sorprese”, l’ha definita a nome del gruppo Plr Tiziano Zanetti.

In caso di perdite, ricadranno sulle casse comunali

A opporsi invece cinque consiglieri del gruppo Lega-Udc-Indipendenti, il cui rappresentante Giulio Deraita ha proposto un emendamento (sostenuto solo da 7 consiglieri) sulla suddivisione delle eventuali perdite nella gestione. Se da una parte i guadagni vengono condivisi tra i tre enti che hanno coperto il “buco” lo scorso anno, ha fatto notare Deraita, la nuova convenzione prevede che eventuali perdite se le sobbarchi tutte la Città. Nel doppio ruolo di relatrice del rapporto della Commissione della Gestione che sosteneva il messaggio e di capogruppo, la leghista Lelia Guscio ha ricordato che è stato il suo partito a portare alla luce i problemi finanziari accumulati negli anni dalla precedente gestione in mano all’ente turistico.

Info point in arrivo in piazza Collegiata

La convenzione – si legge nel rapporto commissionale in cui viene sottolineato che si tratta di una soluzione transitoria di massimo 5 anni in attesa dell’implementazione del progetto di rilancio – dimostra che la Città vuole fungere da leader nella loro gestione e vigilanza. Un cambiamento che non modifica i contributi cantonali ma che di fatto scioglie la Commissione tripartita criticata a causa dello scoperto: dal 2020 un gruppo di lavoro comunale e il Municipio avalleranno le decisioni importanti. “I Castelli meritano la nostra attenzione e di essere valorizzati dalla Città”, ha detto il sindaco Mario Branda. spiegando che il Municipio è consapevole della responsabilità a cui va incontro. E, ha aggiunto, una volta ripagati i crediti versati per sanare il buco, gli utili saranno a disposizione per la loro valorizzazione, che prevede anche l’apertura di un infocentro nello stabile Banca Stato in piazza Collegiata.

Leggi anche:

‘C’è Luisa?’, progetto per contrastare le molestie nei locali

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved