tornano-le-note-del-festival-antegnati
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 ore

In Val Onsernone brucia il Pizzo della Croce

L’allarme è stato lanciato poco dopo le 11.40. Il rogo sarebbe stato innescato da un fulmine abbattutosi qualche giorno fa.
Bellinzonese
2 ore

A Giumello una stagione alpestre secca e complicata

Anche il fiore all’occhiello dell’Istituto agrario cantonale di Mezzana soffre la siccità: produzione di formaggio ridotta di un quarto
Bellinzonese
2 ore

Dalpe, il 6774 Festival in una due giorni di... impatto

Dalle bancarelle alla gastronomia, dalla musica al ballo, sui prati della sciovia Bedrina sabato 20 e domenica 21 agosto
Locarnese
3 ore

‘Vin Pan salam’ compie 25 anni

Torna, da giovedì 18 fino a domenica 21 agosto, la sagra sul lungolago a base di musica e gastronomia locale
Locarnese
3 ore

Lancio del sasso ad Ascona, un’edizione di alto livello tecnico

Record battuti sia nella categoria femminile sia in quella maschile. L’ambito titolo di campione e campionessa ticinesi va a Urs Hasler e a Corina Mettler
Locarnese
4 ore

A Ronco s/Ascona si degusta risotto

La cena è prevista per sabato 20 agosto a partire dalle 19 in piazza del Semitori
Ticino
4 ore

Milano, nel 2021 un pieno di multe stradali

È la città d’Italia con i maggiori introiti: 102,6 milioni di euro, di cui quasi 13 solo dall’autovelox (nel quale incappano anche non pochi ticinesi)
Locarnese
4 ore

Alla Biblioteca di Locarno si parla di viaggi ed ecologia

All’evento, previsto per mercoledì 17 agosto alle 18.15 nella corte di Palazzo Morettini, interverranno gli scrittori Andrea Bertagni e Sabrina Caregnato
04.05.2019 - 14:50
a cura de laRegione

Tornano le note del Festival Antegnati

Ricco e variato il programma della 20esima edizione della rassegna organistica. Si comincia domani in Chiesa Collegiata con Francesco Cera.

Sono passati oltre 430 anni da quando il bresciano Graziano Antegnati, uno dei più brillanti esperti del settore del suo tempo, costruì l’organo della chiesa Collegiata di Bellinzona. Una perla preziosa, resa nuovamente lucente col complesso lavoro di ripristino promosso dall’associazione Amici dell’organo Antegnati. Era il 1999, anno in cui l’associazione si prefissò l’obiettivo di diffondere la conoscenza dello strumento attraverso eventi musicali. E pure quest’anno echeggeranno le note, sempre nell’ambito del Festival organistico Antegnati Bellinzona, giunto alla 20esima edizione.

La programmazione della rassegna 2019 vedrà impegnati artisti di diverse nazionalità, e per la prima volta ospiterà gli allievi della Scuola universitaria di musica del Conservatorio della Svizzera italiana. Il Festival si presenta con quattro appuntamenti previsti nelle domeniche di maggio, sempre alle ore 17. I primi due saranno proprio in Collegiata, con l’organista italiano Francesco Cera (domani, domenica 5) e la francese Anne-Gaëlle Chanon (domenica 12).

Per il terzo anno, nel Festival sono inclusi altri validi strumenti delle chiese di Bellinzona. Quest’anno toccherà a quella di San Biagio di Ravecchia dove, domenica 19, si esibirà l’ensemble strumentale barocco Les Goûts Réunis, composto da allievi del Conservatorio. Sarà teatro di un concerto pure la chiesa di Santa Maria Assunta di Giubiasco dove, domenica 26, ci sarà l’organista belga Etienne Walhain.

Oltre al programma principale di maggio, il 20 ottobre sarà la volta di Stefano Molardi, organista, clavicembalista, direttore e musicologo cremonese che suonerà in Collegiata. Il concerto è promosso in collaborazione con la rassegna Cantar di Pietre. Lo stesso Molardi dirigerà gli allievi del Conservatorio il 19 maggio. La programmazione del Festival si concluderà il 2 novembre quando, sempre in Collegiata, si esibiranno I Cantori di Marostica (Italia) insieme alla Corale Juventus di Bellinzona e alla Cantoria di Giubiasco. Un concerto che avverrà nell’ambito della rassegna Incontri Corali, nata per ospitare realtà corali attive nell’ambito della musica sacra.

Il 24 ottobre il Festival Antegnati ha inoltre in programma l’evento Kinder Antegnati, riservato agli allievi delle scuole elementari. Per loro sarà l’occasione per conoscere lo storico strumento della Collegiata attraverso la versione organistica della fiaba musicale Pierino e il lupo.

L’entrata ai concerti del Festival sarà gratuita. Ulteriori informazioni sul sito www.festivalantegnatibellinzona.org

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved