laRegione
Nuovo abbonamento
dipendenze-apre-laboratorio21
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
6 ore

In piscina a Chiasso si torna a staccare il biglietto

Da Ferragosto il Municipio allenta le disposizioni. Per un tuffo non ci vorrà solo l'abbonamento. Misura che aveva escluso i ragazzini meno fortunati
Locarnese
9 ore

Borgnone, la festa dei patrizi non si fa

Annullata per Covid-19. Previste, invece, le giornate di volontariato
Locarnese
9 ore

Ascona, Campionato ticinese del lancio del sasso

L'edizione 2020 della manifestazione si terrà sul lungolago, in Piazzale Elvezia
Mendrisiotto
9 ore

Raccolta carta a Castel San Pietro grazie agli Esploratori

Sabato si dà appuntamento di buon mattino al magazzino comunale. Niente giro
Locarnese
9 ore

Verzasca, sul sentiero delle leggende

Due nuove sculture in legno per un percorso fantastico con merenda nella casetta della strega
Luganese
10 ore

Interventi di conservazione per la Masseria Reali di Cadro

Il Municipio di Lugano sottoscrive la richiesta di un credito di 320mila franchi per lo storico edificio protetto a livello locale.
Mendrisiotto
10 ore

Treni InterCity, il Mendrisiotto rilancia con un'altra petizione

Dopo il veto delle Ffs alle richieste del Distretto, è il deputato Massimilino Robbiani a chiamare a raccolta i cittadini
Luganese
10 ore

Per Besso la Posta opta per un partenariato alla stazione

Collaborazione con la Farmacia della Stazione quale sede della regione Lugano 3.
Luganese
10 ore

Radiografia delle strutture e delle associazioni sportive

L’Ente regionale per lo sviluppo e la Città di Lugano (in particolare la Divisione Sport) hanno dato avvio all’inventario.
Ticino
11 ore

Problemi all'antenna dell'Mpc, 'quali conseguenze per il Ticino?'

Fonio (Ppd) e Bignasca (Lega) interrogano il Consiglio di Stato alla luce delle recenti notizie su presunti episodi di mobbing nella sede luganese
Luganese
11 ore

Un secolo, e non sentirlo, per Oscar Remonda

Il neo centenario è stato festeggiato nella sua abitazione di Viganello dal sindaco di Lugano Marco Borradori.
Arbedo-Castione
27.03.2018 - 06:000

Dipendenze, apre Laboratorio21

Avviato progetto cantonale triennale per persone con problemi di tossicodipendenza. Si propongono attività di cucina, orticoltura e lavanderia.

Cucinare insieme, coltivare un orto, giocare una partita al pallone e discutere di difficoltà comuni. Sono alcune delle attività proposte da Laboratorio21, un nuovo servizio che accoglie persone da tutto il cantone con problemi di dipendenza da sostanze psicoattive. Il centro sarà operativo da martedì 3 aprile, in via Stazione 21 ad Arbedo-Castione, all’interno di un magazzino industriale nei pressi della stazione ferroviaria. Si tratta di un progetto pilota triennale che opera sulla base di un mandato del Cantone. Laboratorio21 è parte integrante del più ampio Servizio per le dipendenze da sostanze di Comunità familiare, il quale comprende le attività ambulatoriali, le attività del Centro di competenza di Antenna Icaro di Bellinzona e Muralto e le attività di sostegno abitativo. «Al centro della nostra attenzione ci sono gli utenti, che spesso vivono nella penombra, ai margini della società», evidenzia Martin Hilfiker, da gennaio direttore del nuovo servizio per le dipendenze da sostanze di Comunità familiare. «Attorno a loro lavora una rete di professionisti che s’impegna nella realizzazione di un programma personalizzato, cucito su misura, fatto di piccoli passi quotidiani. La mia precedente esperienza nella realizzazione di progetti e start-up contribuirà alla rinascita di questo importante lavoro di squadra», rileva Hilfiker. Nel nuovo laboratorio, una volta a regime, sono attesi circa 200 utenti all’anno, che con presenze e orari differenziati e per periodi più o meno lunghi, si alterneranno dal lunedì al venerdì. Mentre gli operatori che ci lavoreranno saranno sei. «Laboratorio21 è una novità assoluta sul territorio cantonale», osserva Hilfiker. Il direttore ci spiega che si tratta dell’unica struttura in Ticino che propone un laboratorio multidisciplinare diurno che accoglie persone con problemi di tossicodipendenza.

Programma personalizzato

Per iniziare si proporranno tre attività: un laboratorio di cucina, di orticoltura e lavanderia. Gli utenti stessi cucineranno per gli altri partecipanti del laboratorio e prepareranno anche i pasti per le due antenne di Comunità familiare. Queste ultime infatti, una volta a settimana circa, offrono un pranzo ai propri utenti di Muralto e Bellinzona. «Per ora ci concentriamo su queste tre attività, poi valuteremo se aggiungerne altre, ma molto dipenderà dalle esigenze degli utenti», spiega Hilfiker. «Abbiamo scelto delle attività semplici e si concorderà con gli utenti stessi, nel loro contratto d’ingresso, in base alle loro disponibilità e capacità, quale sarà la loro frequenza. Per ognuno il programma sarà concordato in partenza e fatto su misura», aggiunge.

Lotta contro l’emarginazione

Con quanto proposto in laboratorio si intende lottare anche contro l’emarginazione sociale delle persone che soffrono di dipendenza da sostanze, principalmente droghe, ma spesso combinate anche ad alcol. Nella struttura si intende offrire un’esperienza lavorativa che possa aiutare a riscoprire una dimensione sociale in molti casi trascurata. L’offerta sarà inoltre completata da attività sportive e da gruppi di discussione tematica.
Il mondo delle tossicodipendenze è in continuo cambiamento e le esigenze sono fortemente mutate nel corso degli ultimi anni. Laboratorio21 vuole rispondere all’attuale bisogno di creare un progetto multidisciplinare diurno che possa avvalersi di un ambulatorio con operatori sociali altamente qualificati, di un servizio di seguito domiciliare di un centro di competenza che, con il contributo di medici e infermieri, possa dare il necessario supporto. «Il servizio per le dipendenze da sostanze sarà attento, anche in futuro, a dare pronte risposte», conclude Hilfiker.

© Regiopress, All rights reserved