Ti-Press/Crivelli
Bellinzonese
19.01.2018 - 06:000

Grazie al fotovoltaico si aiuta il Von Mentlen

L'iniziativa dell'Azienda multiservizi di Bellinzona rientra nell'ambito del progetto 'Sole per tutti'

Non tutti possono installare sul tetto della propria abitazione dei pannelli solari. Essere in affitto, abitare in una zona poco soleggiata, disporre di un tetto con una conformazione non idonea oppure non potersi permettere un investimento significativo: anche solo uno di questi elementi impedirebbe di fare il passo verso l’energia rinnovabile. Perciò dal 2011 le Aziende municipalizzate di Bellinzona (Amb) – dallo scorso 1° gennaio diventato un ente autonomo con il nome Azienda multiservizi – grazie al progetto ‘Sole per tutti’ danno la possibilità agli utenti di acquistare una o più quote dei vasti impianti fotovoltaici realizzati su edifici pubblici e privati. Si va dallo stabile amministrativo 3 a Bellinzona ad alcune scuole della regione, fino alla sede Gucci di Sant’Antonino (che ospita quello più grande del Ticino, realizzato in collaborazione con Aet). L’ultimo impianto realizzato dall’Amb si trova sul tetto delle scuole dell’Istituto Von Mentlen, nei pressi dell’ospedale San Giovanni. «Da un paio d’anni ci siamo attivati per contribuire ad abbassare l’inquinamento atmosferico derivato dalla produzione di energia elettrica e di calore», spiega il direttore del centro educativo per minorenni Vito Lo Russo. Dopo essersi allacciati alla rete di teleriscaldamento, il passo successivo è stato il fotovoltaico. Una novità che verrà condivisa con chiunque sia interessato ad acquistare quote. Tre gli aspetti positivi per l’utente che sceglie di investire in quest’operazione: inquinare di meno, avere uno sconto sulla bolletta dell’elettricità e dare una mano all’istituto che è presente a Bellinzona da 107 anni e che ha accolto circa 4’000 giovani. L’Amb s’impegna infatti a devolvere il 15% degli incassi di tali quote all’istituto: il primo acquirente, lo ha annunciato ieri in conferenza stampa, è proprio il direttore Lo Russo.

Per la Fondazione che gestisce il Von Mentlen ciò si traduce in entrate extra da utilizzare per finanziare alcune attività. Ma non solo. «Va sottolineato anche l’aspetto educativo di questo progetto. Studenti e visitatori potranno inoltre leggere dati aggiornati su produzione e consumo sullo schermo appeso all’entrata», continua Lo Russo. I pannelli posati sul tetto del Von Mentlen sono 240, per una produzione annua stimata in 72’000 kWh corrispondenti a 72 quote.

Nuovo logo per l’Amb

Quella di ieri è stata la prima ‘uscita pubblica’ dell’Azienda multiservizi, come sottolinea il capodicastero Andrea Bersani presentando il nuovo logo dell’Amb elaborato dallo studio Variante Agenzia Creativa di Bellinzona, che prende ispirazione dal logo della Città. Al di là del cambiamento strutturale e del rebranding, «la strategia non cambia», assicura Bersani, spiegando che l’ente autonomo continuerà a puntare sulle energie rinnovabili e sull’abbandono del nucleare. Una strategia che piace, come dimostrato dal direttore dell’Amb Mauro Suà fornendo alcune cifre. Ad esempio il progetto ‘Sole per tutti’ – nel 2011 una prima a livello svizzero – ha venduto un migliaio di quote e il modello è stato esportato anche oltre Gottardo, così come nel resto del Ticino. Ecco come funziona: ogni cliente può acquistare una quota (o più) per la durata di 10 o 20 anni che costa una tantum 3’200 franchi (più quote si acquistano, meno costa la singola unità). Ciò si traduce in uno sconto sulla bolletta in base a quanto prodotto dalla propria parte dell’impianto. Un’altra iniziativa Amb di successo è la possibilità di ricevere degli incentivi per l’acquisto di bici elettriche: quelli previsti per il 2018 sono già esauriti.

© Regiopress, All rights reserved