Valerio Salvi capo dell'Ufficio del Registro fondiario federale della Divisione della giustizia

Ticino
6.12.2017, 16:162017-12-06 16:16:20
@laRegione
@laRegione

Valerio Salvi capo dell'Ufficio del Registro fondiario federale della Divisione della giustizia

Allegati

Nella seduta di oggi, il Consiglio di Stato ha nominato Valerio Salvi quale
 capo dell’Ufficio del registro fondiario federale della Divisione della giustizia.
Una nomina che s’inserisce nella riorganizzazione generale del Settore del registro
fondiario e di commercio, approvata dal Consiglio di Stato lo scorso luglio.
Attinente di Blenio e domiciliato a Gambarogno, Valerio Salvi ricopre
attualmente la funzione di caposervizio presso l’Ufficio del registro fondiario federale.
Classe 1963, coniugato e padre di 2 figli, ha conseguito l’attestato federale di capacità
quale impiegato di commercio. A livello professionale, dopo aver svolto un’esperienza in
ambito bancario, nel 1996 è entrato alle dipendenze dell’Amministrazione cantonale,
nella quale ha operato all’interno dell’Ufficio del registro fondiario e della Sezione della
circolazione del Dipartimento delle istituzioni.
In veste di Capoufficio, Valerio Salvi – che negli ultimi mesi ha già assicurato ad
interim la direzione dell’Ufficio – condurrà l’attività dell’Ufficio del registro fondiario
federale, che consiste principalmente nell’introduzione del registro fondiario federale,
ossia il passaggio dal registro fondiario provvisorio (retto dalla legislazione cantonale), al
registro fondiario definitivo (retto dal diritto federale e con pieno effetto di pubblica fede).
Un’importante attività di cui beneficiano direttamente in particolare i Comuni. Nello
specifico, ad oggi su 115 Comuni ticinesi 87 dispongono dell’intero territorio in regime di
registro fondiario federale e 25 con parte del territorio. Per 3 Comuni interi e 41 parti di
Comuni nei prossimi anni dovrà quindi essere completato il registro fondiario definitivo.
La nomina odierna s’inserisce nella riorganizzazione generale del Settore del registro
fondiario e di commercio, oggetto di un recente messaggio governativo attualmente al
vaglio del Parlamento (cfr. Messaggio n. 7372). Una riorganizzazione che prevede la
creazione della Sezione dei registri, alla quale sarà subordinato l’Ufficio del registro
fondiario federale, unitamente agli Uffici dei registri e all’Ufficio del registro di commercio.
Il Governo coglie dunque l’occasione per formulare a Valerio Salvi i migliori
auguri per questa nuova sfida professionale in seno all’Amministrazione cantonale.