Luganese
Oggi, 11:152014-11-26 11:15:00
Elena Spoerl @laRegione

Lavori 'fuori zona'

Torniamo sulla strada privata problematica a Davesco (cfr. ‘laRegione’ di ieri). Ripercorriamo dapprima la storia della villa in questione, che sorge proprio sopra la strada, al bordo di un’ampia...

Torniamo sulla strada privata problematica a Davesco (cfr. ‘laRegione’ di ieri). Ripercorriamo dapprima la storia della villa in questione, che sorge proprio sopra la strada, al bordo di un’ampia proprietà – oltre 57mila mq di terreno, tra agricolo e boschivo – ed è stata costruita (licenza edilizia del 2011) dopo l’abbattimento della precedente casa. Quest’ultima era stata edificata attorno agli anni Sessanta in luogo di un’antica masseria e su un terreno non edificabile, ossia, come si suol dire, ‘fuori zona’. Com’è potuto avvenire? Forse in quegli anni Davesco non aveva ancora un Piano regolatore? Si sa che una volta edificata, una costruzione assume una sorta di ‘diritto acquisito’. C’è e può essere ristrutturata ed eventualmente pure ampliata. Nel nostro caso ha...

L'editoriale
Oggi, 11:002014-11-26 11:00:00
Generoso Chiaradonna @laRegione

L’oro appesantirà il franco svizzero

Domenica prossima sapremo se la Banca nazionale dovrà, per forza di un dettame costituzionale, avere almeno il 20% del suo bilancio in oro. In caso di accettazione dell’iniziativa...

Domenica prossima sapremo se la Banca nazionale dovrà, per forza di un dettame costituzionale, avere almeno il 20% del suo bilancio in oro. In caso di accettazione dell’iniziativa popolare denominata ‘Salvate l’oro della Svizzera’, l’autorità monetaria avrà cinque anni di tempo per rispettare la volontà popolare.
Già oggi l’oro nei forzieri della Bns ammonta a circa l’8% delle sue riserve. Le conseguenze di un ‘sì’ il 30 novembre per l’economia svizzera – soprattutto per quella votata all’export – sarebbero immediate. Per prima cosa gli eventuali massicci acquisti di metallo giallo destabilizzerebbero il mercato di tale bene, già surriscaldato di suo. Molti operatori fuori dai confini nazionali stanno alla finestra in attesa dell’esito del voto. In un senso o nell’altro, il prezzo dell’oncia d’oro, c’è da scommetterci, all’apertura dei mercati si muoverà; e di molto anche.
Ma non sarà solo il valore del metallo giallo a muoversi. Nelle ultime settimane sono aumentate le puntate speculative per abbattere la soglia di 1,20 per euro prudentemente fissata dalla Banca nazionale oltre tre anni fa per evitare un eccessivo rafforzamento della valuta svizzera. In concreto quell’intervento svalutò (fatto raro) il franco di circa il 20 per cento nei confronti della moneta unica europea. L’industria d’esportazione ancora ringrazia, visti i recenti brillanti risultati in termini di bilancia commerciale. Il surplus verso l’estero è elevato e costante ormai da anni: garantisce che migliaia di posti di lavoro, soprattutto nel settore manifatturiero, non vengano delocalizzati. Altri campi, in particolare quello turistico, risentono ancora della robustezza della moneta svizzera.
Un altro dei motivi che avevano portato i vertici di allora dell’istituto di emissione a intervenire sul tasso di cambio era costituito dal rischio deflazione, ovvero il calo generalizzato di prezzi e salari. Cosa non ancora scongiurata. Con un sì il prossimo 30 novembre tale argine verrebbe fortemente abbassato.
Certo, tecnicamente la Bns potrà continuare ad accrescere il suo bilancio per contrastare l’apprezzamento del franco; e questo finché la Bce continuerà ad aumentare il suo, di bilancio. L’istituto centrale svizzero avrà comunque meno flessibilità nel decidere come distribuire il suo portafoglio, visto che il 20% dovrà essere costituito da oro. Se, tuttavia, la Bce decidesse di procedere con un ‘quantitative easing’ (stampa di moneta contro titoli di debito sovrano), per la Bns, appesantita dai lingotti, diventerebbe troppo rischioso seguirla. Ed è questa potenziale divergenza fra gli obiettivi delle due autorità monetarie che metterebbe a rischio la soglia a 1,20.
Siccome l’economia svizzera non è un’isola in mezzo al Pacifico (magari lo fosse, direbbero alcuni che si credono maggioranza), la Bns non potrebbe ignorare i fattori esterni e dovrebbe adattare la sua strategia al contesto internazionale. Si ritroverebbe così – in un momento in cui le altre banche centrali staranno normalizzando la loro politica monetaria – con ingenti quantità d’oro inalienabili. Una seria ipoteca sul futuro economico e monetario della Svizzera. Ma questo accadrà solo se vincerà il sì.

LocarneseLocarno
Oggi, 10:272014-11-26 10:27:57
@laRegione

Sarà Aldo Merlini il primo pre...

Sarà Aldo Merlini il primo presidente dell'Organizzazione turistica Lago Maggiore e valli, che riunisce gli attuali quattro enti regionali. È stato nominato ieri nel corso della riunione del nuovo Consiglio d'amministrazione.

Sarà Aldo Merlini il primo presidente dell'Organizzazione turistica Lago Maggiore e valli, che riunisce gli attuali quattro enti regionali. È stato nominato ieri nel corso della riunione del nuovo Consiglio d'amministrazione.

LocarneseMuralto
Oggi, 10:232014-11-26 10:23:52
Davide Martinoni @laRegione

Assistenza e cura a domicilio,...

Assistenza e cura a domicilio, l'Alvad locarnese in dirittura d'arrivo con la nuova sede di Muralto assieme a Pro Infirmis e Pro Senectute. In primavera la domanda di costruzione.

Assistenza e cura a domicilio, l'Alvad locarnese in dirittura d'arrivo con la nuova sede di Muralto assieme a Pro Infirmis e Pro Senectute. In primavera la domanda di costruzione.

Vignetta
Oggi, 10:102014-11-26 10:10:00
@laRegione

La vignetta di Lulo Tognola...

La vignetta di Lulo Tognola

La vignetta di Lulo Tognola

Oroscopo
Oggi, 06:402014-11-26 06:40:00
@laRegione

L'oroscopo di oggi...

L'oroscopo di oggi

L'oroscopo di oggi

Hockey
Oggi, 06:302014-11-26 06:30:00
Marco Maffioletti

Bentornato successo

La miglior prestazione stagionale dei biancoblù frutta tre punti preziosi. Ambrì costante per tutti i 60 minuti di gioco.

Kloten – Manca una manciata di minuti alla fine di Kloten-Ambrì. Il...

La miglior prestazione stagionale dei biancoblù frutta tre punti preziosi. Ambrì costante per tutti i 60 minuti di gioco.

Kloten – Manca una manciata di minuti alla fine di Kloten-Ambrì. Il simpatico uomo “tuttofare” del Kloten passa dalla postazione dei giornalisti e come di consueto chiede di eleggere i migliori giocatori delle due compagini. Se da parte leventinese c’è l’imbarazzo della scelta, l’inserviente capisce subito che la titubanza davanti al foglio è dovuta alla scelta del migliore dei locali. Simpaticamente ci suggerisce “Harlacher, lui è giovane, dai”. Un siparietto certo, ma che ben aiuta a capire i valori visti in pista. Da una parte un Ambrì Piotta affamato, ben organizzato e combattivo. Dall’altra degli Aviatori impacciati, stanchi e senza emozioni. E così i...

BellinzoneseBellinzona
Oggi, 06:202014-11-26 06:20:00
Marino Molinaro @laRegione

‘Opportuno a lungo termine’

Insieme, quattro anni fa, Aziende municipalizzate di Bellinzona (Amb) e Aziende industriali di Lugano Sa (Ail) hanno iniziato a valutare l’opportunità di acquisire quote della grigionese...

Insieme, quattro anni fa, Aziende municipalizzate di Bellinzona (Amb) e Aziende industriali di Lugano Sa (Ail) hanno iniziato a valutare l’opportunità di acquisire quote della grigionese Repartner Ag creata da Repower (controllata dal Cantone Grigioni) per soddisfare le esigenze di approvvigionamento delle società di distribuzione di corrente elvetiche di medie dimensioni. Mentre le Ail vi hanno aderito acquisendo il 5% in tempi piuttosto rapidi, l’iter nella Turrita ha richiesto molto più tempo dovendo passare attraverso le istanze decisionali di Municipio e Consiglio comunale. Il cui avallo è stato poi sottoposto a referendum, con votazione popolare in agenda domenica prossima 30 novembre.
In casa Ail come sono viste le cose? Rifarebbero il passo verso Repartner alla luce della...

Ticino
Oggi, 06:102014-11-26 06:10:00
Andrea Manna @laRegione

Estensione dell'incompatibilità per i giudici supplenti: l'Ordine degli avvocati dice sì, contrario il Tribunale d’appello

Il Consiglio dell’Ordine ticinese degli avvocati dice sì – seppur “a stretta maggioranza” e...

Il Consiglio dell’Ordine ticinese degli avvocati dice sì – seppur “a stretta maggioranza” e dopo “lunga discussione” – all’inasprimento, suggerito dal governo, dei criteri di incompatibilità previsti per i giudici supplenti ordinari. Un no arriva invece dal Tribunale di appello, che afferma di essere “sostanzialmente contrario” alla proposta del Consiglio di Stato, ritenendola “eccessivamente severa e restrittiva”.
I giudici supplenti ordinari vengono eletti, anche loro, dal Gran Consiglio. Sono solitamente avvocati che mettono parte del loro tempo a disposizione del Tribunale d’appello per rendere più celere l’evasione delle cause e smaltire così gli arretrati. Il Dipartimento istituzioni chiede ora di modificare la Legge sull’organizzazione giudiziaria(Log) per “introdurre in modo...

Prima
Oggi, 06:002014-11-26 06:00:00
@laRegione

Buongiorno! Ecco la Prima pagi...

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi

Mendrisiotto
Oggi, 06:002014-11-26 06:00:00
@laRegione

Stabio-Arcisate, binario morto

Siamo ai titoli di coda, al finale più volte temuto e sempre smentito. Il cantiere della ferrovia fra Stabio e Arcisate, sul versante varesino chiude e, paradosso di un destino cinico e baro...

Siamo ai titoli di coda, al finale più volte temuto e sempre smentito. Il cantiere della ferrovia fra Stabio e Arcisate, sul versante varesino chiude e, paradosso di un destino cinico e baro, la comunicazione giunge proprio alla vigilia dell’inaugurazione della tratta ticinese. Lo ‘stop’ è contenuto in un comunicato insolitamente dettagliato di Rete ferroviaria italiana in cui si indicano i motivi che hanno indotto le parti a risolvere formalmente l’appalto «per mutuo consenso». L’intesa sulla revoca, stando a indiscrezioni, è stata raggiunta lunedì pomeriggio nel corso di una riunione fra vertici di Rfi e della ‘Claudio Salini’. Incontro al termine del quale, constatata l’impossibilità di trovare un accordo in extremis, le Ferrovie hanno deciso di rompere gli indugi, stracciare il...

Hockey
Ieri, 23:592014-11-25 23:59:00
Marco Maffioletti

Michael Flückiger infortunato...

Michael Flückiger infortunato. Il portiere dell'Ambrì, attualmente in prestito al Ginevra, ha dovuto lasciare il ghiaccio durante la partita di ieri dopo una scontro al 23' . Per lui si teme una commozione cerebrale.

Michael Flückiger infortunato. Il portiere dell'Ambrì, attualmente in prestito al Ginevra, ha dovuto lasciare il ghiaccio durante la partita di ieri dopo una scontro al 23' . Per lui si teme una commozione cerebrale.

Hockey
Ieri, 21:462014-11-25 21:46:00
Marco Maffioletti

Terza rete segnata da capitan ...

Terza rete segnata da capitan Duca. L'Ambrì vince 3 a 0 a Kloten e torna finalmente alla vittoria da tre punti che mancava dal 10 ottobre. Successo meritato per un complesso biancoblù molto convincente.

Terza rete segnata da capitan Duca. L'Ambrì vince 3 a 0 a Kloten e torna finalmente alla vittoria da tre punti che mancava dal 10 ottobre. Successo meritato per un complesso biancoblù molto convincente.

Ticino
Ieri, 18:402014-11-25 18:40:00
Chiara Scapozza @laRegione

Sì agli ecoincentivi per le au...

Sì agli ecoincentivi per le auto elettriche, il Gran Consiglio dà luce verde ai 16 milioni di franchi destinati alla mobilità. Il voto al fotofinish: il decreto passa perché sostenuto da 46 deputati, cioè il minimo richiesto.

Sì agli ecoincentivi per le auto elettriche, il Gran Consiglio dà luce verde ai 16 milioni di franchi destinati alla mobilità. Il voto al fotofinish: il decreto passa perché sostenuto da 46 deputati, cioè il minimo richiesto.

Svizzera
Ieri, 17:542014-11-25 17:54:00
Edy Bernasconi @laRegione

I Verdi attendono le decisioni...

I Verdi attendono le decisioni del Nazionale dopo il dibattito di ieri agli Stati per decidere se ritirare la loro iniziativa per una 'economia verde'. Secondo Robert Cramer il controprogetto è positivo, ma non basta.

I Verdi attendono le decisioni del Nazionale dopo il dibattito di ieri agli Stati per decidere se ritirare la loro iniziativa per una 'economia verde'. Secondo Robert Cramer il controprogetto è positivo, ma non basta.