Oggi, 20:042017-01-24 20:04:59
@laRegione

Incidente a Galbisio, ferite di media gravità per il conducente

Avrebbe riportato ferite di media gravità, ma apparentemente non tali da metterne in pericolo la vita, il protagonista dell’incidente di questa...

Avrebbe riportato ferite di media gravità, ma apparentemente non tali da metterne in pericolo la vita, il protagonista dell’incidente di questa sera, avvenuto attorno alle 18:45, sulla strada Cantonale a Galbisio. Stando alle prime ricostruzioni, lo sventurato, che circolava in direzione di Gorduno a bordo di un'auto con targhe ticinesi, per motivi da stabilire, si è spostato alla sua destra centrando il guidovia metallico di protezione. A causa del violento urto è rimasto ferito ed è stato soccorso dai sanitari della Croce Verde di Bellinzona. Dopo le prime cure è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni. Sul posto anche la Polizia Cantonale per i rilievi del caso.

Oggi, 19:502017-01-24 19:50:31
@laRegione

Virginia raggi indagata a Roma

Il sindaco di Roma Virginia Raggi risulta indagata nell'inchiesta relativa alla nomina a capo del Dipartimento turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del...

Il sindaco di Roma Virginia Raggi risulta indagata nell'inchiesta relativa alla nomina a capo del Dipartimento turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale del Comune poi arrestato. La nomina successivamente è stata revocata. Sull'episodio la Procura di Roma aveva aperto un fascicolo coordinato dall'aggiunto Paolo Ielo. Raggi sarebbe indagata per abuso d'ufficio e falso in atto pubblico. La sindaca dovrebbe essere ascoltata dai magistrati romani la prossima settimana.

"Oggi mi è giunto un invito a comparire dalla Procura di Roma – ha scritto su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi – nell'ambito della vicenda relativa alla nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo che, come è noto, è già stata revocata. Ho informato Beppe Grillo e adempiuto al dovere di informazione previsto dal Codice di comportamento del MoVimento 5 Stelle".

 

"Ho avvisato i consiglieri di maggioranza e i membri della giunta e, nella massima trasparenza che contraddistingue l'operato del M5S, ora avviso tutti i cittadini. Sono molto serena, ho completa fiducia nella magistratura, come sempre. Siamo pronti a dare ogni chiarimento"

Oggi, 18:542017-01-24 18:54:58
Samantha Ghisla @laRegione

Una parte dei pompieri di Bellinzona rimarrà in Abruzzo ancora qualche giorno

Altra giornata di lavoro intensa e positiva per i volontari ticinesi attivi in provincia di Teramo. Domani, giorno in cui era...

Altra giornata di lavoro intensa e positiva per i volontari ticinesi attivi in provincia di Teramo. Domani, giorno in cui era previsto il rientro in patria dei Pompieri di Bellinzona partiti lo scorso weekend, una parte dei volontari effettivamente tornerà a casa ma altri rimarranno in Abruzzo ancora per alcuni giorni per continuare i lavori di sgombero. È quanto ci racconta il comandante Samuele Barenco presente sul posto. Ieri gli interventi dei militi avevano permesso di liberare numerosi accessi e anche una stalla di cavalli, il cui tetto era pericolante. Oggi altri cavali sono stati tratti in salvo ma si trattava di animali che si trovavano in un pascolo sommerso dalla neve, rimasti bloccati su alcune rocce. È inoltre continuato il lavoro di sgombero neve per liberare gli accessi. I volontari bellinzonesi si sono inoltre occupati di coordinare l'impiego delle frese del San Gottardo giunte nel corso della notte.

Oggi, 18:532017-01-24 18:53:08
Marco Marelli

Puerto Azul, scatta il secondo arresto luganese

Un promoter italiano, Roberto Gianmarco da anni residente a Lugano, raggiunto da un ordinanza di custodia cautelare, nell’operazione “Puerto Azul” ieri mattina si è...

Un promoter italiano, Roberto Gianmarco da anni residente a Lugano, raggiunto da un ordinanza di custodia cautelare, nell’operazione “Puerto Azul” ieri mattina si è costituto al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Varese, comandato dal colonnello Danilo Nastasi che ha condotto le indagini coordinate dal sostituto Luigi Forno, della Procura di Varese. Salgono così a due gli arresti. All’appello ne mancano ancora tre, mentre altri due sono ai “domiciliari”.
Si tratta di Claudio Bocchia e Olimpio Aloisi, che con Roberto Gianmarco, per l’accusa, sono i più stretti colloratori di Domenico Giannini, il primo a finire dietro le sbarre arrestato la scorsa settimana nel Varesotto. Domenico Giannini, originario di Gallarate, residente a Lugano da molti anni, è considerato colui che avrebbe concepito l’organizzazione criminale internazionale con basi oltre che a Lugano anche in Italia, Lussemburgo, Londra e Caraibi. Organizzazione che per la Procura di Busto era dedita alla truffa aggravata, appropriazione indebita, abusiva attività finanziaria e bancaria, sollecitazione e raccolta abusiva del risparmio, ostacolo alle funzione di vigilanza, riciclaggio, autoriciclaggio, circonvenzione di incapaci, falso in atti e sostittuzione. Contestazioni aggravate dall’associazione per delinquere.
Stando all’accusa l’organizzazione, che oltre a Domenico Giannini, faceva riferimento anche a broker Fabio La Rosa, italiano residente a Santo Domingo (attraverso il suo legale Antonio Ingroia ha fatto sapere che si costituirà) avrebbe indotto oltre 200 investitori, non solo italiani ma anche svizzeri, a impegnare oltre 20 milioni di euro nel progetto immobiliare “Puerto Azul” riguardante la costruzione di un complesso turistico alberghiero di extra lusso in un atollo protetto al largo delle coste del Belize. Quali ambasciatori del progetto, Giannini aveva coinvolto Andrea Bocelli e John Travolta. Roberto Gianmarca si sarebbe costituito per poter chiarire la propria posizione, come Fabio La Rosa, mentre, da parte sua, Giannini si è avvalso della facoltà di non rispondere. Una scelta difensiva in attesa di conoscere gli atti del magistrato inquirente.
Nel frattempo sono stati sequestrat cautelativamente 18 conti correnti, alcuni in banche di Lugano, per complessivi 18 milioni di euro.

Sci
Oggi, 18:382017-01-24 18:38:42
@laRegione

Kristoffersen in testa dopo la...

Kristoffersen in testa dopo la prima manche dello slalom di Schladming. Dietro a lui Hirscher. Lo svizzero Yule conclude in maniera spettacolare con una caduta ma taglia regolarmente il traguardo al 14esimo posto a 1.82.

Kristoffersen in testa dopo la prima manche dello slalom di Schladming. Dietro a lui Hirscher. Lo svizzero Yule conclude in maniera spettacolare con una caduta ma taglia regolarmente il traguardo al 14esimo posto a 1.82. 

Oggi, 18:332017-01-24 18:33:30
Andrea Manna @laRegione

Conciliare studio e sport d'élite: sperimentazione in due sedi di scuola media

Per il Gran Consiglio la Scuola media deve permettere ai propri allievi sportivi di élite (o talenti artistici) di conciliare al...

Per il Gran Consiglio la Scuola media deve permettere ai propri allievi sportivi di élite (o talenti artistici) di conciliare al meglio studio e agonismo. Accogliendo il rapporto del popolare democratico Claudio Franscella, favorevole all'iniziativa del collega di partito Lorenzo Jelmini, la maggioranza chiede pertando al Dipartimento educazione cultura e sport di dar vita a una sperimentazione della durata di due anni in altrettanti sedi scolastiche, una nel Bellinzonese e una nel Luganese, dove verranno istituite allo scopo classi  con sportivi/artisti di livello. Per loro griglia oraria immutata (33 ore), ma termine delle lezioni alle 15.10 (mercoledì pomeriggio libero come oggi) per consentire agli alunni di svolgere allenamenti o corsi di musica.  Contrario il capo del Decs Manuele Bertoli: "Al  centro della formazione degli allievi di scuola media deve rimanere... la scuola". Costo stimato della sperimentazione: 1,2 milioni di franchi. E questo quando proprio ieri il parlamento, votando il Preventivo 2017, ha chiesto al governo di procedere a ulteriori risparmi (20 milioni) rivedendo i compiti dello Stato...

Oggi, 17:552017-01-24 17:55:39
@laRegione

"Ho concordato con il ministro..."

"Ho concordato con il ministro della Difesa Avigdor Lieberman la costruzione di 2.500 nuovi alloggi in Cisgiordania". Lo ha annunciato il premier israeliano Benyamin Netanyahu: "Continuiamo e continueremo a costruire"

"Ho concordato con il ministro della Difesa Avigdor Lieberman la costruzione di 2.500 nuovi alloggi in Cisgiordania". Lo ha annunciato il premier israeliano Benyamin Netanyahu: "Continuiamo e continueremo a costruire"

Sci
Oggi, 17:532017-01-24 17:53:36
@laRegione

Stagione finita per Marco Oder...

Stagione finita per Marco Odermatt e Charlotte Chable. Il primo si è infortunato al menisco, la seconda è rimasta vittima della rottura di un legamento crociato in allenamento. Lo anticipa Rts.

Stagione finita per Marco Odermatt e Charlotte Chable. Il primo si è infortunato al menisco, la seconda è rimasta vittima della rottura di un legamento crociato in allenamento. Lo anticipa Rts.

Oggi, 17:452017-01-24 17:45:42
@laRegione

I palloncini degli alunni di Morbio 'atterrano' nel Lodigiano

Li avevano 'liberati' la sera del 2 dicembre a Morbio Inferiore. Sono 'atterrati' a Villanova del Sillaro (Lodi), nella frazione di Bargano, vicino al...

Li avevano 'liberati' la sera del 2 dicembre a Morbio Inferiore.  Sono 'atterrati' a Villanova del Sillaro (Lodi), nella frazione di Bargano, vicino al fiume Lambro, dopo aver percorso più di 100 chilometri. Portando con loro il messaggio originario. Sono i palloncini lanciati in cielo in occasione dell'accensione dell'albero di Natale, ai quali i bambini delle scuole comunali hanno affidati i loro desideri. Uno sportivo che faceva jogging lungo il fiume, fa sapere il Comune, li ha trovati e ha letto i biglietti degli alunni. «Così ha contattato la scuola, inviando un saluto ai bambini e augurando che i sentimenti che hanno espresso nei loro bigliettini possano accompagnarli nella loro vita. Un bell'augurio e una di quelle storie che fa sempre bene al cuore».

Oggi, 17:212017-01-24 17:21:27
@laRegione

Sfugge al carcere la secondina innamorata

L’ex agente di custodia Angela Magdici non finirà in carcere: per avere aiutato nel febbraio del 2016 ad evadere dal penitenziario di Dietikon (ZH) un detenuto siriano di...

L’ex agente di custodia Angela Magdici non finirà in carcere: per avere aiutato nel febbraio del 2016 ad evadere dal penitenziario di Dietikon (ZH) un detenuto siriano di cui si era innamorata, l’ex secondina è stata condannato a 15 mesi di prigione con la condizionale.

La pena emessa oggi dal Tribunale distrettuale di Dietikon (ZH) prevede una sospensione della pena per un periodo di prova di due anni.

La pubblica accusa aveva richiesto per Angela Magdici una pena detentiva di 27 mesi, di cui sette da scontare. L’avvocato della difesa si è battuto per una riduzione a sei mesi di prigione con la condizionale. (ats)

Oggi, 17:122017-01-24 17:12:00
@laRegione

Carriera al capolinea per Patr...

Carriera al capolinea per Patrik Bärtschi: il 32enne attaccante dello Zurigo mette fine immediatamente all'attività agonistica per ricorrenti problemi all'anca. Bärtschi in stagione ha potuto giocare soli 25 match con lo Zsc

Carriera al capolinea per Patrik Bärtschi: il 32enne attaccante dello Zurigo mette fine immediatamente all'attività agonistica per ricorrenti problemi all'anca. Bärtschi in stagione ha potuto giocare soli 25 match con lo Zsc

Oggi, 16:512017-01-24 16:51:47
@laRegione

In palio la finale. Anzi, il titolo

Che derby sia, allora. Federer contro Wawrinka, in quest’ordine, per rispetto di gerarchie scolpite nella leggenda del tennis. O Wawrinka contro Federer, in ossequio ai numeri e al...

Che derby sia, allora. Federer contro Wawrinka, in quest’ordine, per rispetto di gerarchie scolpite nella leggenda del tennis. O Wawrinka contro Federer, in ossequio ai numeri e al tabellone di Melbourne. Bello? Per come si stanno mettendo le cose sarebbe stato più bello ritrovarli l’uno contro l’altro in una finale dai contenuti tecnici ed emotivi di altissimo livello. Troppa grazia? Solo per colpa del sorteggio, che ci costringe a sceglierne uno, investendolo del ruolo di pretendente al titolo. Con tutte le credenziali del caso per alzare al cielo australiano l’ambito trofeo.

Già, perché chi avrà la meglio in un duello tra Federer (basta il nome, non aggiungiamo altro) e uno che gli Australian Open ha già vinto e che quel successo ha poi confermato due volte (a Parigi e New York), ha tutto quello che serve per completare l’opera domenica. Ma prima c’è il derby, e che derby, tra 2 giorni: da una parte il vodese, che alla semifinale poteva ambire dall’alto di una classifica invidiabile (numero 4 al mondo). Uno che quando si sintonizza sulla modalità “indice alla tempia” e supera un paio di turni soffrendo (è puntualmente avvenuto), solitamente non ce n’è più per nessuno. Nessuno escluso. Chiedere a Djokovic, che ne sa qualcosa. Sull’altro fronte c’è Roger Federer, che invece il quarto di finale so sognava, ma come traguardo massimo, e si ritrova invece un passo oltre le sue più rosee aspettative, lui che tornava da tanto lontano da neppure sapere bene cosa attendersi. Ma lui è Federer, e in cuor suo non poteva non sapere che, una volta ritrovate la condizione atletica migliore e la motivazione dei giorni più lieti, nulla gli sarebbe stato precluso. Non che vederlo liquidare gli avversari come se avesse dieci anni di meno non sia un tantino sorprendente, tuttavia non imbarazza di certo doverne analizzare la qualificazione al penultimo atto di un torneo al quale si è riproposto più tonico, più carico – e quindi più forte – di quando decise di chiamarsi fuori, per quella che sembra proprio essere stata una salutare pausa di riflessione. Contro Berdych ha fatto intendere di essere tornato. Contro Nishikori ha fornito un paio di conferme, sia mai che qualcuno avesse ipotizzato un fuoco di paglia. Contro Zverev non c’è stata partita. Discorso simile per Stan contro Tsonga. troppo forte, il vodese, serissimo pretentende al bis australiano, tre anni dopo il trionfo che gli cambiò la carriera. Una semifinale magnifica. Ne resterà uno solo, ed è un peccato per il tennis.

Oggi, 16:442017-01-24 16:44:24
@laRegione

È stata “ritrovata sana e salv...

È stata “ritrovata sana e salva a Chiasso” la 16enne di Coldrerio scomparsa lunedì sera. La Polizia ha revocato poco fa l'avviso di scomparsa.

È stata “ritrovata sana e salva a Chiasso” la 16enne di Coldrerio scomparsa lunedì sera. La Polizia ha revocato poco fa l'avviso di scomparsa.

Oggi, 16:422017-01-24 16:42:23
Mattia Cavaliere @laRegione

Officine Ffs: previsioni negative, si rimanda tutto a marzo

Vertice sulle Officine oggi a Bellinzona. Le Ffs fanno sapere di avere confermato ai lavoratori lo sviluppo stabile dello stabilimento cittadino e il...

Vertice sulle Officine oggi a Bellinzona. Le Ffs fanno sapere di avere confermato ai lavoratori lo sviluppo stabile dello stabilimento cittadino e il risultato positivo dell’anno passato (che ha rispecchiato l'andamento proficuo del 2015). I dipendenti delle Officine erano rappresentati dalla Commissione allargata del personale. Passi avanti, sempre secondo le Ffs, sono stati fatti anche a livello della motivazione del personale come emerge da un sondaggio del personale citato dall'ex regia, comparato alle risultanze emerse due anni fa. Un prossimo incontro tra le parti è pianificato a metà marzo.

A metà dicembre il Governo Ticinese e le Ffs avevano sottoscritto il documento 'Prospettiva generale Ticino' orientato alla pianificazione della mobilità del futuro: un programma di lavoro che pone le basi per gli obiettivi di sviluppo, i progetti e le condizioni quadro per una cooperazione più stretta. "Lo sviluppo delle Officine di Bellinzona – rilevano le Ffs – è una parte di questa prospettiva generale". Insieme con il Cantone, la Città di Bellinzona e i partner sociali si intende ora valutare – così dicono le Ffs –  le prospettive di sviluppo delle Officine, elaborando "possibili opzioni di evoluzione dello stabilimento bellinzonese". Ad accompagnare queste valutazioni, così come era stato concordato "da tutte le parti", vi sarà un gruppo d’accompagnamento formato da rappresentanti del Cantone, della Città di Bellinzona, dei partner sociali e delle Ffs.

Le Officine di Bellinzona, come riconoscono le stesse Ffs, si trovano confrontate con un "contesto economico sempre più difficile". Le previsioni delle ore di lavoro stimate per le locomotive e le sale montate mostrano uno "sviluppo stabile" fino al 2020. Diversamente,  la pianificazione a medio termine nel settore dei carri merci indica – già dal prossimo anno – una sensibile, continua, diminuzione, con aspettative "sotto le accettazioni" dello sviluppo di mercato atteso.

Oggi, 16:392017-01-24 16:39:32
@laRegione

Servizio civile sempre più gettonato

Nel 2016, rispetto all’anno prima, sono aumentati sia il numero dei giovani svizzeri che hanno compiuto il servizio civile, sia quello dei giorni prestati, fa sapere oggi in un...

Nel 2016, rispetto all’anno prima, sono aumentati sia il numero dei giovani svizzeri che hanno compiuto il servizio civile, sia quello dei giorni prestati, fa sapere oggi in un comunicato lo stesso Servizio civile. Alla fine anno i civilisti erano in totale 43’956.

Anche il numero delle ammissioni è aumentato: 6169 nel 2016 rispetto alle 5836 dell’anno precedente. ll 96% di essi al momento del loro licenziamento ordinario aveva prestato la totalità dei giorni di servizio: 1,7 milioni (1,6 milioni l’anno prima).

Il 1° luglio 2016 sono entrate in vigore la riveduta legge sul servizio civile e la relativa ordinanza. Da quel momento è possibile, per le scuole dal livello prescolastico a quello secondario II, impiegare civilisti. Alla fine dell’anno le scuole che si sono fatte ammettere nel nuovo ambito d’attività erano 87.

Statistiche più dettagliate saranno pubblicate nel corso del primo trimestre 2017. (ats)