Hockey
Ieri, 18:312014-12-20 18:31:55
@laRegione

Dopo la Norvegia, la Svizzera ...

Dopo la Norvegia, la Svizzera batte anche la Bielorussia 3-2 e si aggiudica l'Arosa Challenge. A segno ancora Pestoni, ma anche stavolta a risolvere tutto è Hollenstein

Dopo la Norvegia, la Svizzera batte anche la Bielorussia 3-2 e si aggiudica l'Arosa Challenge. A segno ancora Pestoni, ma anche stavolta a risolvere tutto è Hollenstein

In crociera con laRegione (posti limitati)

Dodici giorni tra Mediterraneo, Atlantico e isole del sole a partire da 1564 franchi, fino al 31 dicembre 2014 con garanzia di prezzo. Non tardate: iscrivetevi subito!
Mendrisiotto
Ieri, 17:442014-12-20 17:44:27
Prisca Colombini @laRegione

Nel discorso di fine anno, il ...

Nel discorso di fine anno, il sindaco di Mendrisio Carlo Croci parla del centro culturale previsto alla Filanda. 'Ci crediamo molto. Auspichiamo lo faccia anche la popolazione per completare questa città che sta crescendo'.

Nel discorso di fine anno, il sindaco di Mendrisio Carlo Croci parla del centro culturale previsto alla Filanda. 'Ci crediamo molto. Auspichiamo lo faccia anche la popolazione per completare questa città che sta crescendo'.

Sci
Ieri, 13:322014-12-20 13:32:18
@laRegione

Vittoria di Jansrud nel Super ...

Vittoria di Jansrud nel Super G di Val Gardena. Per il norvegese è il quarto trionfo stagionale. Dietro di lui l'italiano Paris. Sesto Janka, nono Defago, undicesimo Viletta, questo il bilancio svizzero.

Vittoria di Jansrud nel Super G di Val Gardena. Per il norvegese è il quarto trionfo stagionale. Dietro di lui l'italiano Paris. Sesto Janka, nono Defago, undicesimo Viletta, questo il bilancio svizzero.

Sci
Ieri, 12:242014-12-20 12:24:44
@laRegione

A Val d'Isère vince la Vonn. Q...

A Val d'Isère vince la Vonn. Quarta Lara Gut. Ottime pure le altre elvetiche. Quinte appaiate la Gisin e Fabienne Suter, ottava l'Abderhalden.

A Val d'Isère vince la Vonn. Quarta Lara Gut. Ottime pure le altre elvetiche. Quinte appaiate la Gisin e Fabienne Suter, ottava l'Abderhalden.

Culture
Ieri, 11:202014-12-20 11:20:59
Claudio Lo Russo @laRegione

Che fare stasera? Per chi non ...

Che fare stasera? Per chi non avesse voglia di volteggiare sul ghiaccio, a Locarno apre un nuovo spazio per i concerti live. È il Mono Bar in via Ciseri, che promette buona musica. Per iniziare, da Zurigo, The Royal Hangmen.

Che fare stasera? Per chi non avesse voglia di volteggiare sul ghiaccio, a Locarno apre un nuovo spazio per i concerti live. È il Mono Bar in via Ciseri, che promette buona musica. Per iniziare, da Zurigo, The Royal Hangmen.

L'ospite
Ieri, 10:502014-12-20 10:50:00
@laRegione

Zali: tassa giustificata!

di Pier Felice Barchi –

Aldo Bertagni (‘laRegioneTicino’ del 18.12.2014) si domanda quanto possa durare la non-politica che caratterizza il presente periodo pre-elettorale. Riferendosi al...

di Pier Felice Barchi –

Aldo Bertagni (‘laRegioneTicino’ del 18.12.2014) si domanda quanto possa durare la non-politica che caratterizza il presente periodo pre-elettorale. Riferendosi al gioco delle carte che ispira i reciproci veti, non risparmia il Plr che ha votato la legge sui trasporti pubblici nel 1994 e oggi promuove un referendum contro l’aumento dell’imposta di circolazione. Non risparmia il plenum del Gran Consiglio per aver bocciato la tassa di collegamento voluta da Claudio Zali, direttore del Dipartimento del territorio, per promuovere indirettamente l’uso dei mezzi pubblici di trasporti.
Zali ha correttamente replicato: il balzello esiste dal 1994, ma non è mai stato applicato. Come si può far politica – commenta Bertagni – senza ideali, senza progetti, senza prospettive. Purtroppo la non-politica dura da anni. Nei Cantoni d’Oltralpe i governi hanno reagito in modo ben diverso di fronte alle emergenze. Due decenni orsono ho visitato una ditta, già figlia della Rapelli, con sede a Ebikon, nel Canton Lucerna. Aveva scoperto una nicchia di mercato nel pre-cucinato e moltiplicato la sua cifra d’affari. Chiesi ad alcuni dipendenti la loro nazionalità. Erano richiedenti l’asilo, cui era stata concessa eccezionalmente (?) la facoltà di lavorare. Da noi è invece prevalsa la mentalità burocratica. Permettere ai richiedenti l’asilo di lavorare per terzi violava principi fondamentali. Verosimilmente il Canton Lucerna nemmeno si era preoccupato di una eventuale disobbedienza a istruzioni federali. Ha agito nell’interesse dell’erario cantonale e dell’economica locale. La tassa di collegamento di Zali, oltre ad essere perfettamente giustificata, mostra a Berna che il Ticino non è disposto a subire svantaggi dell’emergenza frontalieri. A costo anche di non essere approvati da parte del mondo economico. Finché i partiti rimangono ostaggi di quei tatticismi che vogliono strettamente evitare qualsiasi motivi di impopolarità, saremo condannati a subire continuamente il gioco delle tre carte. Gli interventi di Zali hanno mostrato a Berna che il Ticino ha deciso di seguire una politica muscolosa. Cosa diremo alla nostra popolazione, se le trattative tra Berna e Roma non dovessero fruttarci in ristorni d’imposta nemmeno un centesimo di più di oggi? In quella ipotesi, che è verosimile nonostante le assicurazioni ricevute, dobbiamo già anticipare reazioni molto dure. Chi altrimenti ci risarcirà il mancato successo?

 

L'editoriale
Ieri, 10:472014-12-20 10:47:38
Matteo Caratti @laRegione

Sogno o son desto?

Due considerazioni su questa impegnativa settimana di lavori parlamentari. Iniziamo dal peggio per concludere con alcune note positive. Il peggio lo abbiamo visto quando un consigliere di Stato ha acceso...

Due considerazioni su questa impegnativa settimana di lavori parlamentari. Iniziamo dal peggio per concludere con alcune note positive. Il peggio lo abbiamo visto quando un consigliere di Stato ha acceso la miccia della polemichetta, scoppiata poi il giorno seguente come un anticipato botto di Carnevale, nel momento in cui alcuni parlamentari (che già che c’erano si sono lasciati andare a battutacce) hanno dato un’ulteriore dimostrazione di come si possa svilire l’immagine della carica da loro rappresentata. E questo proprio nell’aula parlamentare, luogo principe del dibattito democratico. Doppio il danno: alla loro credibilità personale e a quello dell’istituzione. Insomma: se anche un politico, persino nell’esercizio delle sue funzioni, può perdere l’autocontrollo, rivolgendo apprezzamenti a chi siede fra il pubblico e in aula, o a un collega stoccate che scadono nel personale, allora tutto è stato sdoganato, tutto è ormai possibile. Chi rappresenta le istituzioni dovrebbe invece fare in modo che rimangano credibili, perché vi accedono i migliori... Auspicabile sarebbe avere sul piedistallo istituzionale politici autorevoli, capaci di essere apprezzati per le loro competenze e in grado di mantenere un certo distacco dalle cose minute e anche dalle provocazioni. Persone che mai dovrebbero lasciarsi coinvolgere in una bagarre, perché sanno benissimo che l’autorevolezza, ovvero il rispetto e la credibilità delle istituzioni, passa, come detto, proprio da loro. Insomma, oltre che capacità di lavoro, aplomb e nervi saldi. Ci chiediamo quindi cosa stia succedendo fra le mura delle Orsoline, visto che le uscite fuori luogo le hanno questa volta compiute rappresentanti di partiti diversi. Stiamo forse inaugurando una nuova (triste) stagione, ispirandoci a quanto di peggio succede nella vicina Repubblica?
Giriamo pagina e passiamo alle note positive. Per molti potrà sembrare una coincidenza, ma coincidenza non è. Sempre in settimana, anche passando dal parlamento e dal governo, abbiamo preso atto di diverse decisioni e segnali che vanno fortunatamente tutti nella medesima direzione: la preoccupazione dei cittadini che chiedono maggior cura del territorio. Dalla riuscita delle due iniziative gemelle (per la difesa delle zone verdi e dei beni culturali), alla benedizione da parte del Gran Consiglio del Parco del Piano di Magadino (vero polmone verde del cantone), dal recupero del comparto Valera alla riuscita (sempre vitale in particolare per il Mendrisiotto) del referendum contro il raddoppio del Gottardo. Segnali tangibili di un’accresciuta preoccupazione da parte dell’opinione pubblica per il mantenimento di un territorio vivibile e a misura d’uomo. Segnali rivolti spesso e volentieri alla politica da gruppi di cittadini che non si sentono rappresentati a sufficienza da questo o da quel partito, perché impegnato su altri fronti o poco credibile. Segnali che, se qualcuno fosse oggi in grado di intercettare in modo più sistematico e coraggioso – magari impegnando le proprie forze nel risolvere i problemi, anziché nel litigare –, viste le crescenti emergenze e preoccupazioni, si assicurerebbe di certo un buon seguito. Qual era già la celebre frase di Martin Luther King? Ah già: ‘I have a dream’. Io ho un sogno.

Vignetta
Ieri, 10:032014-12-20 10:03:39
laRegione Ticino

La vignetta di Lulo Tognola...

La vignetta di Lulo Tognola

La vignetta di Lulo Tognola

Dal Vivo
Ieri, 09:592014-12-20 09:59:48
Claudio Lo Russo @laRegione

Che fare stasera? Un altro con...

Che fare stasera? Un altro concerto che pare interessante è in programma a Biasca, Scuole medie, dove i Musicisti artigiani presentano live il loro lavoro. Un mix di jazz, sonorità e (buona) letteratura popolare.

Che fare stasera? Un altro concerto che pare interessante è in programma a Biasca, Scuole medie, dove i Musicisti artigiani presentano live il loro lavoro. Un mix di jazz, sonorità e (buona) letteratura popolare. 

Oroscopo
Ieri, 06:422014-12-20 06:42:43
laRegione Ticino

L'ariete si tormenta...

L'ariete si tormenta

L'ariete si tormenta

Hockey
Ieri, 06:402014-12-20 06:40:00
Christian Solari @laRegione

Grazie mille, caro Denis

Uno, due (e quasi tre), poi la Svizzera si ferma e rilancia i norvegesi. Finché Hollenstein al 64’ s’inventa il ticket per la finale.

Se è finale, la Svizzera lo deve soprattutto a Denis...

Uno, due (e quasi tre), poi la Svizzera si ferma e rilancia i norvegesi. Finché Hollenstein al 64’ s’inventa il ticket per la finale.

Se è finale, la Svizzera lo deve soprattutto a Denis Hollenstein. Nel giorno in cui alla Kolping Arena gli licenziano il padre, il figlio d’arte dei Kloten Flyers esplode la sua rabbia risolvendo nel prolungamento una partita iniziata benissimo e che, invece, poteva anche finire nel peggiore dei modi. E se ciò è successo, è soltanto colpa dei rossocrociati. Che, avanti 2-0 al 25’, permettono a una Norvegia che fino a quel momento sembrava faticare parecchio di rientrare. Improvvisamente, per merito di due reti attribuite a Kristiansen e a quel Patrick Thoresen che un tempo fu l’idolo della Resega nel breve volgere di quattro minuti, sul finire del...

In crociera con laRegione (posti limitati)

Dodici giorni tra Mediterraneo, Atlantico e isole del sole a partire da 1564 franchi, fino al 31 dicembre 2014 con garanzia di prezzo. Non tardate: iscrivetevi subito!
Ticino
Ieri, 06:302014-12-20 06:30:00
@laRegione

‘Giù le tasse di circolazione’

Nell’arco di una vita l’automobilista ticinese paga troppo in tasse di circolazione. In soldoni: 1,17 franchi per un servizio che costerebbe un franco. È quanto emerge da un’inchiesta...

Nell’arco di una vita l’automobilista ticinese paga troppo in tasse di circolazione. In soldoni: 1,17 franchi per un servizio che costerebbe un franco. È quanto emerge da un’inchiesta pubblicata negli scorsi giorni da ‘Mister Prezzi’. Al secolo Stefan Meierhans, che bacchetta quei cantoni nei quali le tariffe presentano “una copertura dei costi eccessiva”. E tra quei cantoni – dove, in parole povere, l’Ente pubblico incassa più di quanto effettivamente spende per garantire un determinato servizio – c’è pure il Ticino. Ticino che non è tra i ‘messi peggio’, facendo tuttavia segnare un più diciassette per cento. Un modo di far cassetta? No, per il capo del Dipartimento delle istituzioni (Di) Norman Gobbi l’equilibrio c’è e il ‘surplus’ per alcuni documenti rappresenta semplicemente il...

In crociera con laRegione (posti limitati)

Dodici giorni tra Mediterraneo, Atlantico e isole del sole a partire da 1564 franchi, fino al 31 dicembre 2014 con garanzia di prezzo. Non tardate: iscrivetevi subito!
Mendrisiotto
Ieri, 06:202014-12-20 06:20:00
@laRegione

'La Posta? Non è più lei'

Il sindacalismo, Franco Edera, ce l’ha nel sangue. Già sulle barricate nel 2000, l’ex impiegato della Posta dall’estate scorsa è tornato in prima linea. Quando dal romando Sindacato autonomo...

Il sindacalismo, Franco Edera, ce l’ha nel sangue. Già sulle barricate nel 2000, l’ex impiegato della Posta dall’estate scorsa è tornato in prima linea. Quando dal romando Sindacato autonomo postini gli è stato chiesto di rientrare nella lotta, infatti, non ha saputo resistere, né tanto meno dire di ‘no’. In questi anni, ci fa capire, non è venuta meno la necessità di poter contare su di una «rappresentanza moderna e meno propensa ai compromessi». Soprattutto di fronte ai cambiamenti vissuti dalla realtà postale, scorporata e trasformata al seguito dell’era digitale e del mercato. Insomma, per Edera in Svizzera come in Ticino c’è posto per un terzo sindacato accanto a Transfair e Syndicom. Anche se i colleghi di battaglia, lascia intendere, non sembrano vedere di buon occhio ‘quelli...

Culture
Ieri, 06:102014-12-20 06:10:00
@laRegione

Montagna apolide

Giovanni Segantini non fa comodo ai nuovi razzismi e localismi, siano essi di qua o di là o all’interno dei confini regionali. La mostra a Palazzo Reale di Milano fa ben vedere come il suo lavoro fosse...

Giovanni Segantini non fa comodo ai nuovi razzismi e localismi, siano essi di qua o di là o all’interno dei confini regionali. La mostra a Palazzo Reale di Milano fa ben vedere come il suo lavoro fosse interessato alla pittura e al potere di questa molto più che ai soggetti trattati e che la sua ascensione alla montagna è il frutto di un’aspirazione alle condizioni ideali per poter lavorare, cioè per poter rappresentare così come egli sentiva la realtà. Trovo interessante prendere nota di questo aspetto in un periodo in cui ci sono persone e istituzioni che decidono se un bambino è più o meno bambino a seconda di come lo si possa radicare in un ambito territoriale. Un artista come Segantini, anche se i soggetti delle sue opere sembrano voler celebrare una realtà territoriale, è...

Prima
Ieri, 06:062014-12-20 06:06:26
laRegione Ticino

Buongiorno! Ecco la Prima pagi...

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi