Prestigioso premio per Antonio Lanzavecchia, direttore dell'Irb

BellinzoneseBellinzona
19.6.2017, 18:182017-06-19 18:18:58
@laRegione
@laRegione

Prestigioso premio per Antonio Lanzavecchia, direttore dell'Irb

Allegati

 L'immunologo Antonio Lanzavecchia è stato insignito del prestigioso premio internazionale Robert Koch 2017. Il direttore dell'Istituto di ricerca in biomedicina (IRB) di Bellinzona è stato ricompensato per i suoi contributi fondamentali nello sviluppo di vaccini e immunoterapie. Lo indica una nota odierna dell'Università della Svizzera italiana, alla quale è associato l'IRB. Il riconoscimento, dotato di 120 mila euro (130 mila franchi), sarà consegnato congiuntamente a Lanzavecchia e al professor Rafi Ahmed dell'Emory University di Atlanta (USA) durante una cerimonia ufficiale il prossimo 3 novembre presso l'Accademia delle scienze di Berlino. (ATS)

Secondo la Fondazione Robert Koch, il prof. Lanzavecchia è uno fra i più influenti immunologi al mondo, la cui ricerca si caratterizza per la grande visione nell’indagine sui dettagli molecolari della risposta immunitaria negli esseri umani. Per il prof. Lanzavecchia, infatti, questo è sempre stato associato alla speranza di trovare vaccini migliori e di sviluppare immunoterapie più efficaci.

Istituita a Berlino nel 1907 in onore del Premio Nobel per la medicina (1905) Robert Koch, la Robert-Koch-Stiftung è una fondazione senza scopo di lucro dedicata alla promozione del progresso medico. In particolare, promuove la ricerca scientifica di base nel campo delle malattie infettive, nonché progetti esemplari che affrontano questioni mediche e sanitarie. Dal 1970, la Fondazione ha premiato gli importanti progressi nelle scienze biomediche, in particolare nei settori della microbiologia e dell'immunologia. Il prestigio dei riconoscimenti conferiti dalla Fondazione Robert Koch è cresciuto negli ultimi decenni e oggi sono considerati tra i principali premi scientifici internazionali nel campo della microbiologia.

Ogni anno, la Fondazione assegna vari riconoscimenti scientifici: il Robert Koch Award, la Robert Koch Gold Metal, tre premi per giovani scienziati e, dal 2013, il premio per l'igiene ospedaliera e la prevenzione delle infezioni. Nell’anno 2000, il primo presidente dell’USI Marco Baggiolini aveva ricevuto la Robert Koch Gold Medal per la sua ricerca nel campo delle cellule e dei batteri.