Non solo treni a Biasca: ecco i bus senza autista

Apertura AlpTransit
5.6.2016, 13:422016-06-05 13:42:56
Samantha Ghisla @laRegione
Samantha Ghisla @laRegione

Non solo treni a Biasca: ecco i bus senza autista

Allegati

Sono elettrici e senza autista: la sicurezza è garantita da 6 sensori che individuano ogni genere di ostacolo sulla strada. E a breve circoleranno nel centro storico di Sion. Si tratta dei nuovissimi veicoli di Autopostale che rappresentano una prima a livello europeo e forse anche mondiale, come ci racconta Philippe Cina, responsabile sviluppo AutoPostale nei mercati internazionali e capo progetto Mobility Lab a Sion. Ci sono anche queste navette tra le proposte presenti nell'area dei festeggiamenti AlpTransit in corso a Biasca.
In 2500 ieri sono saliti a bordo del mezzo senza autista mentre oggi si stimano circa 2000 passeggeri. "Per noi è una vetrina importante, perché ci permette di tastare il polso della gente e capire come le persone reagiscano di fronte a un veicolo senza autista", aggiunge il capo progetto.
Attualmente sono in corso trattative con le autorità per avere l'autorizzazione alla circolazione su suolo pubblico: le norme vigenti non prevedono infatti che dei mezzi circolino su suolo pubblico senza nessuno alla guida.
Il progetto pilota a Sion durerà circa un anno. In seguito il servizio potrebbe venire proposto anche in grande fabbriche, ospedali, aeroporti, ecc. "Non intendiamo rubare il lavoro ai nostri autisti, bensì proporre un sevizio complementare alla nostra flotta classica", sottolinea Philippe Cina.