'Ciak' degli allievi sul pregiudizio

LocarneseLocarno
15.4.2015, 17:222015-04-15 17:22:30
@laRegione
@laRegione

'Ciak' degli allievi sul pregiudizio

Allegati

Una classe del liceo di Locarno sta partecipando a Mezzana al progetto Pual (“Parlo un’altra lingua, ma ti capisco”), realizzato da Coscienza Svizzera e che ha lo scopo di produrre un cortometraggio coinvolgendo due classi provenienti da diverse regioni linguistiche svizzere. Gli studenti e le studentesse sono assistiti da un team di professionisti che lavorano alla Rsi e alla Scuola Dimitri. In questa quarta edizione di Pual i partecipanti sono le classi 3B del Liceo di Locarno e la 1 IW del Gymnasium Liestal (Bl). Nell’ottobre del 2014 le due classi si sono conosciute. In una prima settimana di lavoro presso il liceo di Liestal sono stati organizzati quattro atelier relativi alle quattro categorie di lavoro: sceneggiatura, recitazione, tecnica e regia. Nella seconda settimana, che si svolge attualmente in Ticino, le due classi alloggiano insieme all’Ostello del Centro professionale del verde a Mezzana per filmare tutte le scene. Il tema del cortometraggio è il pregiudizio, che tutte le persone hanno, anche se inconsciamente. Questa la trama: una classe liceale parte per un campo estivo. Durante la settimana, in questo spazio ristretto, i pregiudizi tra gli allievi sorgono più spontanei ed evidenti. Gli interessati a scoprire tutta la storia del cortometraggio, lo potranno fare in autunno cliccando sul link http://www.parlounaltralingua.ch/pual4. Le classi o le scuole interessate a partecipare al progetto possono rivolgersi a: Coscienza Svizzera, Raffaella Adobati Bondolfi, capoprogetto. Mail: segretariato@coscienzasvizzera.ch.