Banca Stato, sì all'aumento di capitale di dotazione

Ticino
19.6.2017, 17:232017-06-19 17:23:14
@laRegione
@laRegione

Banca Stato, sì all'aumento di capitale di dotazione

Allegati

Via libera del Gran Consiglio all'aumento del capitale di dotazione di Banca Stato di 120 milioni e alla conversione in capitale di dotazione dei crediti postergati di 140 milioni di franchi. Unici a votare contro sono stati una parte dei Verdi e l'Mps/Pc «quale voto di sfiducia – ha sostenuto Matteo Pronzini – per la non politica di sviluppo a favore del Cantone da parte della banca». Tesi contestata dal direttore del Dipartimento finanze ed economia Christian Vitta, per il quale l'istituto di credito cantonale svolge un ruolo «importante per l'economia del Ticino, sia in termini di ipoteche irrogate sia per l'indotto che lascia sul territorio, come il sostegno ad attività e manifestazioni».

L'aumento del capitale di dotazione, ha proseguito Vitta, «è dunque una condizione perché la Banca dello Stato possa continuare a svolgere questo ruolo, tenuto conto del contesto normativo vigente sempre più stringente». La banca – ha ancora sottolineato il capo del Dfe – «ha inoltre saputo dimostrare dinamicità anche sul fronte della gestione patrimoniale».