Al Ghitello apre la Casa del territorio

Mendrisiotto
11.1.2017, 07:002017-01-11 07:00:00
@laRegione
@laRegione

Al Ghitello apre la Casa del territorio

Allegati

Un’enoteca ma anche un centro di formazione continua per sommelier, enotecari e camerieri che vogliono approfondire la tematica dei vini del Ticino. Tutto questo è la Casa del territorio presentata ieri al Parco delle Gole della Breggia, nei locali che furono della Locanda del Ghitello che aprirà i battenti il prossimo 21 marzo. Voluta dall’Interprofessione della vite e del vino e da Ticinowine, la Casa del territorio sarà un centro attivo con un calendario di proposte distribuito su tutto l’anno. Grazie a questa struttura, spiegano i promotori, “si vuole valorizzare il lavoro, la creatività dei produttori e l’eterogeneità dei vini prodotti alle nostre latitudini”. L’attenzione sarà riservata anche a “tutto ciò che è prodotto nel ricco assortimento gastronomico e, perché no, un angolo dedicato all’artigianato legato al vino o alla gastronomia”. La gestione della Casa del territorio è stata affidata all’associazione ‘Vino e territorio Ticino’. La stessa è presieduta da Giampiero Gianella, affiancato da Ezio de Bernardi, Antonio Girardi e Pier Maran. Ticinowine, che si occuperà della segreteria, promuove un concorso per trovare il nome ideale per la struttura. Le proposte vanno inviate a info@ticinowine.ch.

Il giornale digitale, con te già dalle prime ore del mattino

Scopri tutte le funzionalità de laRegione in digitale. Visita la versione Web oppure scarica l'app per il tuo dispositivo.