sopra-e-sotto-la-vita-misteriosa-della-talpa
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
3 gior

Braccati e in fuga con Matula (e i Pink Floyd)

Metti una sera davanti alla TV. In onda una vecchia puntata del classico “Ein Fall für Zwei”, ma il bello è quello che si sente in sottofondo...
Ticino7
3 gior

L’arte ‘sociale’ di Manuela Villa-Petraglio

"Vado in studio, resto lì… a respirarne l’aria, tasto l’atmosfera, cerco di estraniarmi dal mondo esterno per entrare in una comunicazione con me stessa”
Ticino7
5 gior

Lassù, tra le cime. La vita dello stambecco alpino

Appartiene al superordine degli ungulati e domina le valli dalle vette dell’arco alpino dove esibisce, con portamento fiero, le sue maestose corna
Ticino7
5 gior

Radio e TV: la staffetta di Carla e Lara

“Scrivi più su di lei, mi raccomando!”. “Ma no, ma no, scrivi più su di lei!”. Vabbè, dai... intanto iniziamo a raccontarvi che c’è di nuovo alla RSI
Ticino7
5 gior

Giornata mondiale della neve. Una scuola coi fiocchi

Il 16 gennaio si celebra la Giornata mondiale della neve. Una ricorrenza istituita nel 2012 per ricordare (anche) la sua importanza per il nostro pianeta
Ticino7
6 gior

Ghiacciaio del Chüeboden. Una storia di piccoli iceberg

In un recente volume, il meteorologo e glaciologo Giovani Kappenberger ripercorre la nascita e la scomparsa di un fenomeno inedito per le nostre regioni
Ticino7
6 gior

Sulle cime e sui pendii occhi aperti. Sempre ;-)

Vivere la montagna significa prima di tutto rispettarla, nel nome della propria sicurezza. E una nuovissima pubblicazione del DT potrà darci una mano
Ticino7
1 sett

Rocco Lombardi: non è (solo) una questione di ritmo...

“La si può suonare anche in assenza di elettricità, quindi non inquina, e non importa se è un po’ scordata, il suono sta nelle mani” (e il talento aiuta)
Ticino7
1 sett

Positiva ma non isolata? ‘Caso conforme’, dice il Cantone

Talora i test PCR possono trovare residui del virus anche nelle persone guarite. Il caso di una donna e i chiarimenti del medico cantonale Giorgio Merlani
Ticino7
1 sett

Una ragazza sola al ristorante (per chi vuole ancora crederci)

“C’erano solo lei e la nebbia che la sospendeva dal mondo, e quanto avrebbe voluto sentire sospesi anche i suoi pensieri”
Ticino7
1 sett

La mente, crocevia di ricordi e di rimpianti

Cʼè chi rivede volti e sentimenti di amori perduti. E chi lo vorrebbe fare, ma un destino beffardo glielo impedisce
Ticino7
2 sett

Un diritto e un rovescio con Susan Bandecchi

Quando le si chiedeva cosa volesse fare da grande, la sua risposta era decisa e di pancia: “La cantante!”. Poi è arrivata la racchetta...
Ticino7
2 sett

Il Capodanno, la Stube e i balli di gruppo

“Dai fior‘ dai fior′ dai fiordi della Norvegia, è sce′ è sce’ è scesa la vichinga. Cerca’, cerca’, cercava un po′ di sole e invece ha trovato l’amor”
Ticino7
3 sett

L’Oroscopo (cinico) 2022 - I Pesci

“Gli ultimi saranno i primi?”. Voi continuate a fare le vittime, siete bravissimi. Poi però non lamentatevi, né con l’Oroscopo e nemmeno con chi vi ama
01.01.2022 - 14:280

Sopra e sotto: la vita ‘misteriosa’ della talpa

Le “mani” sono a forma di badile, robuste, indispensabili per lo scavo. Mentre quelli posteriori hanno “piedi” piccoli. No, non è un alieno, pero...

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato settimanale de laRegione

Qualche mucchietto di terra, in una prateria di pianura o in un terreno coltivato o incolto fino ad altitudini di 2ʼ000 metri sul livello del mare, ci rivelano la presenza della talpa europea, il tipico mammifero nemico dei suoi simili e quasi di sé stesso, tanto è schivo e solitario. Il mucchietto è la via o una delle vie di accesso a un intrico di gallerie che il nostro insettivoro scava in continuazione alla ricerca di cibo. Raramente esce all’aperto: il suo vero mondo è sotto il suolo! Vive in tutta Europa con lʼeccezione di Islanda, Scandinavia, Irlanda e Spagna.

La talpa europea appartenente alla famiglia dei Talpidi, ha una lunghezza di 12-14 centimetri, i maschi adulti pesano circa 80 grammi e sono leggermente più pesanti delle femmine. Il corpo è allungato e ricoperto da una folta e vellutata pelliccia nera con riflessi bruni, grigi o azzurri. La struttura corporea della talpa riflette l’adattamento alla vita sotterranea: la sua forma tozza, quasi cilindrica, dà l’impressione che l’animale abbia la testa direttamente connessa al corpo; è questa una caratteristica morfologica indispensabile per scivolare senza ostacolo nelle sue strette gallerie. Ha inoltre ridotto e talvolta anche soppresso tutte quelle appendici di solito sviluppate negli animali che vivono all’aperto, ma che sarebbero troppo ingombranti sottoterra, perciò la coda è cortissima e seminascosta nel pelame. Gli arti anteriori, quasi ricoperti dalla pelle del tronco, lasciano sporgere solo le “mani” che sono a forma di badile, robuste, indispensabili per lo scavo, mentre quelli posteriori, normalmente sviluppati, hanno “piedi” piccoli. Un altro indiscutibile adattamento alla vita sotterranea è la presenza di peli sensibili alle vibrazioni del suolo, detti vibrisse, su arti anteriori, coda e muso. Questa caratteristica ha permesso la regressione degli occhi che si presentano piccoli e ricoperti dalla pelliccia e l’orecchio esterno è assente.

Una mamma ‘cattiva’

La dieta della talpa comprende principalmente lombrichi di grosse dimensioni, che vengono sostituiti da larve di insetto durante il periodo invernale; può includere anche molluschi e piccoli vertebrati. La rete di gallerie, che si può estendere per centinaia di metri, non solo è utile per le principali attività dell’animale, riposo, rifugio e protezione, ma è indispensabile come trappola per queste piccole prede di cui si ciba, ad esempio lombrichi, che si spostano verticalmente nel terreno. Questa è la principale strategia con la quale la talpa si rifornisce di cibo.Il periodo degli accoppiamenti è compreso tra marzo e maggio, con una sola nidiata in maggio-giugno. Durante il periodo riproduttivo nessun individuo si lega stabilmente a un partner e i maschi sono alla continua ricerca di femmine. Dopo 4 settimane di gestazione nascono da 3 a 5 piccoli, nudi e ciechi, del peso di 3,5 grammi; a 14 giorni si rivestono di pelo e a 22 aprono gli occhi. I piccoli sono allattati sino a 4-5 settimane; durante la quinta settimana iniziano a lasciare temporaneamente il nido, per abbandonarlo definitivamente la settimana successiva. Sembra sia l’aumento progressivo dell’aggressività della madre a determinare l’allontanamento dei figli, che si avviano alla ricerca di un proprio territorio. La durata massima di vita della talpa è di circa tre anni.

Tenete a bada cani & gatti

La talpa europea è un’eccellente scavatrice e conduce una vita sotterranea spostandosi in una rete di gallerie. Generalmente si assiste a una sorta di colonizzazione del terreno da parte di un individuo che inizia costruendo una serie di gallerie poco profonde, così da individuare i propri simili nelle vicinanze, per poi terminare con la realizzazione di un’ampia rete. La talpa è un animale prevalentemente solitario e controlla costantemente il proprio territorio rilasciando quotidianamente tracce odorose. Non conosce un periodo invernale di letargo o di torpore. È predata da carnivori e uccelli rapaci quando scava gallerie superficiali o quando fuoriesce occasionalmente dal terreno. I principali predatori di questo insettivoro sono la volpe, l’ermellino, la poiana, l’allocco, l’airone, cani e gatti domestici.

Guarda 2 immagini e 1 video
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved