l-oggetto-della-settimana-e-l-anfibio-inteso-come-calzatura
© da "Skinhead" di Nick Knight, Omnibus Press, 1982
+1
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
3 gior

Live in Ticino. Voci da ‘strani’ concerti del secolo scorso

Una musica ‘fatta apposta per causare la sovreccitazione di cervelli ancora in formazione (...) meno resistenti a vibrazioni ritmate’? Ok, è solo r’n’roll
Ticino7
4 gior

Musica per adulti. Genitore avvisato, ragazzi salvati?

Sesso, droghe, alcool, occultismo, morte, violenze. Il mondo delle arti ne è pieno, e la musica pop e rock li cavalca da sempre. Poi 37 anni fa...
Ticino7
4 gior

Spartiti proibiti (alcuni sì, altri meno)

Sono peggio le droghe visionarie dei Greatful Dead o la sessualità cantata da Jane Birkin?
Ticino7
1 sett

Francesca Cavallo. Essere forti abbastanza

Imprenditrice, scrittrice, attivista, vive a Roma con Dopamina, una gatta. Ha appena pubblicato “Ho un fuoco nel cassetto”, un libro (anche) sulla libertà
Ticino7
1 sett

Locarno souvenir (cartoline dal Festival)

“Quando vai a cena con il diavolo, portati un cucchiaio molto lungo…”. Dal Presidentissimo a Ken Loach, ricordi e aneddoti da Piazza Grande (e dintorni)
Ticino7
1 sett

Bella sì, ma non vuota dentro

“La pelle è lo specchio della tua anima”, mi dicevano. Per questo mi sono rivolta a chi se ne intende (in attesa di fare poi due conti, anche economici)
Ticino7
1 sett

Come trovare una ‘gallina dalle uova d’oro’

Le storie migliori sono quelle di tutti i giorni. E il cinema lo sa bene
Ticino7
2 sett

Pallone e ‘coming out’. L’esempio di Jake Daniels

Certe cose sono dure a morire. Prendete il mondo del calcio professionistico e l’omosessualità, un binomio che a moltissimi fa storcere parecchio il naso
26.01.2021 - 16:16
Aggiornamento: 29.01.2021 - 10:26
di Redazione (a cura)

L'oggetto della settimana è l'anfibio (inteso come calzatura)

La società che oggi è proprietaria del marchio vuole sbarcare in Borsa. In pratica l'unico luogo in cui ancora non si erano visti i Dr. Martens...

Pubblichiamo un articolo apparso sabato su Ticino7, allegato a laRegione.

Sono partiti come scarpe ortopediche pensate in Germania dopo il Secondo conflitto mondiale, sono cresciuti come simbolo del proletariato britannico, poi delle sottoculture giovanili – alcune anche violente e xenofobe; leggasi Naziskin, da non confondere con gli Original Skinheads – e stanno per sbarcare in Borsa. Dalle stalle alle stelle, insomma, visto che oggi si vendono nelle boutique a non meno di due centoni. Sono i classici “Dr. Martens 1460”, di loro parliamo. Lo scarponcino da 8 e più buchi – più alti sono più i richiami al feticismo e al militarismo si rafforzano... – che indossano tutti e che sta bene con tutto, sostiene chi di moda se ne intende. Una storia che ricorda i jeans “501” della Levi’s, con cui i Martens fanno un’accoppiata perfetta, si sa. In origine prodotti dall’inglese R. Griggs & Co. di Wollaston sin dalla prima metà del Novecento, oggi il marchio Martens è di proprietà di Permira, società finanziaria specializzata in private equity e fondi speculativi con un capitale totale impegnato di 44 miliardi di euro. Tanta roba. Insomma, chi li acquista sappia dunque che sta facendo ricco un gruppo multinazionale e che i Martens sono (naturalmente) prodotti nell’Asia più lontana e a costi ridicoli. Con buona pace delle culture musicali alternative e anti-sistema (mod, ska, punk, post-punk, metal ecc.), della difesa dei diritti dei lavoratori, della sostenibilità e del rifiuto all’omologazione globale.
Ah, ricordatevi: già dalla fine degli anni Settanta il colore delle stringhe fa la differenza. Per esempio, meglio evitare quelle bianche (leggasi colore della pelle & razza ariana), a meno di non avere simpatie di estrema destra. Fate voi.


© da "Skinhead" di Nick Knight, Omnibus Press, 1982
Uno skinhead e alcuni mod dividono una panchina nella periferia inglese (1967).


© da "Skinhead" di Nick Knight, Omnibus Press, 1982

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
anfibio anticonformismo borsa martens moda globale skinheads
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved