laRegione
mare-appestum-in-giro-a-zonzo
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
6 ore

La pandemia e le strategie asettiche

La mascherina è fondamentale per proteggersi e proteggere gli altri. In molti, invece, pare si stiano dimenticando delle loro manine
Ticino7
6 gior

This War of Mine: quando i videogiochi entrano a scuola

I 'serious games' possono essere utilizzati per studiare temi importanti come la storia e la guerra. Sta succedendo in Polonia con un gioco davvero originale
Ticino7
6 gior

Erminio Ferrari e il valzer per un amico

Pubblichiamo un racconto dall'ultimo libro del giornalista e scrittore morto in montagna mercoledì scorso: una storia di amicizia, cime, musica e tutto il resto
Ticino7
6 gior

710 Ashbury Street: il ‘gruppo locale’ dei Grateful Dead

Considerati la band psichedelica per definizione, i Grateful Dead sono stati un fenomeno artistico centrale nella storia della controcultura americana.
Ticino7
1 sett

La Ficcanaso, la Ferragni e la seconda gravidanza

La già lunga lista di “cose che dobbiamo imparare da Chiara Ferragni”, si è arricchita, qualche giorno fa, di un nuovo importantissimo capitolo
Ticino7
1 sett

Depilazione: cosa ci dice un pelo

Farlo o non farlo. Per alcune è diventato un dilemma. Per altre una questione di moda, di rivendicazioni e a volte di semplice pigrizia.
Ticino7
1 sett

Sport e disturbi psichici. Ombre accanto al ghiaccio

Negli sport di squadra il tasso di burnout e abuso di alcol tocca il 5% dei giocatori, per ansia e depressione si arriva al 45. E in Ticino?
Ticino7
1 sett

Una tazzina con Jean-Claude Luvini

Importa caffè certificati provenienti principalmente dall’Uganda. Prodotti molto richiesti, soprattutto da chi crede nell'economia equo-solidale.
Ticino7
2 sett

Ciccia, bellezza e differenze

Vanessa Incontrada si mette nuda e ricorda a tutte (e tutti) di essere sé stessi. Lei può, perché è il suo mestiere: noi no, perché facciamo altro.
Ticino7
2 sett

Tu cercali, se vuoi, nellʼuovo

Oggi non esiste uomo (probabilmente) che non si sia mai tolto qualche pelino di troppo. Sarà un problema di bellezza.
Ticino7
2 sett

Il destino e il lusso della verità

La domanda è: si può imparare a fingere? Sì, ma solo esercitandosi molto, con metodo e rigore. Solo, soprattutto, iniziando con sé stessi.
Ticino7
2 sett

Segreti. Che rimanga tra noi

Ci sono cose che non vogliamo o non possiamo dire (a tutti). Ma quali ricadute hanno queste verità nascoste sulla nostra salute?
Ticino7
2 sett

Cinema porno: una vita per lo schermo

Breve ma esaustiva storia irragionata della cinematografia a luci rosse. Dedicato a chi preferisce superare i soliti (e scontati) luoghi comuni.
Ticino7
2 sett

Naomi Dominò crea meraviglie

Ha 32 anni, è originaria di Osogna e di mestiere fa l’orafa. E pensare che era partita studiando i cervelloni elettronici...
Ticino7
3 sett

Sono intime verità

Per mantenere un segreto, a volte è necessario raccontare delle bugie. Agli altri, e anche a sé stessi.
Ticino7
3 sett

Rogita o non rogita?

Ah, casa dolce casa. La vedi, la vorresti, è tua e pensi a "due cuori e una capanna*. Ma i sogni sono (anche) illusioni e non sempre tutto fila come volevi.
Ticino7
3 sett

Sabrina parla ai cavalli

Ama le sfide. E infatti ha seguito la sua passione mollando un mestiere sicuro in ufficio per montare in sella ai suoi cavalli e lavorare – soprattutto – con i bambini.
Ticino7
12.09.2020 - 17:400

Mare appestum: in giro a zonzo

Dagli appunti del ‘Covid-19’. Minorca fuori listino e poi dentro; Croazia non ancora, finché sì... Ma cambia senza tregua, altro che quarantena.

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato del sabato a laRegione.

Fuori porta a Minorca in luglio (virus, non ti voglio!), in Croazia a Ferragosto (contagio mio non ti conosco!). Estate semi-pandemica, perfetta rovina-ferie con l’import-export dell’infetto. Il Corona-coso che ti fa salire l’ansia e t’intoppa le coronarie. Umile esportatore di consumo e buon umore, per il sistema potenziale appestato untore. Accadde prima della lista svizzera spulcia Paesi, quelli non “a rischio” , poi forse un po’ , poi sì, poi non più. Inutile riservare un last-minute, bisognava esserlo, più flessibili di un trolley in policarbonato, pronti al rimpatrio anche dal bagnasciuga. 

Minorca minorata

L’aria di Lugano stantia da mesi, ma quella mediterranea poteva giovargli. Minorca, Isole Baleari. Da Malpensa in poi con la famigerata “FPP1”, misterioso regalo da lockdown nella cassetta della posta. Per non asfissiare, in aereo ci fece dei fori con le chiavi. Surreale annuncio di sicurezza in caso di disastro: “(...) indossate la maschera per l’ossigeno sulla bocca (…)”. Aspetta, sopra la mascherina? Un’ora e mezza di apnea e l’hostess che farfugliava cose. Finalmente la Fiat 500 Hybrid sfrecciava tra muri a secco, radure, cavalli e pecore. Direzione: Son Bou. Sotto il cielo plumbeo quel bagno non fu meno magico di tante altre spiagge selvagge, cioè (quasi) nessuno tra le scatole. Per la cameretta a Ciutadella l’accolse una vecchia, covid-paranoica, visiera in plexiglas, super disinfettante e il suo “turisti irresponsabili!”. Già, ma i loro soldi benvenuti. La cittadina? Oh pedonale, storica e medievale quasi come Lugano. In giro tutti mascherati, salvo lui. Rinfrescanti “Estrella” , ottimi bocadillos (panini) col Serrano, abbuffate di pesce a Sant Tomàs, chiringuitos senza movida, Lola la trofologa e le scarpette da scoglio “Tribord” cadute dal cielo. Ah, Minorca! Stupenda, anche se minorata. Il 20 agosto Baleari “a rischio” per la Svizzera. E fu così che scampò alla quarantena. Tiè! 


Menorca, © Shutterstock

Oltre Dragonja 

Nel formulario ufficiale si auto-certificò negativo, che mai frequentò infetti. Tutto il resto, tipo “potvrda o rezervaciji; adresa stanovanja iznajmljivača” era chiarissimo. Dragonja: il peggiore valico dell’Adriatico. Si sentì uno zucchino in coda a luglio a Göschenen. Mancavano solo gli indigeni super accoglienti di Padna: scorciatoie vietate ai turisti. Così ecco non una, ma ben due code roventi di auto. Cari sloveni, comunitari dal 2004, ma un’autostradina al confine coi fondi europei, no? Sia mai agevolare turisti e croati! Terzo super tappo extracomunitario al valico croato. Finalmente Verudela, Plaža Ambrela, sassi bianchi e mare turchese. Mascherati solo camerieri e italiani. Pula, Rovigno, Medullin, Brioni, ottimo pesce, corposa Malvasia istriana, super olio d’oliva, ortofrutta locale, scogli come rasoi, fresche pinete a Kamenjak, nuotata avventurosa all’isola di Levan, bagni di fango a Šišan e tanti, tanti tramonti mozzafiato. Poi ancora il Corona-coso a rompere: tampone obbligatorio in Italia, salvo chi transita. Poi l’import di contagi tra Croazia e Svizzera: la lista s’allunga? Quando? Boh! Lo sarà solo dal 7 settembre. Prioritaria per lui fu la scarpetta nelle cozze alla busara. Restò in paradiso fino all’ultimo ma scampò, per la seconda volta, alla quarantena. Tiè!


Peter Paul Rubens, Jan Brueghel il Vecchio, ‘Il giardino di Eden’ (1615)

SCIALLO NATURISTA, MENTRE DA NOI...

A Minorca, con le Baleari, e soprattutto in Croazia, è normalissimo vedere nudisti/naturisti (o FKK) qua e là in tutta tranquillità, tra persone in costume o appartati sugli scogli. Nessuno si scompone. La pratica, filosofica oltre che salutare, è tollerata. Secondo naturismo.org a Minorca si contano almeno 16 spiagge adamitiche, mentre la Croazia, per cronatur.com, fu pioniera già all’inizio del Novecento sull’isola di Rab. Oggi sarebbero almeno una trentina, ma con un arcipelago di oltre mille isole sono molte di più. In quest’epoca isterica, tra ultra esibizionismo e moralità, il dibattito non si è mai spento. In Spagna ancora nel 2019 è scoppiata la polemica a causa, scrive La Vanguardia, di “una vera invasione di bagnanti con costumi da bagno”. Ebbene, a sentirsi “molestati” erano quelli nudi e non gli altri! Da non credere. Nelle Baleari il gruppo Podemos ha difeso la tradizione persino davanti alla Commissione per gli affari sociali e i diritti umani del Parlamento, riporta ultimahora.es.
Perché sarebbe “una manifestazione del libero sviluppo della personalità” garantito dall’articolo 10 della Costituzione iberica. Tra Spagna e Svizzera, o Canton Ticino, c’è un abisso. Benché (art. 8) siano garantiti costituzionalmente il “modo di vita”, le convinzioni “filosofiche”, così come il “diritto alla libertà personale” (art. 10), la pratica è un reato penale perché “atto esibizionistico”. Che dire? Salvo proteste e multe, è quasi impossibile spogliarsi se non inerpicandosi, in Ticino, nelle valli del Locarnese. Secondo Il Caffè, in Ticino il naturismo non avrebbe mai attecchito. Chissà perché. Per gli esperti sarebbe persino in declino: mancano i giovani, più pudichi dei loro nonni, più ossessionati dal culto dei corpi perfetti ma super esibizionisti nei social. Sicura materia per psicologi.

Menorca, © Shutterstock
Guarda le 4 immagini
© Regiopress, All rights reserved