07.01.2023 - 07:00
Aggiornamento: 09:28

E ti amo Rino

Rino Gaetano non compare nella lista dei figli unici che hanno fatto la storia, perché fu il fratello di Giuseppe e Anna. Al suo posto c’è una canzone

di Red.Ticino7
e-ti-amo-rino
Wikipedia
Salvatore Antonio Gaetano (Crotone, 29 ottobre 1950 – Roma, 2 giugno 1981)

Pubblichiamo l’editoriale apparso su Ticino7, allegato a laRegione

Leonardo, Einstein, Sartre, Roosevelt. Rino Gaetano non compare nella lista dei figli unici che hanno fatto la storia perché fu il fratello di Giuseppe e Anna (così doveva chiamarsi la canzone, ma si chiamò ‘Gianna’). ‘Mio fratello è figlio unico’, inno all’emarginato, denuncia dell’ipocrisia, è uno dei suoi manifesti.

"I tre moschettieri sono stati Antonello Venditti, Francesco De Gregori e Rino Gaetano, e peccato che quest’ultimo non sia più tra noi", scrive il talent scout Vincenzo Micocci in ‘Vincenzo io t’amazzerò – La storia dell’uomo che ha inventato i cantautori’. Micocci, che Alberto Fortis voleva ammazzare (poi fecero la pace), non c’è più nemmeno lui. Nel suo libro ricorda di quando, all’inizio, Rino si rifiutava d’incidere le proprie canzoni, portando in studio un amico affinché lo facesse al posto suo. "Non si considerava all’altezza, gli sembrava un atto di presunzione".

Dice ancora Micocci: "Pensando a lui mi viene in mente di accostare la sua vita e le circostanze della sua morte (…) alla figura di Gesù Cristo, che è stato capace di amare incondizionatamente uomini e donne, pur privilegiando queste ultime, che rappresentano la vita".


1976

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved