laRegione
Nuovo abbonamento
mare-appestum-in-giro-a-zonzo
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
19 ore

Le scuse dei maschi

Di solito non si sbaglia: la verità, è che non gli piaci abbastanza. Tutto il resto sono parole, parole, parole... (come cantava Mina).
Ticino7
20 ore

Laura Pedevilla non balla da sola

Criminologia, passione per la danza e genitorialità. Una convivenza tutta da scoprire...
Ticino7
22 ore

Io, vado in bicicletta

Oggetto di culto, mezzo utilitaristico, leggerezza in movimento. Da tempo la sua presenza è tornata costante in molte città svizzere. E nella Grande Lugano?
Ticino7
1 gior

A proposito di belve & animali

Dagli AC/DC a Fantozzi? Come no, passando da un album memorabile e un venditore di merendine molto "bestiale* (a modo suo).
Ticino7
1 gior

Lʼultima chiamata

‘Sai che ti dico, il primo che mi rompe gliela faccio in faccia’. Ma alla fine quello che ci ha rimesso è stato lui.
Ticino7
1 sett

Un cane o un amico

Che cosa sarà meglio, non si sa: ma nel dubbio cercate qualcuno che sia un fedele confidente... e che abbia anche un quattro zampe all'altezza.
Ticino7
1 sett

Babel 2020 - Brenda Navarro: due voci, molte donne

Potrete ascoltare l'autrice messicana a Bellizona, ospite del Festival di letteratura e traduzione, il prossimo 19 settembre al Teatro Sociale (ore 18.30).
Ticino7
1 sett

Babel 2020 - Un Reverendo e il sacro fuoco della musica

Potrete ascoltare il genio creativo del musicista bernese Beat-Man, ospite di Babel Open Air, il prossimo 18 settembre al Convento di Monte Carasso.
Ticino7
1 sett

L'antica arte di Sarayu Mix

Muay thai, thai boxe, boxe o pugilato thailandese. Chiamatela come volete, ma sappiate che non è una pratica per gente che si mena tanto per fare...
Ticino7
1 sett

Avanti un altro

Fare movimento è importante. Ma se ‘la spinta’ viene dagli altri, gli effetti non sono sempre quelli sperati.
Ticino7
2 sett

Petra Taddei, un'infermiera e il suo mondo

Vive in montagna e va in vacanza in montagna. Cura la gente all’ospedale di Bellinzona. Non è lunatica e dorme abbastanza...
Ticino7
2 sett

Quelle esploratrici coraggiose

A bordo di navigli vichinghi, velieri o navi a vapore, sette donne attraversano gli oceani per scoprire nuove terre, conoscere genti, culture e religioni diverse.
Ticino7
2 sett

Amami come si amano i tovaglioli dell'Ikea

Tornate sempre a casa con una montagna di roba che forse serve-forse non serve proprio? Beh dai, di sicuro ci sarà qualcosa di cui discutere...
Ticino7
2 sett

In bettola. ‘Capo, me ne porti un'altra?’

Passeggiate in montagna, gite al lago, ristoranti stellati. Ci sono mille modi per riscoprire il Ticino, e le bettole sono un buon punto di partenza.
Ticino7
2 sett

Giù le mani dai tavoli

Lo capivi subito che era arrivato, il Mario: era l’unico che non si ricordava mai del gradino all’entrata. E così te lo ritrovavi steso sul bancone.
Ticino7
3 sett

Sam Millar o la minaccia all'Impero

Chi è costui? Il figlio di una famiglia mista di Belfast di fine anni Cinquanta. Che non spiega tutto, ma molto sì. Però non fermatevi alle apparenze...
Ticino7
3 sett

Correre e non mollare mai

La lunga strada per la ricerca della speranza passa da ognuno di noi, soprattutto oggi che lì fuori c'è 'sto maledetto virus.
Ticino7
12.09.2020 - 17:400

Mare appestum: in giro a zonzo

Dagli appunti del ‘Covid-19’. Minorca fuori listino e poi dentro; Croazia non ancora, finché sì... Ma cambia senza tregua, altro che quarantena.

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato del sabato a laRegione.

Fuori porta a Minorca in luglio (virus, non ti voglio!), in Croazia a Ferragosto (contagio mio non ti conosco!). Estate semi-pandemica, perfetta rovina-ferie con l’import-export dell’infetto. Il Corona-coso che ti fa salire l’ansia e t’intoppa le coronarie. Umile esportatore di consumo e buon umore, per il sistema potenziale appestato untore. Accadde prima della lista svizzera spulcia Paesi, quelli non “a rischio” , poi forse un po’ , poi sì, poi non più. Inutile riservare un last-minute, bisognava esserlo, più flessibili di un trolley in policarbonato, pronti al rimpatrio anche dal bagnasciuga. 

Minorca minorata

L’aria di Lugano stantia da mesi, ma quella mediterranea poteva giovargli. Minorca, Isole Baleari. Da Malpensa in poi con la famigerata “FPP1”, misterioso regalo da lockdown nella cassetta della posta. Per non asfissiare, in aereo ci fece dei fori con le chiavi. Surreale annuncio di sicurezza in caso di disastro: “(...) indossate la maschera per l’ossigeno sulla bocca (…)”. Aspetta, sopra la mascherina? Un’ora e mezza di apnea e l’hostess che farfugliava cose. Finalmente la Fiat 500 Hybrid sfrecciava tra muri a secco, radure, cavalli e pecore. Direzione: Son Bou. Sotto il cielo plumbeo quel bagno non fu meno magico di tante altre spiagge selvagge, cioè (quasi) nessuno tra le scatole. Per la cameretta a Ciutadella l’accolse una vecchia, covid-paranoica, visiera in plexiglas, super disinfettante e il suo “turisti irresponsabili!”. Già, ma i loro soldi benvenuti. La cittadina? Oh pedonale, storica e medievale quasi come Lugano. In giro tutti mascherati, salvo lui. Rinfrescanti “Estrella” , ottimi bocadillos (panini) col Serrano, abbuffate di pesce a Sant Tomàs, chiringuitos senza movida, Lola la trofologa e le scarpette da scoglio “Tribord” cadute dal cielo. Ah, Minorca! Stupenda, anche se minorata. Il 20 agosto Baleari “a rischio” per la Svizzera. E fu così che scampò alla quarantena. Tiè! 


Menorca, © Shutterstock

Oltre Dragonja 

Nel formulario ufficiale si auto-certificò negativo, che mai frequentò infetti. Tutto il resto, tipo “potvrda o rezervaciji; adresa stanovanja iznajmljivača” era chiarissimo. Dragonja: il peggiore valico dell’Adriatico. Si sentì uno zucchino in coda a luglio a Göschenen. Mancavano solo gli indigeni super accoglienti di Padna: scorciatoie vietate ai turisti. Così ecco non una, ma ben due code roventi di auto. Cari sloveni, comunitari dal 2004, ma un’autostradina al confine coi fondi europei, no? Sia mai agevolare turisti e croati! Terzo super tappo extracomunitario al valico croato. Finalmente Verudela, Plaža Ambrela, sassi bianchi e mare turchese. Mascherati solo camerieri e italiani. Pula, Rovigno, Medullin, Brioni, ottimo pesce, corposa Malvasia istriana, super olio d’oliva, ortofrutta locale, scogli come rasoi, fresche pinete a Kamenjak, nuotata avventurosa all’isola di Levan, bagni di fango a Šišan e tanti, tanti tramonti mozzafiato. Poi ancora il Corona-coso a rompere: tampone obbligatorio in Italia, salvo chi transita. Poi l’import di contagi tra Croazia e Svizzera: la lista s’allunga? Quando? Boh! Lo sarà solo dal 7 settembre. Prioritaria per lui fu la scarpetta nelle cozze alla busara. Restò in paradiso fino all’ultimo ma scampò, per la seconda volta, alla quarantena. Tiè!


Peter Paul Rubens, Jan Brueghel il Vecchio, ‘Il giardino di Eden’ (1615)

SCIALLO NATURISTA, MENTRE DA NOI...

A Minorca, con le Baleari, e soprattutto in Croazia, è normalissimo vedere nudisti/naturisti (o FKK) qua e là in tutta tranquillità, tra persone in costume o appartati sugli scogli. Nessuno si scompone. La pratica, filosofica oltre che salutare, è tollerata. Secondo naturismo.org a Minorca si contano almeno 16 spiagge adamitiche, mentre la Croazia, per cronatur.com, fu pioniera già all’inizio del Novecento sull’isola di Rab. Oggi sarebbero almeno una trentina, ma con un arcipelago di oltre mille isole sono molte di più. In quest’epoca isterica, tra ultra esibizionismo e moralità, il dibattito non si è mai spento. In Spagna ancora nel 2019 è scoppiata la polemica a causa, scrive La Vanguardia, di “una vera invasione di bagnanti con costumi da bagno”. Ebbene, a sentirsi “molestati” erano quelli nudi e non gli altri! Da non credere. Nelle Baleari il gruppo Podemos ha difeso la tradizione persino davanti alla Commissione per gli affari sociali e i diritti umani del Parlamento, riporta ultimahora.es.
Perché sarebbe “una manifestazione del libero sviluppo della personalità” garantito dall’articolo 10 della Costituzione iberica. Tra Spagna e Svizzera, o Canton Ticino, c’è un abisso. Benché (art. 8) siano garantiti costituzionalmente il “modo di vita”, le convinzioni “filosofiche”, così come il “diritto alla libertà personale” (art. 10), la pratica è un reato penale perché “atto esibizionistico”. Che dire? Salvo proteste e multe, è quasi impossibile spogliarsi se non inerpicandosi, in Ticino, nelle valli del Locarnese. Secondo Il Caffè, in Ticino il naturismo non avrebbe mai attecchito. Chissà perché. Per gli esperti sarebbe persino in declino: mancano i giovani, più pudichi dei loro nonni, più ossessionati dal culto dei corpi perfetti ma super esibizionisti nei social. Sicura materia per psicologi.

Menorca, © Shutterstock
Guarda le 4 immagini
© Regiopress, All rights reserved