laRegione
l-enigmistica-e-il-personal-trainer
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
57 min

Per capire il Kosovo

Il paese che esiste per alcuni, ma non per altri. Dove i ponti diventano muri e la storia non si dimentica
Ticino7
7 ore

La pandemia e le strategie asettiche

La mascherina è fondamentale per proteggersi e proteggere gli altri. In molti, invece, pare si stiano dimenticando delle loro manine
Ticino7
6 gior

This War of Mine: quando i videogiochi entrano a scuola

I 'serious games' possono essere utilizzati per studiare temi importanti come la storia e la guerra. Sta succedendo in Polonia con un gioco davvero originale
Ticino7
6 gior

Erminio Ferrari e il valzer per un amico

Pubblichiamo un racconto dall'ultimo libro del giornalista e scrittore morto in montagna mercoledì scorso: una storia di amicizia, cime, musica e tutto il resto
Ticino7
6 gior

710 Ashbury Street: il ‘gruppo locale’ dei Grateful Dead

Considerati la band psichedelica per definizione, i Grateful Dead sono stati un fenomeno artistico centrale nella storia della controcultura americana.
Ticino7
1 sett

La Ficcanaso, la Ferragni e la seconda gravidanza

La già lunga lista di “cose che dobbiamo imparare da Chiara Ferragni”, si è arricchita, qualche giorno fa, di un nuovo importantissimo capitolo
Ticino7
1 sett

Depilazione: cosa ci dice un pelo

Farlo o non farlo. Per alcune è diventato un dilemma. Per altre una questione di moda, di rivendicazioni e a volte di semplice pigrizia.
Ticino7
1 sett

Sport e disturbi psichici. Ombre accanto al ghiaccio

Negli sport di squadra il tasso di burnout e abuso di alcol tocca il 5% dei giocatori, per ansia e depressione si arriva al 45. E in Ticino?
Ticino7
22.08.2020 - 11:350

L’enigmistica e il personal trainer

Anche in vacanza la gente fa cose incredibili: tipo rebus e cruciverba da campioni (oppure scalare le montagne ma con la bici elettrica, resti tra noi).

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato del sabato a laRegione.

Se nemmeno la pandemia vi ha salvato dalla tradizionale cena di classe, tanto più imperdibile perché si festeggia una cifra tonda, in questo momento starete cercando online un personal trainer. Non avrete chiesto consigli ad alcun conoscente, vi sarete affidate soltanto a Google, avrete premiato quello meglio indicizzato, più discreto e svelto a rispondere. Il brief, per il malcapitato professionista, non è farvi perdere qualche chilo, non è neppure tonificare. È fare di voi una persona nuova, una che guardi le scarpe da corsa con senso di sfida e di competizione. Non un’occhiata veloce prima di intrattenersi con le Zwieback prima che salga il caffè dalla moka; bensì uno sguardo intenso, da chi ha battuto la pigrizia per il piacere di muoversi e sentirsi vivo e in grado di scalare montagne e solcare mari. Come hanno fatto quest’estate tutti i vostri coetanei.

Quelli che registrano sui social le proprie prodezze hanno (nell’ordine): scalato montagne in bicicletta; scoperto sentieri impervi grazie al cane preso dopo anni di insistenze dei bambini; nuotato in mare per dieci chilometri di costa registrando tutti i dettagli con quell’apposito orologio che voi credevate solo di moda; preparato una mezza maratona. In un attimo i propositi di Aquagym a settembre vi sembrano patetici prima che irrealizzabili: superati i 40 la gente non combatte la pancetta ma il sistema che grida limiti e invecchiamento. Non cerca risultati ma solo fede cieca. Nello sport. Non più tardi di due giorni fa, del resto, i bambini rispondevano entusiasti alla proposta dei genitori di mostrare “un bel film che vedevamo noi da piccoli”: “Wow, ed era in bianco e nero mamma?”. 

Alcuni coetanei si sono dati alla Spartan Race con la stessa determinazione con cui voi, all’aeroporto in attesa del volo, avete comprato la Settimana Enigmistica. La pagina della Sfinge, il cruciverba crittografato, il trova gli errori. Anche se da circa 40 anni riuscite a fare con soddisfazione soltanto gli Unisci i puntini. Incredibilmente qualcosa è cambiato, fate da sole un intero cruciverba, confortate dalla penna di Frozen con luce che si accende a ogni tratto. Fino a che al vostro fianco non compare la Sfinge in carne e ossa: “Questi, in effetti, sono i cruciverba per tutti”. Del resto l’amica del cuore, in cima alla montagna, ci è andata con la bicicletta elettrica.

Ingrandisci l'immagine
© Regiopress, All rights reserved