laRegione
Nuovo abbonamento
ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
2 gior
Amarcord Italia ’90
Più che di un Mondiale da dimenticare per molti tifosi, quello andato in scena tra giugno e luglio di trent’anni fa è stato il ritratto di un paese con ancora molte idee, nonostante i soliti immancabili difetti.
Ticino7
2 gior
Minimal Minüs: la pandemia vista da Piazza Grande
A grande richiesta, nuovi appunti dal Covid-19. Questa volta è un fuori porta tutto locarnese, tra rive più ampie, gatti smarriti e salatissimi grotti (ahi ahi…)
Ticino7
2 gior
Il lungo cammino di Lokman Kadak
Nei luoghi in cui il vento della storia soffia ostile, le esistenze si consumano più velocemente. “Ho 42 anni, ma sono diventato come un anziano” racconta, riferendosi a tutte le avversità affrontate nella sua vita.
Ticino7
2 gior
Videoconferenze. L’ospite inatteso
Tra gli effetti collaterali interessanti della pandemia vi è la smaterializzazione dell’incontro con l’altro. Una tendenza peraltro già in atto da tempo, ma in questo frangente...
Ticino7
3 gior
Indovina chi c’è nel video?
Le videoconferenze non sono più materia per le solite grandi aziende. Ma una volta connessi, non pensate solo alla vostra immagine sullo schermo: anche i contenuti hanno una discreta rilevanza...
Ticino7
1 sett
Elogio della gratitudine
Desiderate iniziare con il piede giusto questo nuovo decennio ed essere felici? Provate con grandi dosi di gratitudine: costo zero e risultati scientificamente provati.
Ticino7
1 sett
Emanuele Santoro: finché c'è vita, c'è teatro
Attore, regista, direttore artistico del teatro "il Cortile" a Lugano, oggi definitivamente chiuso causa di un nuovo progetto edilizio. Ma lui, quel bisogno di mettersi in gioco ce l'ha proprio dentro.
Ticino7
1 sett
Evviva l'impunità di gregge
L’emergenza coronavirus ha confermato quanto oggi (ahinoi) dibattiti e confronti, pacati e costruttivi, siano la vera vittima delle nostre società. E così alla fine chi grida forte e vuole avere sempre ragione non sbaglia mai.
Ticino7
1 sett
All'outlet dell'intimo
Metti un giorno che, tanto per provare l'emozione che fa, entrate in uno di quegli spazi di vendita dove tutto costa meno...
Ticino7
1 sett
Turismo che va, turismo che resta
In inverno, a contarle una per una, non arrivi a quaranta anime. Ma da giugno a ottobre le cose cambiano (non in meglio).
Ticino7
2 sett
Disturbi mentali. Ai confini della realtà
André ha dovuto imparare a sopravvivere a un mondo di allucinazioni e deliri. Ma non è l’unico: una persona su cento soffre della stessa malattia.
Ticino7
2 sett
Sulle tracce di Pun Ka-Man
Per tutti, colleghi di polizia compresi, lei è ‘Pops’ e il suo mestiere ha quel nonsoché di cinematografico: veste la tutina bianca e si reca suoi luoghi del crimine...
Ticino7
2 sett
Bologna e le staffette alimentari partigiane
L’aiuto ai ‘tagliati fuori’ della pandemia nell’esperienza di un giovane bellinzonese nel capoluogo emiliano.
Ticino7
2 sett
Woody Allen: a proposito di citazioni
“Se potessi tornare indietro, cosa non farei? Comprare l’affettatutto che ho visto in televisione”.
Ticino7
2 sett
Gente di mondo
Si convinse che in paese cambiare auto era un atto di coraggio un venerdì, mentre faceva benzina al solito distributore...
Ticino7
3 sett
The Murder Capital: delitto bernese
Forse il rock non starà vivendo i suoi anni migliori. Ma se non vi fermate alle solite programmazioni radiofoniche, le sorprese sono dietro l'angolo (da Dublino a Berna).
Ticino7
3 sett
Il galateo della distanza
Fate un po' come vi pare: uscite, divertitevi che ve lo meritate, ma occhio alle distanze. E siate (almeno per i social) politicamente corretti, in attesa del caos e della vita vera.
Ticino7
3 sett
Lambo, er gigolo romano
All’alba è già in piedi. Un quarto d’ora di doccia ed eccolo che emerge dalla foschia del minuscolo bagno...
Ticino7
3 sett
Oltre i confini. Da Sarajevo a Bironico
I conflitti degli anni Novanta nella ex Jugoslavia hanno condotto molte persone verso il Ticino. Da dove vengono, cos’hanno portato con loro e come vivono nel nostro cantone?
Ticino7
3 sett
Era bello e impossibile
Dedicato a chi vive di conquiste, di ricordi e in un mondo che forse non c’è più. Dedicato a chi non smette di provarci, sognando (sempre) Richard Gere.
Ticino7
3 sett
La grande notte dei single
L'altro giorno un amico mi chiama per dirmi che ha finito Pornhub: nel senso che ha visto tutto. Ma tutto tutto, anche quelle categorie che uno ha paura a cliccare...
Ticino7
4 sett
I colori di Natascia Maurino
‘Il colore di questo 2020 è il classic blu, una tonalità senza tempo, elegante nella sua semplicità’. Come quello intenso del mare che bagna la sua Sicilia.
Ticino7
04.05.2020 - 11:310
Aggiornamento : 06.05.2020 - 15:10

Bellezza & benessere: le proprietà dell'argilla

Impiegata da millenni, questo composto naturale è un sorprendente alleato per la cura del corpo. Ma le virtù non si fermano alla ‘solita’ pelle elastica e vellutata.

Pubblichiamo un contributo apparso in Ticino7 lo scorso 2 maggio, inserto del sabato allegato nelle pagine de laRegione.

Mai come in questo periodo si ha la necessità e la voglia di prendersi cura di sé. Per settimane abbiamo dovuto ingegnarci per sopperire alla chiusura forzata dei “professionisti della bellezza”. E magari, nella coscienza di molti, il contesto pandemico ha rafforzato il desiderio e la volontà di far uso di prodotti completamente naturali, che non siano nocivi né per noi né per l’ambiente. Grazie al clima mite e alla temperatura in ascesa, inoltre, si sente anche l’urgenza di allontanare il torpore e qualche chilo di troppo accumulato nei mesi freddi. I rimedi che si trovano in rete o leggendo qua e là sono innumerevoli, e le idee su come procedere a volte possono farsi confuse. Soprattutto sulla scelta dei prodotti. Prima di tutto meglio essere certi che questi siano “chemical free”, privi in modo assoluto di sostanze chimiche, ma che siano anche sicuri (e non possano in nessun modo sviluppare, per esempio, muffe o mucillagini).

Scelta naturale

Un degli alleati naturali per la cura del nostro corpo è certamente l’argilla, il cui uso è millenario; già gli egizi, infatti, ne conoscevano le molte proprietà. Di sorprendente semplicità nell’uso, l’argilla è anche facile da reperire: l’importante è richiederla nei negozi (fisici oppure online) di prodotti certificati bio. Esistono vari tipi (bianca, rossa, grigia ecc), ma noi ci concentriamo su quella verde. Il perché ce lo racconta Teresa Momtaz-Petralli, ospite di un’interessante conferenza promossa alcune settimane or sono (quando incontrarsi non era ancora un problema) presso Bibliomedia a Biasca: “Quella verde è l’argilla più potente: facendo un paragone, ha la stessa carica vitale che attribuiamo ai germogli”. L’argilla verde, infatti, contiene il ferro bivalente che non solo dà il tipico colore verde a questa specifica argilla, ma ha la capacità di essere assorbito dal nostro corpo (l’argilla rossa, invece, contiene il ferro trivalente, che il nostro corpo non è in grado di assorbire). La signora Petralli aggiunge poi quelle “magiche” parole che catalizzano immediatamente l’attenzione di tutti: “L’argilla si oppone ai processi d’invecchiamento” afferma, e questo grazie alla silice che la compone. Diventa così un antiaging che ha la capacità di assorbire i radicali liberi”,  i famosi nemici per chi ricerca un aspetto fresco e per quanto possibile giovanile. 

Indubbie proprietà

Mentre penso a tutti i benefici di questo minerale, preparo una tazzina con dell’argilla verde mischiata ad acqua tiepida, e la applico sul viso. Cerco di ricordare i benefici di questo prodotto naturale, che sono davvero tanti anche alla luce degli studi effettuati dal dottor Giuseppe Ferraro, biologo siciliano che da anni analizza gli effetti dell’argilla. Questo composto naturale ha effetti mineralizzanti e notevoli proprietà antisettiche, assorbenti, battericida e cicatrizzanti; se ingerita – naturalmente seguendo le indicazioni mediche e nelle quantità corrette –, l’argilla è depurativa, combatte la stanchezza e l’ipertensione. Aiuta in caso di eccessivo livello di grassi nel sangue (trigliceridi), se si hanno difficoltà nella digestione e di cattiva assimilazione. Inoltre, stimola il sistema immunitario, assorbe i radicali liberi, regola il metabolismo, rinnova i tessuti, combatte l’arteriosclerosi, è antinfiammatoria, ricostituente, combatte le gastriti e le ulcere dello stomaco, le coliti e le irritazioni al colon, rallenta i processi degenerativi, rallenta i processi d’invecchiamento. Il potente effetto dell’argilla ci viene in aiuto anche per contrastare gli effetti dell’elettrosmog – generati, tra gli altri, anche da computer e telefonini –, nel quale siamo sempre più immersi: l’argilla ha, infatti, un potente effetto assorbente e purificante. 
Come già detto, alcune delle sue proprietà erano note a molti popoli del Mediterraneo, conoscenze che sono state poi tramandate. Già Ippocrate – considerato il fondatore della medicina - consigliava l’applicazione dell’argilla per combattere “i dolori” e nell’Antica Roma era apprezzata come rimedio curativo (nella sua Storia naturale, Plinio il Vecchio ne loda le proprietà anche mediche). Applicazioni che non si persero nel corso del Medioevo, diffondendosi anzi in tutta Europa, sia in ambito terapeutico sia cosmetico. Con lo sviluppo della ricerca scientifica, dalla seconda metà dell’Ottocento le proprietà di questo composto naturale vennero meglio comprese e diffuse; centrale in questo senso fu la figura dell’abate tedesco Sebastian Kneipp, già padre dell’idroterapia.

Altri utilizzi

L’argilla verde ventilata “per uso interno” – attenzione, chiedete esplicitamente quella per uso interno e della migliore qualità – si prende a digiuno. La sera si scioglie un cucchiaino raso da caffè di argilla (quelli molto piccoli) in un bicchiere d’acqua: mischiare bene, lasciare decantare la soluzione ottenuta tutta la notte e la mattina berne l’acqua (e non l’argilla che si sarà depositata sul fondo), “in questo modo tutti i componenti saranno assunti nella corretta quantità” assicura il dr. Ferraro. Tutte le argille contengono una notevole presenza sia di minerali sia di metalli, che ne fanno un prezioso insieme di oligoelementi dall’azione riequilibrante, rimineralizzante e disintossicante.

BAGNI E MASCHERE PER SENTIRSI MEGLIO

L’argilla si può utilizzare per maschere facciali, impacchi, cataplasmi, bagni, pediluvi, maniluvi. Se ci facciamo un bagno rilassante con circa ¾ di bicchiere di argilla verde, questa sarà in grado di assorbire le tossine del corpo. Basta anche un pediluvio, magari con l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale di lavanda (emulsionato con della crema fluida), per sentirsi subito meglio, rilassati e godersi un buon sonno ristoratore. Ecco alcune ricette proposte dal dottor Giuseppe Ferraro:

Maschera per il viso: ricetta base
- 1 bicchiere di argilla verde fine 
- 1 cucchiaino di miele
- 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci (od olio extravergine di oliva) 
- mezzo bicchiere di acqua 
In una tazza contenente l’acqua minerale sciogliere il miele, aggiungere l’olio, mescolare e aggiungere a poco a poco – mentre si continua a mescolare energicamente – l’argilla verde fino a ottenere una crema omogenea e lucida. Dopo 3 minuti dall’applicazione si comincerà a sentire tirare la pelle, ma è una reazione normale.

Varianti:
- per pelli secche
Alla maschera di base aggiungere 2 cucchiai di infuso di foglie di malva, qualche goccia di olio di borragine e omogeneizzare il tutto. A piacere aggiungere da 1 a 3 gocce di olio essenziale di sandalo. Tempo di applicazione: 5 minuti.
- per pelli grasse
Alla maschera base aggiungere 1 cucchiaio di succo di limone o pompelmo spremuto al momento e omogeneizzare il tutto. A piacere aggiungere da 1 a 3 gocce di olio essenziale di limone. Tempo di applicazione: 10 minuti.
- per pelli normali
Alla maschera base aggiungere mezzo cucchiaino di olio di germe di grano. A piacere aggiungere da 1 a 3 gocce di olio essenziale di lavanda. Tempo di applicazione: 10 minuti.

 

 

 

Ingrandisci l'immagine
© Regiopress, All rights reserved