+2
Ticino7
28.03.2020 - 12:000

Nurses. Se Florence potesse vederci...

Storia di una giovane donna che gettò le basi dell'infermieristica moderna. E l'importanza dell'igiene (mani incluse) nelle corsie di cliniche e ospedali.

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato del venerdì nelle pagine de laRegione.

Elogio a chi cura

Gli infermieri entrano in contatto con l’esistenza di quasi tutti gli esseri umani. Sono lì alla nascita, durante la malattia, nel recupero o nella perdita. Partecipano ad alcune delle esperienze più difficili e intime che  la gente abbia mai affrontato: 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, gli infermieri gestiscono e forniscono assistenza ai pazienti e alle loro famiglie. Soprattutto oggi. Il documentario Nurses. If Florence Could See Us Now, visibile su vimeo.com, offre uno sguardo unico sulla realtà dell’assistenza infermieristica.

Florence Nightingale

Alla fine del XIX secolo Florence Nightingale – chiamata anche “la signora con la lampada” – gettò le basi dell’infermieristica moderna. Grazie al suo uso rigoroso delle pratiche di lavaggio delle mani e di igiene durante la cura dei soldati feriti nella guerra di Crimea, Florence e le sue aiutanti ridussero il tasso di mortalità dal 42% al 2%. Nel 1907 divenne la prima donna a ricevere l’Ordine al merito, un’onorificenza conferita dal sovrano del Regno Unito per meriti speciali.


Florence Nightingale

Cartone animato

Sorprendentemente la figura di Florence Nightingale, famosissima nel mondo anglosassone e in quello delle cure infermieristiche, non ha incontrato grande interesse nel mondo della cinematografia. L’ultimo film biografico risale al 1985, oltre a un filmtv del 2008 con Laura Fraser. Una riduzione animata per i più piccoli, che illustra la vita della prima infermiera, prodotta e diretta da Richard Rich è stata caricata su YouTube dalla FNOPI, Federazione Infermieri Italia.

Anno dell’infermiere

Il 12 maggio è la data di nascita di Florence Nightingale, nata a Firenze nel 1820. Proprio il 12 maggio ricorre, in sua memoria, la Giornata internazionale dell’infermiere: e quest’anno, quando tutta la categoria degli infermieri è chiamata in prima linea per l’emergenza planetaria legata al coronavirus, l’Assemblea mondiale della sanità ha dichiarato il 2020 l’anno dell’infermiere e dell’ostetrica. Secondo l’OMS sono necessari altri nove milioni di infermieri per raggiungere la copertura sanitaria universale in tutto il mondo entro il 2030.

Florence Nightingale
Guarda le 4 immagini
© Regiopress, All rights reserved