Territorio

Oggi, 16:132017-04-30 16:13:54
Mattia Cavaliere @laRegione

De Rosa: 'Ho chiamato Pellanda, mi piacerebbe lavorare con lui nel nuovo Municipio'

È stato un plebiscito per Raffaele de Rosa. E il nuovo sindaco di Riviera ne è consapevole: sottolinea l'alta partecipazione...

È stato un plebiscito per Raffaele de Rosa. E il nuovo sindaco di Riviera ne è consapevole: sottolinea l'alta partecipazione e ringrazia per il sostegno ricevuto.

Ma de Rosa vuole riservare un pensiero a Alberto Pellanda, sindaco uscente di Osogna sconfitto in questo secondo turno con quasi 300 voti di scarto. "Ci siamo sentiti al telefono. L'ho ringraziato per il clima che c'è stato durante tutta la campagna. Sono stato un allenatore di calcio, mi piace valorizzare le peculiarità di ogni compagno di squadra. Certo, mi piacerebbe poter lavorare con lui nel nuovo Municipio di Riviera".

Oggi, 12:242017-04-30 12:24:45
@laRegione

È morto Ueli Steck

È deceduto in mattinata a causa di un incidente capitato vicino al Camp II sul monte Everest, Ueli Steck, noto alpinista svizzero. La salma è stata trovata da sei soccorritori. Steck sarebbe caduto...

È deceduto in mattinata a causa di un incidente capitato vicino al Camp II sul monte Everest, Ueli Steck, noto alpinista svizzero. La salma è stata trovata da sei soccorritori. Steck sarebbe caduto mentre sfidava un pendio ghiacciato del Nuptse durante un allenamento. Il bernese voleva scalare l'Everest (8848 m) e il Lhotse (8561 m) in 48 ore senza ossigeno. Steck aveva 40 anni, al momento dell'incidente era da solo ed è precipitato nel vuoto per oltre 1000 metri. Il suo corpo è già stato recuperato e si trova a Kathmandu.

Steck era famoso per le sue solitarie ascese e record di velocità sulle aspre pareti delle Alpi. Ha realizzato record di velocità sulle pareti nord dell'Eiger e del Cervino. 

Ieri, 06:402017-04-29 06:40:00
Prisca Colombini @laRegione

A Chiasso una app per migliorare a riciclare i rifiuti

Si chiama ‘Junker’ il nuovo dispositivo mobile adottato dal Comune di Chiasso per fornire ai cittadini tutte le informazioni inerenti allo smaltimento dei...

Si chiama ‘Junker’ il nuovo dispositivo mobile adottato dal Comune di Chiasso per fornire ai cittadini tutte le informazioni inerenti allo smaltimento dei rifiuti. A presentarlo è lo stesso Municipio, in un volantino appena distribuito alla popolazione. Come funziona? “Basta scansionare il codice a barre o il simbolo su una confezione per sapere come e dove va smaltita, con tanto di indicazione dei centri di raccolta abilitati”. L’applicazione – gratuita e disponibile per Apple e Android – conterrà tutte le indicazioni presenti nel calendario ecologico e offrirà la possibilità di ricevere comunicazioni, come per esempio eventuali cambiamenti delle date di raccolta, l’ubicazione dei punti di raccolta, i percorsi, i calendari del porta a porta o le indicazioni per i rifiuti speciali. ‘...

Ieri, 06:302017-04-29 06:30:00
Alfonso Reggiani @laRegione

La postina licenziata: 'Ho subito un'ingiustizia!'.

«Ho subito un’ingiustizia e voglio denunciarla, mi sembra giusto». A parlare è Maria (nome noto alla redazione), la postina madre di una bimba di due anni...

«Ho subito un’ingiustizia e voglio denunciarla, mi sembra giusto». A parlare è Maria (nome noto alla redazione), la postina madre di una bimba di due anni licenziata dalla Posta (cfr, articolo apparso ieri su queste colonne), dopo quasi un anno di incontri infruttuosi. Mentre Syndicom ha inoltrato l’istanza per contestare la disdetta ritenendola abusiva, lei accetta di raccontare la sua storia, per certi versi paradossale.
Sì, perché, racconta Maria, «tutto è cominciato quando mi è stato proposto, e io ho accettato, il trasferimento dall’ufficio del Luganese a un altro proprio per essere più vicina all’asilo nido dove portavo mia figlia. Mi era stato promesso di poter uscire in tempo per riprenderla. Poi, però i carichi di lavoro sono aumentati e finivo sempre più tardi. Capisco l’...

Ieri, 06:202017-04-29 06:20:00
Guido Grilli @laRegione

L'Eoc torna in aula per i contagi

Tutto da capo. La vicenda giudiziaria sull’errore medico avvenuto al reparto di radiologia dell’ospedale Civico di Lugano, che ha portato il 19 dicembre 2013 al contagio di epatite C...

Tutto da capo. La vicenda giudiziaria sull’errore medico avvenuto al reparto di radiologia dell’ospedale Civico di Lugano, che ha portato il 19 dicembre 2013 al contagio di epatite C tre pazienti e che vede sul banco degli imputati l’Ente ospedaliero cantonale e, per esso, il suo direttore generale Giorgio Pellanda, tornerà in aula per il processo bis davanti alla Corte di appello e revisione penale (presidente, la giudice Giovanna Roggero-Will). L’Eoc ha ricorso contro la condanna inflitta dal giudice Siro Quadri della Pretura penale lo scorso 21 novembre: multa di 60mila franchi per lesioni colpevoli gravi per carenza organizzativa interna. Il processo è stato agendato per il prossimo 19 settembre e durerà un giorno. Le parti – il Pg John Noseda, che si era visto confermare l’impianto...

Ieri, 06:102017-04-29 06:10:00
Marino Molinaro @laRegione

Rilancio castelli, Cantone prudente

Espressa nel maggio 2016, si sta traducendo in un approccio prudenziale l’adesione di principio del Consiglio di Stato al progetto di valorizzazione dei castelli di Bellinzona...

Espressa nel maggio 2016, si sta traducendo in un approccio prudenziale l’adesione di principio del Consiglio di Stato al progetto di valorizzazione dei castelli di Bellinzona promosso da Municipio, Organizzazione turistica regionale ed Ente regionale sviluppo che hanno cofinanziato lo studio eseguito dalla società lucernese Erlebnisplan secondo cui sono da prevedere investimenti per 5-8 milioni di franchi. Tradotto in immagini: il freno a mano è tirato moderatamente e a geometria variabile. Ma c’è già chi parla di inflessibilità, da parte di taluni settori del Cantone, verso quelle ipotesi di lavoro che dovessero incidere oltremodo sui monumenti Unesco di proprietà cantonale e d’importanza nazionale. Un esempio su tutti: se all’Ufficio per lo sviluppo economico del Dipartimento...

28.4.2017, 23:472017-04-28 23:47:17
@laRegione

La Corea del Nord lancia missile balistico

I militari della Corea del Sud hanno confermato l'avvenuto lancio di un missile balistico da parte della Corea del Nord. Lo riporta l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap....

 I militari della Corea del Sud hanno confermato l'avvenuto lancio di un missile balistico da parte della Corea del Nord. Lo riporta l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Secondo lo Stato maggiore interforze sudcoreano, il lancio sarebbe avvenuto poco a nord di Pyongyang.Sembra peraltro che il lancio sia fallito . Gittata e tipo di missile non sono ancora stati identificati. La situazione è tesa nell'area coreana, dove si trova anche un sommergibile nucleare americano.

28.4.2017, 20:182017-04-28 20:18:54
Andrea Manna @laRegione

La pp Roberta Arnold si dimette dal Ministero pubblico

Dopo Nicola Corti, un altro procuratore si dimette. A lasciare il Ministero pubblico è Roberta Arnold, che oggi al Gran Consiglio – autorità di nomina dei...

Dopo Nicola Corti, un altro procuratore si dimette. A lasciare il Ministero pubblico è Roberta Arnold, che oggi al Gran Consiglio – autorità di nomina dei magistrati – ha comunicato le proprie dimissioni a decorrere da fine ottobre. Un passo deciso “con grande rammarico” e motivato, annota la pp, con l’enorme sovraccarico di lavoro al quale “tutti noi magistrati” siamo confrontati.  

28.4.2017, 19:372017-04-28 19:37:34
@laRegione

Yendi è ufficialmente fallita

Il Tribunale della Gruyère ha pronunciato oggi il fallimento della catena di negozi d’abbigliamento friburghese Yendi, che impiegava circa 500 collaboratori. Tutte le filiali sono state...

Il Tribunale della Gruyère ha pronunciato oggi il fallimento della catena di negozi d’abbigliamento friburghese Yendi, che impiegava circa 500 collaboratori. Tutte le filiali sono state chiuse oggi alle 14.

In Ticino ve ne erano quattro – a Lugano, Balerna, Tenero e Bellinzona – dove lavoravano in totale 17 persone. La direzione aveva informato con una lettera i dipendenti lo scorso 12 aprile.

In situazione precaria da mesi, il gruppo con sede principale a Bulle (FR) non era più in grado di pagare i salari.

Il sindacato Unia, in trattativa con Yendi da metà di questo mese, chiede un incontro urgente con l’amministratore del fallimento al fine di prendere misure per sostenere i dipendenti. Ritiene che sia necessario creare un fondo di sostegno al personale. Il sindacato ha anche chiesto tramite una lettera agli ex proprietari di assumersi la loro parte di responsabilità e di contribuire a questo fondo.

Yendi Swiss Retail SA, società fondata nel 1976, era stata rilevata un anno fa da due membri della direzione, i quali non sono però riusciti a migliorare la situazione finanziaria dell’impresa, che stando al suo sito internet contava 84 filiali.

28.4.2017, 19:052017-04-28 19:05:08
Marco Marelli

Comasco, dimentica di versare 10 centesimi e la multa lievita

Un'automobilista comasca si è vista recapitare un avviso di pagamento di 211,50 euro. Mittente: il comando della polizia locale del capoluogo lariano...

Un'automobilista comasca si è vista recapitare un avviso di pagamento di 211,50 euro. Mittente: il comando della polizia locale del capoluogo lariano. La causa? Aver dimenticato di versare la somma di 10 (dieci, in lettere per evitare equivoci) centesimi nel momento in cui ha compilato il modulo per pagare una multa di 114,10 euro. La contravvenzione risale al 2015. Sul fatto che si sia trattato di un numero non ci possono essere motivi per pensare il contrario. La legge non ammette ignoranza? La disattenzione non è ammissibile? In penna di diritto agli interrogativi bisogna rispondere sì. Solo che davanti a alcuni fatti dovrebbe prevalere il buon senso. Se uno si dimentica di pagare 10 (dieci) centesimi non può essere considerato alla stregua degli evasori fiscali, che nascondono all'Erario redditi con diversi zeri. La donna ha sessanta giorni per pagare la multa. L'unica possibilità di non pagarla è quella di fare ricorso, ma dovrà attendere che la pratica passi all'agenzia di riscossione. Passeranno mesi. Se non anni.

28.4.2017, 17:442017-04-28 17:44:26
@laRegione

Gli azionisti sgridano il management – Il 40% dice no ai bonus

I top manager di Credit Suisse hanno vissuto probabilmente giornate più gradevoli di quella di ieri: nonostante i mea culpa e i distinguo una larga...

I top manager di Credit Suisse hanno vissuto probabilmente giornate più gradevoli di quella di ieri: nonostante i mea culpa e i distinguo una larga fetta degli azionisti, pari al 40%, ha opposto un chiaro no alla politica dei bonus plurimilionari a fronte di perdite abissali

28.4.2017, 17:392017-04-28 17:39:25
@laRegione

Israele intende costruire 15.0...

Israele intende costruire 15.000 nuove case a Gerusalemme est. Lo ha detto alla radio israeliana il ministro dell'edilizia Yoav Galant spiegando che il dicastero e il Comune stanno lavorando al piano da due anni.

Israele intende costruire 15.000 nuove case a Gerusalemme est. Lo ha detto alla radio israeliana il ministro dell'edilizia Yoav Galant spiegando che il dicastero e il Comune stanno lavorando al piano da due anni.

28.4.2017, 16:472017-04-28 16:47:12
@laRegione

Facebook ammette: account di governi per diffondere fake news

Tentativi di propaganda e manipolazione dell'informazione, apparentemente orchestrati da governi o soggetti organizzati, sfruttando le 'fake news' ma...

Tentativi di propaganda e manipolazione dell'informazione, apparentemente orchestrati da governi o soggetti organizzati, sfruttando le 'fake news' ma anche profili falsi che puntano a influenzare l'opinione pubblica. E' l'allarme lanciato da Facebook in un rapporto che per la prima volta fa questa ammissione. Durante le ultime elezioni Usa, si legge, account falsi sono stati creati per diffondere informazioni rubate da e-mail anche se il volume di queste attività è stato "statisticamente molto piccole".

L'allarme lanciato da Facebook è contenuto in un rapporto in cui spiega cosa sta facendo il suo team per contrastare questo complesso fenomeno che definisce "operazioni di informazione". Riguardo le presidenziali americane, viene specificato che il volume di queste attività è stato "statisticamente molto piccolo rispetto al coinvolgimento generale nei confronti di questioni politiche".

E' la prima volta che il social network fa un'ammissione di questo tipo. All'indomani delle polemiche sulla circolazione delle false notizie su Facebook durante la campagna elettorale Usa, Mark Zuckerberg definì l'idea "folle". La piattaforma, comunque, ha già intrapreso azioni di contrasto e non solo negli Usa. In Francia - dove sono in corso le presidenziali - il team di Facebook ha già rimosso oltre 30 mila account falsi.

La notizia arriva nel giorno in cui il social pubblica anche il consueto rapporto globale sulle richieste di dati da parte dei governi relative alla seconda metà del 2016. Sono aumentate del 9% rispetto alla prima parte dell'anno.

28.4.2017, 16:412017-04-28 16:41:23
@laRegione

Sostanza irritante in sala operatoria, intervengono i pompieri al San Giovanni

La Polizia cantonale comunica che oggi verso le 13.30 nella sala operatoria 2 dell'ospedale San Giovanni di Bellinzona un...

La Polizia cantonale comunica che oggi verso le 13.30 nella sala operatoria 2 dell'ospedale San Giovanni di Bellinzona un infermiere ha spostato un contenitore di 2 litri di formaldeide. Durante quest'operazione, il contenitore è caduto e circa metà del contenuto si è rovesciato sul pavimento. Il personale ha immediatamente provveduto a chiudere la sala operatoria e ad azionare la ventilazione.

La formaldeide ha un odore molto forte e provoca irritazione passeggera a occhi e vie respiratorie, per questi motivi è stato richiesto l'intervento dei Pompieri di Bellinzona (con 10 uomini e 3 veicoli), con l'equipaggiamento specifico di protezione, per il recupero della sostanza. Un'infermiera ha riportato una lieve irritazione agli occhi. Nessun paziente ha riportato conseguenze e nessun disagio è stato causato all'attività generale del nosocomio. È prevista una riapertura completa delle sale operatorie in serata.

28.4.2017, 16:312017-04-28 16:31:09
@laRegione

Ciclisti che si comportano da imbecilli? Fa discutere il video della Polizia cantonale

Due colleghi. Uno va al lavoro in macchina, l'altro sceglie la bicicletta. È la trama del video pubblicato sulla pagina...

Due colleghi. Uno va al lavoro in macchina, l'altro sceglie la bicicletta. È la trama del video pubblicato sulla pagina Facebook della Polizia cantonale. Video nel quale il ciclista, dopo una serie di manovre al limite, finisce per scontrarsi frontalmente con una vettura. “Quello che ti può ammazzare – il commento subito dopo le immagini del crash – è guidare come un imbecille". Un commento che non è piaciuto a tutti. Tanto che non sono mancate le reazioni – spesso critiche – della rete.