un-programma-che-aiuta-a-cambiare
Thomas Jud, responsabile del programma “calore rinnovabile”
ULTIME NOTIZIE #calore rinnovabile
#calore rinnovabile
3 mesi

Per l’ambiente, le risorse del territorio e il risparmio... calore rinnovabile!

La scelta del metodo col quale riscaldare la propria abitazione ha importanti effetti sul clima e sulle finanze personali. Al momento di cambiare impianto è importante fare le giuste valutazioni.
#calore rinnovabile
3 mesi

Siamo a disposizione per presentare i vantaggi a livello ambientale ed economico dei diversi sistemi

Il programma “calore rinnovabile” ha creato alcuni mesi fa un servizio di prima consulenza a pagamento, da ora sostenuto economicamente dal Cantone (v. box). Degli specialisti appositamente formati sono a disposizione dei proprietari di immobili per
#calore rinnovabile
3 mesi

I 7 passi per sostituire il vostro riscaldamento

Avete un sistema di riscaldamento fossile vecchio e lo volete sostituire? State cercando informazioni su un’alternativa che funzioni con energia rinnovabile pulita? Ecco in 7 passi come trovare rapidamente la migliore soluzione per voi e il pianeta.
#calore rinnovabile
3 mesi

Pensare al finanziamento per tempo consente i massimi vantaggi

Iniziare con il giusto anticipo a riflettere sulla sostituzione dell’impianto di riscaldamento a energia fossile con uno a energia rinnovabile è il modo migliore per beneficiare dei numerosi vantaggi che questo cambiamento offre anche a livello econo
#calore rinnovabile
3 mesi

Una Banca impegnata a favore della sostenibilità

Raiffeisen è partner del programma “calore rinnovabile”. Intervista sul ruolo della Banca nella promozione dei riscaldamenti rispettosi del clima a Doris Tuena, presidente della direzione di Raiffeisen Bellinzonese e Visagno.
#calore rinnovabile
3 mesi

Dalla caldaia a nafta alla pompa di calore: «Sono davvero soddisfatto»

Mauro Pedroni, residente a Contone (frazione del comune di Gambarogno), lo scorso settembre ha installato una pompa di calore per scaldare la sua casa. Una scelta che rifarebbe immediatamente.
#calore rinnovabile
30.04.2021 - 01:000

Un programma che aiuta a cambiare

Invita a calcolare le emissioni, confrontare i costi, richiedere una prima consulenza personalizzata.

Il programma “calore rinnovabile” agisce principalmente attraverso tre strumenti, illustra Jud: «Il primo è il nostro “Calcolatore dei costi del riscaldamento” con cui i proprietari possono stimare per il proprio immobile quanto CO2 emettono i diversi tipi di impianti di riscaldamento e avere una prima stima dei costi. È molto interessante il fatto che per la durata di vita di un impianto, quasi sempre i riscaldamenti a energia rinnovabile risultano meno cari». Il secondo servizio promosso è la “prima consulenza”, condotta da uno specialista nel settore del riscaldamento e dell’energia formato nell’ambito del programma “calore rinnovabile” che visita l’immobile e spiega le possibilità di sostituzione aiutando a trovare quella più adatta all’edificio e alle esigenze personali. «È una figura pronta a rispondere alle domande e a indirizzare verso le soluzioni, toccando anche temi come il finanziamento».

A tal proposito va ricordato che è possibile richiedere degli incentivi finanziari al Cantone e a molti Comuni. «Collaboriamo inoltre con importanti partner come ad esempio l’associazione Suissetec, la Banca Raiffeisen, l’assicurazione La Mobiliare che hanno già delle relazioni con i proprietari di immobili e possono trasmettere il nostro messaggio». Il terzo asse d’azione è costituito dall’opera di informazione, in primo luogo tramite il sito web. «Online si trova la presentazione delle varie alternative di riscaldamento con video che ne spiegano in modo semplice il funzionamento, una procedura in 7 passi per la sostituzione, indicazioni sui finanziamenti e su come trovare il primo consulente più vicino, e molto altro». Rispetto all’andamento del programma, Jud esprime grande soddisfazione: «Siamo molto contenti. Il 2020, come per tutti, non è stato facile a causa della pandemia. Numerose prime consulenze a domicilio e la partecipazione a manifestazioni come Edilespo sono state annullate. Tuttavia lo scorso anno abbiamo comunque eseguito 2’600 prime consulenze e attualmente abbiamo più di 1’700 specialisti in lista».

Anche altre cifre sono indicative del successo: oltre 200mila utilizzatori del sito, 100mila del Calcolatore, 150mila della ricerca per la prima consulenza. «L’interesse è forte, la sensibilizzazione funziona bene, ma non ci possiamo accontentare. È necessario proseguire sulla strada di un nuovo approccio culturale verso la sostenibilità e che sempre più persone agiscano concretamente», conclude Jud.

© Regiopress, All rights reserved