Svizzera

Ottimo primo semestre per le casse pensioni svizzere

Migliorano rendimento e grado di copertura, afferma la Commissione di alta vigilanza Lpp. Si conferma per ora la performance del 2023

Il 22 settembre si vota su una controversa riforma della previdenza professionale
(Keystone)

Primo semestre dell'anno corrente positivo per le casse pensioni: il rendimento medio è stato del 5,5%, superiore al 5,2% dei primi sei mesi del 2023. Il grado di copertura dei fondi senza garanzia statale è passato dal 110,3% al 115,6%.

Ciò è quanto emerge dalle proiezioni della Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP pubblicate oggi dal Consiglio federale.

L'indagine si basa sui dati di 1’266 fondi pensione con un capitale pensionistico di circa 875 miliardi di franchi. Il monitoraggio è limitato ai fondi pensione senza garanzia statale e senza soluzione assicurativa completa.

L'anno scorso, gli istituti di previdenza professionale svizzeri avevano fatto registrare una performance media del +5,2%, contro il -9,2% del 2022. Il tasso di copertura medio aveva raggiunto il 110,3% (contro il 107% dell'anno precedente) per gli istituti senza garanzia statale, e l'84,2% (81,3% nel 2022) per gli altri.

La CAV PP è una commissione indipendente, finanziata con tasse ed emolumenti. La supervisione complessiva delle otto autorità di vigilanza regionali da parte della commissione di vigilanza è quindi indipendente dal Parlamento e dal Consiglio federale.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔