Svizzera

La Posta vuole risparmiare, maggiore flessibilità nella consegna

Il Consiglio federale propone che solo il 90% delle lettere e dei pacchi venga consegnato per tempo

C’è tempo...
(Ti-Press)
14 giugno 2024
|

La Posta necessita di maggiore flessibilità. Per questo, il Consiglio federale propone che solo il 90% delle lettere e dei pacchi venga consegnato per tempo. Inoltre si vuole abolire l'obbligo di consegna in tutte le case abitate tutto l'anno.

Simili agevolazioni dovrebbero consentire alla Posta di risparmiare fino a 45 milioni di franchi all'anno dal 2026, assicurando provvisoriamente il finanziamento del servizio universale, indica una nota governativa.

Nel prendere atto del rapporto sul futuro assetto del servizio universale nel settore dei servizi postali e del traffico dei pagamenti, il governo ha incaricato il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni di presentare un progetto di consultazione entro la fine di febbraio 2025 volto a modificare l'ordinanza sulle poste.

In seguito, sempre nel 2025, poiché a medio e lungo termine una modernizzazione totale del servizio universale è inevitabile, il Dipartimento sottoporrà al governo i parametri per una revisione della legge sulle poste incentrata sull'assetto del servizio universale dal 2030.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔