ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
33 min

La migrazione degli anfibi minacciata dal cambiamento climatico

Non bastava il pericolo di essere investiti durante gli spostamenti verso il luogo di deposizione: il riscaldamento globale ne sconvolge la riproduzione
Svizzera
1 ora

Sostegno e aiuti dalla Svizzera alle vittime del terremoto

Mano tesa del nostro Paese verso Turchia e Siria. Lo indica il presidente della confederazione Alain Berset con un ‘cinguettio’
Svizzera
2 ore

Dopo il passaporto, è la carta d’identità a rifarsi il look

Il nuovo documento sarà disponibile a partire dal 3 marzo. Quelli emessi prima avranno comunque validità fino alla loro scadenza
Svizzera
20 ore

‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’

Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
20 ore

Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina

Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
21 ore

Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo

Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
1 gior

Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino

Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
1 gior

Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante

Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
09.12.2022 - 12:48
Aggiornamento: 14:15

Sorpasso a destra, non si rischia più la patente

Il ritiro resta possibile, ma non è più automatico: il Tribunale federale applica per la prima volta la nuova prassi

Ats, a cura di Red.Web
sorpasso-a-destra-non-si-rischia-piu-la-patente
Depositphotos

Un sorpasso a destra su un’autostrada o una semi-autostrada non deve più essere sistematicamente sanzionato con il ritiro della patente, secondo il Tribunale federale. Le eccezioni al ritiro di tale documento devono tuttavia essere applicate con moderazione.

Il caso riguarda un automobilista che circolava sulla corsia di sorpasso dell’autostrada nel 2020. A un certo punto, ha ripiegato sulla corsia normale, ha sorpassato un’auto e poi è tornato sulla corsia di sinistra. Gli sono state inflitte una multa e una sanzione pecuniaria. In seguito, l’Ufficio della circolazione del cantone di Berna gli ha ritirato la patente per 12 mesi per gravi violazioni del codice stradale. L’autorità ha tenuto conto di un precedente ritiro per un’altra infrazione grave.

In una sentenza pubblicata oggi, il Tribunale federale accoglie il ricorso dell’automobilista e annulla il ritiro della patente. Secondo la Legge federale sulla circolazione stradale (LCStr), una tale misura viene adottata quando l’infrazione non figura tra quelle sanzionate con una multa d’ordine.

Ordinanza rivista

La lista di tali multe è stata rivista dal Consiglio federale il primo gennaio 2021. Ormai un sorpasso a destra su autostrade e semi-autostrade sarà punito con una multa di 250 franchi. Finora la giurisprudenza del Tribunale federale classificava tale infrazione come una grave violazione del codice stradale che doveva quindi essere punita con il ritiro della licenza di condurre per almeno tre mesi.

Per l’Ufficio federale delle strade, la modifica dell’ordinanza sulle multe d’ordine deve riflettere l’idea secondo la quale non vi è alcuna necessità di classificare sistematicamente come violazioni gravi tutti i sorpassi a destra. Tali infrazioni non devono più portare automaticamente a un ritiro della patente.

Applicazione restrittiva

Il Tribunale federale adatta quindi la sua prassi a questa nuova situazione giuridica. Tenuto conto dei rischi legati a un sorpasso a destra, i giudici di Mon Repos ritengono che il nuovo regolamento debba essere applicato in modo restrittivo. In altre parole, unicamente in caso di un sorpasso senza circostanze aggravanti. Nel caso specifico, il ricorrente aveva effettivamente sorpassato a destra e poi era andato sulla corsia di sinistra. Tuttavia, i fatti si erano svolti di giorno, su una strada asciutta, in buone condizioni di visibilità e con poco traffico. Anche l’automobilista sorpassato non era stato disturbato dalla manovra.

La prima Corte di diritto pubblico conclude che, ai sensi della nuova legge, tale comportamento può essere qualificato come semplice inosservanza delle prescrizioni d’ordine. Anche se i fatti si sono svolti prima della revisione dell’ordinanza, il ricorrente deve beneficiare del diritto più favorevole in virtù del principio della lex mitior.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved