04.10.2022 - 08:59
Aggiornamento: 17:39

Casse malati care, ma si risparmia con i giusti accorgimenti

Cambiare assicurazione, modificare la franchigia o scegliere un altro modello di cure può attenuare l’annunciato aumento dei premi

Ats, a cura di Red.Web
casse-malati-care-ma-si-risparmia-con-i-giusti-accorgimenti
Ti-Press

Quasi 900’000 svizzeri potrebbero potenzialmente risparmiare nel 2023 fino al 40% alla voce premi della cassa malati adoperando degli accorgimenti. Lo indica il servizio di confronti online Comparis, precisando però che l’anno prossimo la differenza fra le assicurazioni più costose e quelle più economiche diminuirà significativamente. Saranno quindi meno rispetto al passato le persone in grado di approfittare di un cambio di compagnia.

L’anno scorso a poter risparmiare sui premi erano ancora 1,1 milioni di svizzeri, indica in un comunicato odierno Comparis, che ricorda come le opzioni a disposizione siano più di una. Ad esempio si può passare a un’assicurazione meno cara, modificare la franchigia oppure scegliere un altro modello presso la propria cassa malati. Dopo diversi anni di stabilità, come noto i premi vivranno nel 2023 un incremento medio a livello nazionale del 6,6%. Ciò è dovuto alla pandemia, che ha fortemente influito sui costi della sanità, e al cosiddetto effetto di recupero, ad esempio delle operazioni chirurgiche rinviate.

Secondo Comparis, che cita un’analisi del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (Kof), questo rialzo è nettamente più elevato di quello dei costi delle prestazioni mediche assicurate, cresciuti dell’1,3% nel 2022 e che ci si immagina in salita dell’1,2% nel 2023. La politica ha spinto troppo le assicurazioni a ridurre le riserve, è la chiave di lettura critica fornita dall’esperto in materia di Comparis Felix Schneuwly, citato nella nota. "La conseguenza è che anche le compagnie a buon mercato sono state forzate ad aumentare drasticamente i loro premi".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved