26.09.2022 - 14:09

Ecco come hanno votato gli italiani in Svizzera

Il Partito democratico perde la leadership dei voti di lista, ma il risultato a livello di coalizione presenta alcune sorprese rispetto al voto in Italia

ecco-come-hanno-votato-gli-italiani-in-svizzera
Ti-Press

La tornata elettorale del 25 settembre per il rinnovo del Parlamento italiano ha visto anche, come accade ormai dal 2006, la partecipazione dei cittadini italiani residenti all’estero. Il risultato del voto degli italiani in Svizzera, a scrutinio terminato, vede il Partito democratico perdere per la prima volta il primato dei voti ricevuti a livello di lista: per la Camera dei Deputati il centrodestra, unito in una lista unica a differenza della vicina Penisola, si è aggiudicato 44’856 voti, pari al 36,65%, superando il Pd che si è fermato a 36’697 (29,99%). Più ristretto il margine per la votazione relativa al Senato, nella quale il centrodestra ha ottenuto il 36,82% con 45’022 voti, appena 576 in più del Partito democratico (36,35%).

Il quadro però cambia se si considera il totale dei voti della coalizione: in Svizzera, infatti, il centrosinistra, a differenza dello schieramento avversario, ha presentato liste separate per i vari partiti alleati, ovvero, oltre al Pd, anche l’Alleanza Verdi/Sinistra, +Europa (questi ultimi due non presenti nella scheda per il Senato) e Impegno Civico. Ebbene, sommando ai voti del Partito democratico quelli degli altri partiti della coalizione di centrosinistra la situazione vede quest’ultima ottenere in totale 51’237 voti, pari al 41,7% alla Camera e 48’020, pari al 39,27% al Senato. Cifra dunque complessivamente superiore a quella ottenuta dal centrodestra, e che rispecchia il risultato complessivo del voto degli italiani all’estero, che per quanto riguarda la Circoscrizione Europa vede il Partito democratico, da solo, in netto vantaggio sul centrodestra, a poche sezioni dalla fine degli scrutini, con 229’942 voti pari al 41,67% contro i 159’164 (28,84%) dello schieramento di Giorgia Meloni e alleati per la votazione per la Camera. Vantaggio analogo per il Senato con il Pd al 31,33% (173’909 voti) e il centrodestra unito al 28,52% (158’293 voti). Complessivamente, gli italiani all’estero per il Senato affidano attualmente il 33,83% dei voti al Partito democratico (più l’1,34% di Impegno Civico) e il 27,03% al centrodestra, e per la Camera il 28,10% ai dem (a cui si aggiunge il 4,82% dell’Alleanza Sinistra/Verdi, il 2,73% di +Europa e l’1,07% di Impegno Civico) e il 26% al centrodestra.

Se dunque il Pd, almeno in Svizzera, perde lo storico primato di partito più votato dagli italiani in Svizzera, l’onda del centrodestra non sembra superare i confini della Penisola, con la coalizione di centrosinistra che, come è accaduto in quasi tutte le ultime votazioni ad eccezione dei risultati per il Senato del 2008, riscuote la maggioranza dei consensi fra i cittadini del Belpaese residenti all’estero.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved