22.09.2022 - 14:57
Aggiornamento: 15:15

La Protezione civile ‘corteggia’ le donne

Dopo l’esercito, anche la Pc punta ad allargare i suoi ranghi: presentata una campagna informativa per servizio volontario femminile

Ats, a cura di Red.Web
la-protezione-civile-corteggia-le-donne
Keystone
Non per soli uomini

Dopo l’esercito, anche la protezione civile (Pc) vuole attirare più donne nei suoi ranghi. A questo scopo oggi è stata lanciata una campagna di comunicazione per informare meglio queste ultime sul servizio volontario nella Pc e motivarle a farne parte.

Nella Pc le donne sono equiparate agli uomini: possono assumere tutte le funzioni e raggiungere qualsiasi grado. Oltre ai coscritti e alle coscritte, la protezione civile accoglie anche volontari e volontarie. E proprio per convincere queste ultime, l’Ufficio federale della protezione della popolazione (Ufpp) ha pubblicato quattro filmati su donne che prestano servizio nella Pc.

La procedura di reclutamento inizia con una pre-informazione scritta inviata a tutti i giovani sedicenni di ambo i sessi. A differenza dei coscritti e delle coscritte tuttavia, i volontari e le volontarie non vengono chiamati automaticamente al reclutamento. Le donne interessate devono quindi annunciarsi.

Oltre alle sei funzioni di base (aiutante della condotta, addetto/a all’assistenza, pioniere/a, sorvegliante del materiale, sorvegliante dell’infrastruttura e cuoco/a), nella protezione civile si possono rivestire diverse funzioni di specialista e di quadro, precisa ancora l’Ufpp.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved