02.09.2022 - 15:52
Aggiornamento: 16:09

È mistero sulla scomparsa di due persone nell’Arve

Solo ipotesi ma niente certezze. Se non che all’appello mancano una 29enne che stava cercando di recuperare il suo cane e un passante

Ats, a cura di Red.Web
e-mistero-sulla-scomparsa-di-due-persone-nell-arve
Keystone
Un dramma ancora tutto da chiarire

È tuttora avvolta dal mistero la scomparsa di due persone e di un cane ieri a fine mattinata nelle acque del fiume Arve in territorio di Vessy, nel canton Ginevra. I media oggi formulano l’ipotesi di una folgorazione, per un difetto di un’installazione nei pressi di un impianto idroelettrico. Il gestore e gli inquirenti non si esprimono.

Il dramma è avvenuto poco dopo le 11, nei pressi di un impianto di pompaggio. Una donna di 29 anni è scomparsa mentre cercava di ritrovare il suo cane sprofondato in acqua. Un passante ha cercato di aiutarla, ma è pure lui scomparso.

Oggi il quotidiano Tribune de Genève ha ipotizzato una folgorazione. Secondo il giornale, la tragedia potrebbe essere stata causata da un difetto nel sistema elettrico del repellente per pesci installato nel sito idroelettrico. I Servizi industriali di Ginevra (Sig), che gestiscono la stazione di pompaggio, non hanno voluto commentare l’informazione. In questa fase delle indagini, riservano le loro dichiarazioni al Ministero pubblico. Anche quest’ultimo mantiene il silenzio sulla vicenda.

Durante le operazioni di soccorso, un vigile del fuoco è rimasto gravemente ferito dalla caduta di un ramo. "Non è in pericolo di morte", hanno indicato i Servizi ginevrini di pronto soccorso (Sis).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved