24.08.2022 - 14:22

In futuro più semplice istituire una ‘zona 30’

Dal prossimo anno novità in vista anche per il covetturaggio (‘car pooling’), che avrà un cartello tutto suo

Ats, a cura di Red.Web
in-futuro-piu-semplice-istituire-una-zona-30
Ti-Press
Su certe strade già lo si era sperimentato

Dal prossimo anno sarà più semplice istituire zone con velocità massima limitata a 30 km/h. Nel 2023 sarà anche introdotto un nuovo cartello stradale per il cosiddetto covetturaggio (‘car pooling’ in inglese). Lo ha deciso oggi il Consiglio federale, modificando alcune ordinanze.

Concretamente, dal 1° gennaio le autorità locali non dovranno più redigere un’analisi tecnica per disporre zone 30 su strade non destinate prevalentemente al traffico veicolare. Tali autorità avranno poi un margine di manovra superiore: potranno realizzare zone 30 anche per migliorare la qualità di vita dei residenti. La pubblicazione della decisione rimane obbligatoria, così come resta invariato il limite generale di 50 km/h.

Il nuovo segnale destinato al covetturaggio – costituito da un’auto con più occupanti e una cifra indicante il numero minimo di persone che devono trovarsi a bordo – permetterà da parte sua di segnalare la presenza di carreggiate o corsie a esso esclusivamente destinate. Potrà essere usato anche per contrassegnare parcheggi destinati al ‘car pooling’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved