ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

Rösti e Herzog sempre favoriti, ma i gruppi non si sbottonano

Ultime audizioni oggi dei candidati al Consiglio federale. Solo i Verdi liberali esprimono una preferenza maggioritaria per la ‘senatrice’ basilese.
consiglio degli stati
6 ore

Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’

‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
9 ore

Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo

Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
13 ore

Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona

La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
13 ore

Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni

Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
19 ore

‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’

Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
ginevra
1 gior

Tariq Ramadan sarà processato per stupro e coazione sessuale

La procura aveva aperto un’indagine nel 2018: una donna aveva accusato Tariq Ramadan di averla sequestrata e poi aver abusato di lei nel 2008 in un hotel
cyberpornografia
1 gior

Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate

Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
global tax
1 gior

Imposta minima, divergenze tra i due rami del Parlamento

I punti riguardano le ripartizioni degli introiti: 75% ai cantoni per il Consiglio degli Stati, “solo” il 50% per il Nazionale
Svizzera
1 gior

‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge

Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
24.08.2022 - 11:55
Aggiornamento: 15:24

Quando andare allo stadio diventa un lusso

Alcune partite di calcio possono costare più di 200 franchi a famiglia. Più care quelle di hockey, dove il prezzo può superare anche i 300 franchi.

Ats, a cura di Red.Web
quando-andare-allo-stadio-diventa-un-lusso
Keystone

Andare allo stadio sta diventando un lusso in Svizzera: lo sostiene il periodico consumeristico K-Tipp, che ha calcolato i costi che è chiamato a sopportare chi vuole portare la famiglia a vedere una partita di calcio o di hockey. Si può arrivare a sfiorare i 370 franchi.

Nel numero oggi in edicola la testata zurighese ha effettuato un’analisi dei prezzi praticati dalle 10 squadre della Super League (massima categoria del calcio elvetico) e dalle 14 della National League (il corrispettivo per il disco su ghiaccio). I giornalisti hanno preso come riferimento una famiglia con due adulti e due ragazzi di 9 e 12 anni, che prendono posto sulla tribuna opposta a quella principale (più cara). Gli adulti inoltre si concedono un bratwurst e una birra, mentre ai bambini va una porzione di patatine fritte e una bibita.

Per questa sorta di pacchetto di divertimento il football club Zurigo chiede 230 franchi: è il prezzo più elevato in ambito calcistico. Seguono Young Boys (227), Basilea (225), Lucerna (220), Grasshopper (180), San Gallo (178), Sion (177), Servette (140), Lugano (130) e Winterthur (120).

A Zurigo un bambino paga la tariffa piena già a partire da 7 anni: deve quindi sborsare 45 franchi. "Troppi prezzi diversi comporterebbero un grande sforzo di controllo in termini di personale e di tempo", si giustifica la società in dichiarazioni riportate da K-Tipp. Tuttavia non sembrano esserci problemi al riguardo per tutti gli altri club calcistici della massima divisione: i bambini e i giovani pagano chiaramente meno per un posto a sedere rispetto agli adulti. La tariffa minore è praticata allo stadio di Cornaredo (5 franchi), ma anche club di primissimo piano come Basilea e Young Boys offrono ai piccoli uno sconto del 50% sul prezzo normale.

La tariffa meno cara per gli adulti – 30 franchi nell’esempio in questione – viene invece proposta dal Winterthur, una squadra nota per il suo carattere molto popolare e non elitario. "Offriamo i posti a sedere al prezzo più basso possibile, in modo che gli spettatori possano permettersi anche una salsiccia o una bibita", spiega un responsabile del club.

Chi pensa di passare dal calcio all’hockey sperando di poter pagare meno si sbaglia di grosso: accedere ai palazzetti del ghiaccio è ancora più caro. Il salasso maggiore è quello richiesto dallo Zugo, dove la famiglia in questione arriva a sborsare 368 franchi; ma a seconda dell’avversario e del numero di spettatori i singoli biglietti a Zugo possono ancora cambiare, perché il club adegua i prezzi alla domanda. Anche il Ginevra-Servette applica un sovrapprezzo di 5 franchi per gli avversari con molti sostenitori; presso tutti gli altri club i prezzi sono invece fissi.

Stando ai calcoli di K-Tipp più di 300 franchi devono pagare anche gli spettatori di Losanna (328 franchi), Rapperswil (318) e Davos (313). Seguono Langnau (276), Ajoie (248), Berna (228), Friburgo (222), Bienne (218), Zurigo (208), Kloten (192).

In fondo alla classifica vi sono i dati non ancora completi di Ginevra-Servette (222), Ambrì-Piotta (188) e Lugano (147): per la squadra leventinese non è ancora noto il prezzo dei ragazzi (e quindi non è stato computato nel calcolo), mentre per le altre due società non si sa ancora quanto costeranno cibi e bevande.

In generale può infine ancora essere osservato che le società hockeystiche hanno meno remore di quelle calcistiche nell’incassare sui ragazzini: solo 6 dei 14 club della massima lega offrono biglietti scontati per i bambini. Si tratta di Lugano, Zurigo, Kloten, Friburgo, Bienne, e Ginevra-Servette. Altrove i piccoli fan devono pagare il prezzo pieno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved