09.08.2022 - 17:21
Aggiornamento: 17:50

Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale

Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti

Ats, a cura di Red.Web
al-ps-dell-inselspital-il-dolore-si-calma-con-la-realta-virtuale
Keystone

Un’équipe dell’Inselspital di Berna ha testato degli occhiali di realtà virtuale per alleviare il dolore dei pazienti del Pronto soccorso. Funziona e più del 90% dei partecipanti lo raccomanderebbe, secondo uno studio pubblicato sulla rivista BMC.

Lo studio pilota è stato condotto su 52 pazienti, ha dichiarato l’ospedale in un comunicato. I pazienti soffrivano di diversi problemi, ma tutti avevano un livello di dolore superiore a 3 su una scala di 10.

Ai partecipanti sono stati forniti occhiali per la realtà virtuale che li hanno portati a fare una passeggiata in una foresta o su una spiaggia. L’esperienza immersiva durava venti minuti e poteva essere interrotta in qualsiasi momento su richiesta del paziente o per motivi medici.

I risultati: anche in un ambiente agitato come quello del Pronto soccorso, il metodo ha avuto successo, con una riduzione media del dolore percepito di 1,5 punti. Anche la paura è stata ridotta di 2 punti su una scala di 10. Più della metà dei pazienti che lo hanno sperimentato hanno ritenuto che li avesse aiutati e più del 90% lo raccomanderebbe. Non è stata riscontrata alcuna differenza tra uomini e donne.

"C’è un urgente bisogno di terapie del dolore non farmacologiche nei servizi di Pronto soccorso", ha dichiarato Thomas Sauter, primario del servizio delll’Inselspital. I metodi convenzionali, come gli esercizi di rilassamento o la meditazione, non si prestano bene alla stressante routine quotidiana di queste unità. I ricercatori intendono ora ottimizzare il metodo conducendo uno studio più ampio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved