09.08.2022 - 14:00

Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso

Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria

Ats, a cura di Red.Web
dopo-l-incendio-il-kunsthaus-abbassa-il-prezzo-d-ingresso
Keystone

Il Kunsthaus di Zurigo intende inaugurare la mostra dedicata a Niki de Saint Phalle il 2 settembre come previsto, ma per via dell’incendio avvenuto settimana scorsa, la piena operatività dell’istituzione sarà limitata "probabilmente fino alla fine dell’anno". Nel frattempo sono iniziati i lavori di pulizia, ha annunciato oggi il museo. A causa dell’offerta ridotta, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso per la visita alla collezione a 18 franchi, dai normali 23 franchi.

Lunghi lavori di pulizia

L’incendio del vecchio edificio, nella notte tra il 2 e il 3 agosto, è stato provocato dall’autocombustione di un piccolo dispositivo a batteria depositato nella sala di imballaggio, afferma un comunicato odierno, precisando che ci vorranno diversi mesi per rimuovere la fuliggine da soffitti, pareti e pavimenti e per spostare, ispezionare ed eventualmente pulire circa 400 dipinti e sculture.

I lavori di ripristino nelle ali Moser, Müller e Pfister sono in corso da ieri. Oltre al team del Kunsthaus, sono attive diverse imprese di pulizia.

Non è stato colpito dall’incendio il Chipperfield Building con la mostra "Federico Fellini. Dal disegno al film" e le collezioni private Bührle, Merzbacher e Looser. Anche la biblioteca del Kunsthaus in Rämistrasse, annessa al vecchio edificio, non è interessata. La Collezione di Arti Grafiche, invece, sarà nuovamente accessibile da settembre, precisa l’istituzione.

Leggi anche:

Incendio al Kunsthaus di Zurigo, chiuso l’edificio storico

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved