29.07.2022 - 12:46
Aggiornamento: 14:00

Soldi per evitare il carcere al figlio: anziani raggirati

Si spaccia per una procuratrice pubblica e si fa consegnare a Coira diverse decine di migliaia di franchi dalla coppia

Ats, a cura di Red.Web
soldi-per-evitare-il-carcere-al-figlio-anziani-raggirati
Ti-Press
Raggirati con furbizia e facendo pressione

Una coppia di anziani ieri pomeriggio ha consegnato diverse decine di migliaia di franchi a una falsa procuratrice pubblica a Coira. La truffatrice aveva detto alle vittime che solo il pagamento di una elevata cauzione avrebbe evitato al loro figlio una lunga pena detentiva. Nel caso di altre sei persone, il tentativo è andato a vuoto, riferisce la Polizia cantonale grigionese in un comunicato.

Gli anziani sono stati chiamati verso le 15 da una donna che sosteneva di essere dell’ufficio di una Procura e di essere in contatto con un giudice. Il figlio della coppia – ha raccontato la truffatrice – aveva causato un incidente stradale mortale a Basilea ed era in stato di fermo. Una lunga pena detentiva poteva essere evitata solo con il pagamento di una cauzione elevata. La coppia intimidita ha quindi prelevato del denaro da una banca e lo ha consegnato a uno sconosciuto nel capoluogo grigionese.

Già una decina di giorni or sono la truffa della falsa procuratrice aveva avuto successo nel Canton San Gallo: sempre una coppia di anziani in quell’occasione aveva consegnato 60’000 franchi a una sconosciuta per aiutare la nuora, che si presumeva fosse in detenzione preventiva.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved