buttate-ogni-anno-5-000-tonnellate-di-carne-commestibile
Ti-Press
Non tutto sarebbe da buttare
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 min

Ubriaco rimane bloccato con l’auto su un ponticello pedonale

Ha dichiarato di aver preso una scorciatoia per rincasare. Gli è stata rilevata un’alcolemia dell’1,4 per mille
Svizzera
21 min

Il clima obbliga la viticoltura vallesana a ripensarsi

Siccità e temperature elevate, oppure gelo e piogge abbondanti: gli eventi estremi mettono a dura prova il settore. Studi in corso, il Cantone investe
Svizzera
1 ora

Stelle cadenti, venerdì notte il clou dello spettacolo

A Sud delle Alpi le nuvole potrebbero ostacolare l’osservazione. La luminosità della Luna potrebbe offuscare le Perseidi meno appariscenti
Svizzera
1 ora

Si scioglie il ghiaccio, il passo riaffiora dopo 2’000 anni

Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a quota 2’800 metri, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro
Svizzera
2 ore

Le associazioni padronali: tre ‘sì’ e un ‘no’ il 25 settembre

A esprimersi oggi sulle prossime votazioni quattro associazioni economiche. Il ‘no’ riguarda l’iniziativa sull’allevamento intensivo
Svizzera
2 ore

L’aumento dei tassi non sta impattando il mercato degli alloggi

Lo rilevano gli economisti di Raiffeisen. I tassi più alti influenzano invece le scelte delle modalità di finanziamento per acquisti o rinnovi di mutui
Svizzera
2 ore

Statuto S: raggiunta la soglia di 60mila

Attese tra le 80mila e le 120mila richieste per quest’anno da parte di rifugiati ucraini
Svizzera
2 ore

Mosca: ‘La Svizzera non può rappresentare Kiev’

Secondo la Russia la Confederazione ha smesso di essere neutrale aderendo alle sanzioni
Svizzera
5 ore

Bancomat fatto esplodere nel Canton Soletta

È successo la scorsa notte a Nuglar, un villaggio a pochi chilometri da Basilea. I residenti dell’edificio sono stati evacuati
Svizzera
6 ore

La Svizzera importerà 1’000 tonnellate di burro in più

Ad oggi la produzione di latte è inferiore alle aspettative e la maggior parte viene impiegata per produrre formaggio
15.06.2022 - 20:35
Ats, a cura de laRegione

Buttate ogni anno 5’000 tonnellate di carne commestibile

È quanto la grande distribuzione convoglia verso gli impianti di produzione di biogas: l’equivalente del consumo annuale di 100 mila svizzeri

Ogni anno le catene della grande distribuzione come Migros e Coop tolgono dalla vendita 5’000 tonnellate di carne ancora perfettamente commestibile per convogliarla verso gli impianti di produzione di biogas: è quanto emerge da un’indagine realizzata da K-Tipp nei centri di smaltimento.

La stima viene confermata sullo stesso periodico consumieristico da Claudio Beretta, ricercatore zurighese autore di diversi studi sullo spreco alimentare realizzati per contro del Politecnico federale. Le 5’000 tonnellate in questione corrispondo al consumo annuale di carne di 100’000 svizzeri.

Concretamente, i prodotti in questione finiscono negli impianti di compostaggio. Una macchina taglia in piccoli pezzi la carne, compresi gli imballaggi di plastica. La macchina separa poi l’alimento dalla plastica. Il tutto viene poi fermentato in biogas a 56 gradi.

La carne di cui si parla è quella che giunge alla scadenza di vendita. I grossisti potrebbero togliere il prodotto dal frigorifero l’ultimo giorno di consumo, rietichettarlo, congelarlo, offrirlo a prezzo ridotto o donarlo a un’organizzazione caritatevole.

La Confederazione lo consente esplicitamente. In una circolare i funzionari raccomandano: "Tali alimenti devono essere etichettati con la data di congelamento più 90 giorni. Possono essere consegnati ai consumatori se viene rispettata la catena di congelamento". Dopo lo scongelamento, la carne deve essere consumata entro 24 ore.

Con misure di questo tipo Berna vuole ridurre la distruzione di cibo del 50% entro il 2030. I grandi distributori Coop e Migros hanno sottoscritto un piano d’azione federale. Ma malgrado questo continuano a mandare agli impianti di biogas la carne fresca commestibile invece di congelarla e regalarla.

Contattata da K-Tipp, Coop spiega che "non è in grado di implementare i requisiti per garantire pienamente la catena del freddo". Migros non risponde direttamente, ma fa presente che la pianificazione degli acquisti rappresenta una sfida: in particolare nel periodo delle grigliate le vendite di carne sono direttamente collegati alla meteo.

Beretta, oggi assistente di ricerca presso la scuola universitaria professionale di scienze applicate di Zurigo (Zhaw) e presidente dell’associazione Foodwaste.ch, critica l’atteggiamento dei grandi distributori. "Ogni tonnellata di carne che finisce nell’impianto di biogas è un enorme spreco di cibo, perché la carne potrebbe essere facilmente consumata".

Che si possa agire in modo diverso è dimostrato dalla Globus di Zurigo: l’ex filiale di Migros porta la carne fresca in scadenza direttamente al banco alimentare gratuito per i poveri e i senzatetto sulla Europaallee di Zurigo. L’operatrice e fondatrice dell’associazione Incontro, suor Ariane Stocklin, afferma: "Da noi la carne è molto gradita e ricercata". Sempre stando al K-Tipp anche l’associazione Tischlein deck dich, che distribuisce cibo ai poveri, vorrebbe regalare ai suoi assistiti la carne fresca congelata dei grandi distributori.

La carne è un prodotto caro e con un forte impatto ambientale, ricorda la testata zurighese. Ogni chilogrammo costa inoltre al contribuente 3,70 franchi, attraverso le sovvenzioni, secondo uno studio dell’associazione Vision Landwirtschaft. Gassificando 5’000 tonnellate di carne fresca i rivenditori distruggono perciò ogni anno 18 milioni di franchi di denaro pubblico.

Inoltre la produzione di carne provoca molti gas serra dannosi per il clima. Secondo Beretta le 5’000 tonnellate in questione sono all’origine di 51’000 tonnellate di Co2: cioè la stessa quantità che emetterebbero 4’000 automobili in un viaggio intorno al mondo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
carne spreco alimentare svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved