cartella-informatizzata-del-paziente-le-autorita-ci-credono
Keystone
La versione cartacea è ancora quella predominante
24.05.2022 - 18:45
Ats, a cura de laRegione

Cartella informatizzata del paziente, le autorità ci credono

Malgrado solo uno svizzero su mille la utilizzi, per Confederazione e Cantoni ‘siamo sulla buona strada’. E puntano al suo rilancio

Solo uno svizzero su mille dispone di una cartella informatizzata del paziente (Cip), introdotta gradualmente a partire dal 2021. Malgrado le critiche, ad ogni buon conto, Confederazione e Cantoni non lo considerano un fallimento. Oggi davanti ai media alcuni loro rappresentanti hanno definito il progetto "sulla buona strada".

Secondo i dati attuali, solo 9’000 persone hanno aperto una Cip. Si tratta principalmente di abitanti della Svizzera romanda. Anche tra i fornitori di servizi lo strumento non ha ancora preso piede: il 13% dei medici in attività lavora ancora con cartelle cartacee, ha spiegato Nassima Mehira dell’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp).

Negli studi medici vengono utilizzati un’ottantina di software per l’inserimento dei dati dei pazienti. Di conseguenza, spesso gli stessi dati devono essere raccolti e inseriti più volte. Secondo Mehira, gli insegnamenti tratti dalla pandemia potrebbero contribuire ad accelerare la trasformazione digitale anche su questo fronte.

Alla fine di aprile il Consiglio federale ha annunciato di voler prendere in mano la situazione. In futuro, la Cip sarà considerata uno strumento dell’assicurazione sanitaria obbligatoria. In tal modo la Confederazione estenderà le proprie competenze.

Per i Cantoni il finanziamento rimane l’ostacolo principale. Per la Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità, la questione del finanziamento non è ancora stata risolta. La Confederazione auspica da parte sua una chiara divisione dei compiti e delle responsabilità: i costi dei dati di riferimento a carico dei Cantoni, mentre quelli di sviluppo della Confederazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cartella informatizzata salute
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved