ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Kutter dal centro paraplegici di Nottwil: ‘Ce la faremo!’

Il consigliere nazionale zurighese twitta un messaggio di ottimismo dopo l’incidente sugli sci costatogli la frattura di due vertebre cervicali
Svizzera
1 ora

I Cantoni potrebbero restare per anni senza i soldi della Bns

È quanto affermano gli economisti dell’Ubs. La probabilità di una distribuzione salirà di nuovo sopra il 50% soltanto nel 2026
Svizzera
2 ore

Nel 2022 il 66% in più di traffico aereo in Svizzera

Il dato si sta riavvicinando a quello del periodo pre-pandemico distaccandosi solo del 12% rispetto al 2019
Svizzera
3 ore

Syndicom: basta molestie e sessismo nelle redazioni

Sulla scia delle rivelazioni su casi di mobbing e sessismo presso una testata del gruppo Tamedia, il sindacato dei media reclama un cambio di cultura
Svizzera
3 ore

Niente da fare per l’iniziativa per pensioni eque

I promotori gettano la spugna: l’obiettivo delle 100mila firme entro il 7 marzo resta una chimera
Svizzera
3 ore

Grindelwald, fiamme in una stazione della seggiovia

L’incendio si è sviluppato nella struttura a valle dell’impianto di risalita ‘Schilt’. Chiusa per motivi di sicurezza anche la vicina ‘Grindel’
Svizzera
4 ore

Dipendenze Svizzera contro la vendita notturna di alcolici

La Fondazione rileva come nei cantoni in cui dalle 21 alle 6 non è in vendita l’alcol, a parte il vino, i ricoveri dei giovani sian diminuiti del 30%
Svizzera
6 ore

La disoccupazione ‘Seco’ sale al 2,2%, il Ticino al quinto posto

I dati della Segreteria di Stato per l’economia non includono chi ha esaurito il diritto a ricevere le prestazioni o si trova a beneficio dell’assistenza
19.05.2022 - 14:30
Aggiornamento: 15:27

Per Smood un Ccl con migliori condizioni di lavoro. Unia critica

Il Ccl negoziato prevede un salario minimo di 23 fr./ora e un minimo di 4 ore di lavoro settimanali garantite. Dovrà ora essere accettato dal personale

per-smood-un-ccl-con-migliori-condizioni-di-lavoro-unia-critica
Keystone

I lavoratori di Smood avranno migliori condizioni di lavoro dal prossimo ottobre: è quanto indicano oggi il sindacato Syndicom e la stessa azienda che si occupa di consegna di alimentari a domicilio, annunciando che è stato negoziato un contratto collettivo di lavoro (CCL). Ora dovrà essere accettato dal personale, ma il sindacato Unia denuncia un aggiramento delle regole.

Il salario minimo sarà di 23 franchi all’ora, escluse mance e bonus, e dovranno essere garantite un minimo di quattro ore settimanali di lavoro, nonché incarichi di una durata minima di due ore. A ciò si aggiunge una "equa regolamentazione dei costi del chilometraggio", l’indennità del 5% per il lavoro domenicale e il diritto di partecipazione per il personale addetto alle consegne, scrivono Smood e Syndicom in un comunicato congiunto. Con questi nuovi standard, viene sottolineato, Smood dà l’esempio agli altri operatori del settore.

In particolare in Svizzera romanda, i dipendenti hanno spesso incrociato le braccia - in particolare alla fine del 2021 - per protestare contro le insufficienti condizioni di lavoro. L’accordo raggiunto ora "è il risultato di un dialogo iniziato nel gennaio 2021", con "discussioni intense e talvolta difficili", ammettono l’azienda e il sindacato nella nota odierna. Il personale addetto alle consegne di Smood verrà consultato nei prossimi due giorni e dovrà deciderà se è d’accordo con questo CCL.

Il sindacato sottolinea infine che sono attualmente in corso le trattative per un contratto collettivo di lavoro volto a regolare l’intero settore delle consegne.

Unia insorge

Il sindacato Unia, tramite un comunicato, critica aspramente quanto avvenuto. A suo avviso, i lavoratori non sono stati adeguatamente consultati in anticipo.

Unia e i suoi membri, 80 dei quali hanno scioperato per 36 giorni per migliorare la loro situazione, non sono stati coinvolti nel processo e non sono stati informati del contenuto del nuovo CCL, scrive il sindacato, che si oppone anche al limite di due giorni fissato per la consultazione.

A loro avviso, inoltre, nell’accordo raggiunto tra Smood e Syndicom non sono presenti elementi obbligatori - nel CCL del settore della ristorazione - come le cinque settimane e la 13esima.

Il conflitto sociale che riguarda Smood aveva portato all’avviamento di una procedura di conciliazione nel Canton Ginevra - condotta dalla Chambre des relations collectives de travail (CRCT) - che però non aveva permesso di trovare una soluzione. Syndicom alla fine dello scorso gennaio aveva annunciato che la conciliazione era fallita. Oggi, i sindacalisti di Unia tornano anche su questa vicenda, dicendosi sorpresi che "le disposizioni del CCL siano lontane dalle raccomandazioni della CRCT".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved