sacchi-che-puzzano-a-basilea-ci-sono-i-bebbi-sack-da-10-litri
Keystone
12.04.2022 - 14:01
Aggiornamento : 16:03

Sacchi che puzzano? A Basilea ci sono i ‘Bebbi-sack’ da 10 litri

Questo formato ‘motiverebbe le persone a riciclare ancora di più’. Inoltre soddisfa le necessità delle piccole famiglie che sono ‘in costante aumento’.

Plastica, carta, scarti vegetali... Già da diversi anni è possibile smaltire questi e altri materiali separatamente. Cosa rimane dunque nel sacco della raccolta indifferenziata? Spesso molto poco, che però a volte puzza. Soprattutto se si è soli e per riempirne uno da 17 litri ci si mette anche un mese. I basilesi, anche chiamati ‘Bebbi’, hanno trovato una soluzione: il ’Bebbi-Sack’ da 10 litri.

Dal primo febbraio a Basilea Città i rifiuti domestici possono infatti essere smaltiti anche in questi sacchi più piccoli, dal costo di 70 centesimi l’uno. In commercio sono disponibili rotoli da venti pezzi.

Il governo basilese, come riportato dal portale ‘Telebasel’, ha risposto così a un bisogno della popolazione. Necessità che era stata espressa in una mozione parlamentare del Partito socialista. "Il Consiglio di Stato giustifica l’introduzione del sacco da 10 litri anche con il fatto che il numero di piccole famiglie a Basilea è in costante aumento. Inoltre, sacchi di rifiuti più piccoli motiverebbero le persone a riciclare i materiali in modo ancora più consistente".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
basilea rifiuti sacco rifiuti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved