l-accoglienza-dei-rifugiati-22-000-finora-funziona
Keystone
Karin Keller-Sutter in visita a una struttura per l’accoglienza dei rifugiati ucraini
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 min

L’inflazione incombe sulla ristorazione svizzera

In Svizzera il fenomeno è ancora limitato rispetto all’area Euro. Ma c’è già chi, come la catena Starbucks, ha alzato leggermente i prezzi
Svizzera
33 min

Aumentano gli incidenti gravi sulle strade svizzere

Nel 2021 sono stati 3’933, e in duecento casi con esito letale. In Ticino la proporzione più elevata
Svizzera
3 ore

Sempre più privati richiedono l’accesso a documenti ufficiali

L’anno scorso le domande di visionare questi atti sono state 1’385, il 16% in più rispetto al 2020. Accesso completo concesso solo in 694 casi
Svizzera
3 ore

Il Covid ha pesato sul turismo anche nel 2021: -43,9% di entrate

Rispetto al 2019 la bilancia segna un -605 milioni di franchi
Svizzera
18 ore

71 pecore precipitate nell’Oberland grigionese, sospetto lupo

Gli ovini sono caduti da una parete rocciosa alta dieci metri, 24 sono morti e 19 hanno dovuto essere abbattuti. Si pensa all’attacco di un predatore
Svizzera
19 ore

Aumenta il consumo degli oppioidi in Svizzera

Uno studio del Politecnico di Zurigo evidenzia come la vendita è cresciuta del 91 per cento, così come sono triplicate le chiamate a Tox Info
Svizzera
21 ore

Google inaugura una terza sede a Zurigo

La terza filiale si trova a pochi passi dalla stazione centrale, nella Europaallee. Il gruppo tecnologico americano impiega circa 5’000 persone in città
Svizzera
22 ore

Panne a Skyguide, le risposte attese per fine estate

Presentato il primo rapporto intermedio relativo al malfunzionamento che il 15 giugno aveva portato alla chiusura dello spazio aereo svizzero
Svizzera
22 ore

Riforma Avs, Berset difende la pensione a 65 anni per le donne

La riforma, secondo il consigliere federale, permetterebbe di stabilizzare le finanze dell’Avs per dieci anni e garantire l’attuale livello di rendite
Svizzera
22 ore

Il Kunsthaus fa luce sulle opere d’arte rubate dai nazisti

Il neopresidente della società che gestisce il museo vuole indagini sulla Collezione Bührle. Fra i dipinti un’opera proveniente dalle isole di Brissago
02.04.2022 - 10:11
Ats, a cura de laRegione

‘L’accoglienza dei rifugiati (22’000 finora) funziona’

Ad affermarlo è Karin Keller-Sutter. Secondo cui ‘dovremo cercare altri alloggi per le persone ospitate da privati’

Conflitti - Ucraina: accoglienza rifugiati funziona, secondo Keller-Sutter
BERNA (ats) -
Considerata l’entità della sfida, l’accoglienza dei rifugiati ucraini in Svizzera si sta svolgendo bene. Lo ha dichiarato la ministra della giustizia Karin Keller-Sutter in un’intervista pubblicata oggi dal Tages-Anzeiger. Nelle intenzioni della quale vi è la prossima nomina di una persona incaricata di sviluppare scenari per una pianificazione a lungo termine.

La Confederazione ha gettato le basi molto presto per l’accoglienza dei rifugiati con lo statuto di protezione S convolgendo subito gli attori importanti, ha sottolineato Keller-Sutter. Dato il suo federalismo, la Svizzera è un po’ come una macchina di Tinguely: occorre del tempo affinché si avvii, ma una volta che si mette in moto, funziona.

Nuove sfide si pongono tuttavia ogni giorno, alle quali si deve aggiungere il fatto che non si sa quante persone arriveranno ancora, ha aggiunto la ministra. La Russia distrugge consapevolmente strutture civili al fine di annientare le basi della vita delle persone. Vladimir Putin vuole destabilizzare l’Europa con i rifugiati, ha rilevato la consigliera federale, aggiungendo che si tratta di una guerra ibrida.

Secondo Keller-Sutter, occorre pure una pianificazione a lungo termine. "Se le persone in fuga hanno bisogno di una protezione più lunga da noi, dovremo sicuramente cercare altri alloggi per una parte di esse che vivono presso privati cittadini", ha spiegato. La consigliera federale precisa che ciò è di competenza dei cantoni e comuni.

La ministra della giustizia intende designare prossimamente una persona incaricata di sviluppare scenari strategici a medio e lungo termine.

Rientrare "il più presto possibile"

Le persone che sono fuggite in Svizzera – perlopiù donne con bambini che hanno lasciato il loro marito in Ucraina – non si considerano tuttavia come rifugiati che vogliono restare in Svizzera. Sperano di rientrare il più rapidamente possibile nel loro Paese d’origine, ha osservato la sangallese.

Tale parere è condiviso anche dalla direttrice della Segreteria di Stato della migrazione (Sem) Christine Schraner Burgener. "Il 30 marzo, ero a Chiasso: tutte le Ucraine che ho incontrato mi hanno confidato che non volevano essere un peso per la società elvetica e che desideravano rientrare a casa il più presto possibile", ha indicato in un’intervista rilasciata oggi a Le Temps.

Nel frattempo, queste donne – spesso molto qualificate – devono poter lavorare. Per questo occorre risolvere il problema degli asili nido, ha aggiunto Christine Schraner Burgener. Alla domanda se teme, vista la mancanza attuale di posti, che genitori svizzeri si sentano svantaggiati, la segretaria di Stato ha risposto che è nell’interesse di tutti che i bambini vengano accuditi affinché le donne giunte in Svizzera possano lavorare.

Quasi 22’000 rifugiati

Schraner Burgener ha ricordato che gli oppositori russi al regime di Putin possono pure chiedere asilo in Svizzera. Quest’anno la Confederazione ha ricevuto, finora, circa 40 domande di asilo di cittadini russi. In tutto il 2021 erano state 77.

Sino a oggi circa 22’000 rifugiati ucraini sono stati registrati in Svizzera. I centri di asilo federali stanno raggiungendo i loro limiti in materia di accoglienza. Sale da ginnastica appartenenti all’esercito saranno aperte nei prossimi giorni per accoglierli.

Attualmente 9’000 posti sono disponibili nei centri d’asilo federali, ma con l’estensione delle capacità, tale cifra dovrebbe passare a 12’000 nelle prossime settimane. In un primo tempo, due sale militari saranno aperte a Thun (Be) e a Chamblon (Vd).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
karin keller-sutter rifugiati ucraini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved