ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

‘L’assunzione e la formazione di ucraini va incoraggiata’

Lo auspica il presidente dell’Associazione Svizzera-Ucraina Andrei Lushnycky, secondo cui entrambi i Paesi ne trarrebbero vantaggi
Svizzera
3 ore

Aumenta la percentuale di donne? Gli uomini cambiano strada

Più che le competenze e gli interessi, nell’ambito lavorativo sono le proporzioni a creare mestieri tipicamente maschili e femminili
Svizzera
17 ore

Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale

Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
20 ore

Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica

Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
21 ore

Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr

Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
23 ore

I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese

Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
23 ore

Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano

A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
1 gior

L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione

Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior

Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale

I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior

Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira

Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
04.03.2022 - 12:05
Aggiornamento: 15:28

‘Iniziativa biodiversità’, ecco il piano B del Governo

Il Consiglio federale punta su un controprogetto indiretto, andando a ritoccare la legge sulla protezione della natura e del paesaggio

iniziativa-biodiversita-ecco-il-piano-b-del-governo
Ti-Press
Un patrimonio da preservare

La biodiversità va meglio protetta, ma non come proposto dall’iniziativa "Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio", che, se approvata, limiterebbe in modo eccessivo il margine di manovra di Confederazione e Cantoni. È il parere del Consiglio federale, che ha pertanto deciso di contrastarla con un controprogetto indiretto, ossia tramite una revisione della legge sulla protezione della natura e del paesaggio (Lpn).

Punto centrale del controprogetto, che tiene anche conto degli obiettivi di politica energetica, è garantire lo spazio necessario ad animali e piante. A tal fine, il Governo vuole che il 17% del territorio nazionale venga definito come zona di protezione della biodiversità. Questo obiettivo è già presente nella Strategia Biodiversità Svizzera del 2012. Attualmente, la quota di queste aree protette è pari al 13,4%. Con l’inserimento dell’obiettivo nella legge, il Governo rafforza il suo mandato. La quota richiesta può essere raggiunta ad esempio «integrando ed estendendo i biotopi regionali e locali oppure con l’ampliamento, già in corso, delle riserve forestali», precisa l’esecutivo. Le aree protette nazionali esistenti devono essere risanate se necessario.

A queste superfici, dette "infrastruttura ecologica", vanno ad aggiungersi le aree d’interconnessione, che assicurano alle specie libertà di movimento nel paesaggio per nutrirsi, riprodursi o colonizzare nuovi spazi vitali. A tal fine sono necessari corsi d’acqua prossimi allo stato naturale, margini boschivi, spazi verdi pregiati in termini ecologici lungo le infrastrutture di trasporto nonché ponti per la fauna selvatica e passaggi per gli anfibi. Il controprogetto indiretto obbliga le autorità – Confederazione e Cantoni – a sviluppare ulteriormente questa infrastruttura.

Un altro "elemento chiave" del controprogetto è la promozione tramite incentivi della natura nelle città e nei comuni, come spazi verdi e corpi idrici prossimi allo stato naturale come pure tetti e facciate verdi. Ciò andrà realizzato in collaborazione con i Cantoni.

Il controprogetto introdurrà nella Lpn anche il concetto di "cultura edilizia di elevata qualità". Lo scopo, indica l’esecutivo, è «conciliare la protezione e la cura del patrimonio naturale e culturale con l’ulteriore sviluppo di elevata qualità dello spazio insediativo».

Da notare che il controprogetto è stato ridefinito dopo la consultazione. Per Udc, Plr e Alleanza del Centro il primo disegno di legge proposto dal governo si spingeva troppo lontano, mentre Ps, Verdi e Verdi liberali, nonché Patrimonio Svizzero – associazione promotrice dell’iniziativa – giudicavano insufficiente il progetto elaborato dal Dipartimento dell’ambiente (Datec).

L’iniziativa

L’iniziativa "Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio (Iniziativa biodiversità)" vuole obbligare Confederazione e Cantoni a proteggere la biodiversità e il paesaggio e a farne un uso parsimonioso. A tal fine, chiede che vengano messi a disposizione più fondi pubblici.

Tra i promotori riuniti in associazione figurano Patrimonio svizzero, Pro Natura, BirdLife Svizzera e Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio. Questi sono inoltre sostenuti da altre organizzazioni attive nell’ambito dei trasporti, dell’agricoltura, dell’architettura e della protezione delle Alpi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved