la-svizzera-nel-consiglio-direttivo-dello-spazio-schengen
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Forti temporali spazzano Giura e Basilea

Nottata di maltempo nella Svizzera nordoccidentale, ma danni relativamente contenuti. A Fahy ben 20,5 millimetri di pioggia in 10 minuti
Svizzera
17 ore

Swiss dovrà cancellare altri voli in estate e autunno

La causa è la carenza di personale. Secondo Lufthansa la situazione non tornerà alla normalità prima del prossimo anno
Svizzera
18 ore

‘Alcuni settori stanno gonfiando i prezzi senza motivo’

Lo afferma ‘Mister prezzi’. La Confederazione, però, sembra non avere i mezzi per fare controlli approfonditi
Svizzera
19 ore

Caso Berset, avviati accertamenti preliminari

La sottocommissione competente del Consiglio degli Stati vuole a fare piena luce sulla scomparsa di alcune e-mail
Svizzera
20 ore

Camion precipita sul Susten: morti due ticinesi

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. A bordo del veicolo militare, usato per scopi civili, si trovavano un 51enne e un 57enne
Svizzera
20 ore

Sarà un’estate con traffico da record

A causa di scioperi e cancellazioni di voli molti sceglieranno l’auto. Il Tcs avverte: in caso di guasto si rischia però di non trovare pezzi di ricambio
Svizzera
21 ore

Sanzioni: 18 possibili violazioni segnalate dall’ufficio dogane

Un paio di giorni fa era emerso che nel mese di maggio sono state importate dalla Gran Bretagna tre tonnellate di oro con denominazione di origine russa
Svizzera
22 ore

Auto finisce nella sala da pranzo di una casa

È successo questa notte nel canton Sciaffusa. Alla guida della macchina c’era un 23enne. Nessuno ha riportato ferite gravi
Svizzera
22 ore

Incidente mortale a Pontresina: la polizia cerca testimoni

Due moto si sono scontrate ieri pomeriggio. Morte tutte le tre persone a bordo
03.02.2022 - 15:58

La Svizzera nel consiglio direttivo dello Spazio Schengen

Lo ha annunciato la consigliera federale Keller-Sutter. L’idea lanciata dal presidente francese Macron

Ats, a cura de laRegione

Il presidente francese Emmanuel Macron vuole creare un consiglio direttivo dello Spazio Schengen. La Svizzera dovrebbe esservi rappresentata, ha dichiarato oggi a Lilla la consigliera federale Karin Keller-Sutter poco prima della riunione informale dei ministri della giustizia e degli interni.

La responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (Dfgp) ieri sera ha potuto discutere brevemente dell’argomento con Macron, dopo la presentazione della proposta fatta dallo stesso presidente francese a Tourcoing. Il presidente francese le ha assicurato che gli stati associati faranno senz’altro parte del Consiglio Schengen. “Va da sé che la Svizzera ne farà parte”, ha aggiunto Keller-Sutter. Il Consiglio Schengen dovrebbe assumere compiti operativi e fornire un sostegno rapido e mirato a singoli Stati in caso di crisi.

Già lo scorso dicembre, con la proposta di riforma del Codice frontiere Schengen la Commissione europea aveva presentato idee per un migliore funzionamento dello spazio Schengen, una priorità anche per la Svizzera. Oggi, nel corso dell’incontro con i ministri degli interni, Keller-Sutter ha ribadito che la riforma è necessaria per affrontare le sfide attuali, poiché una gestione efficace delle frontiere è la base di una politica migratoria europea credibile.

“Sin dalla presentazione due anni fa da parte della Commissione europea della riforma dei pacchetti Schengen e Dublino, percepisco un nuovo slancio”, ha dichiarato Keller-Sutter. A quanto pare la Francia ha la forza di portare avanti le cose, ha aggiunto.

La protezione delle frontiere esterne è centrale e costituisce una priorità anche per la Svizzera. Si tratta della controparte alla libertà di viaggiare nello Spazio Schengen, ha dichiarato la consigliera federale, facendo allusione al referendum lanciato in Svizzera contro il finanziamento di Frontex.

Politica migratoria

L’altro punto prioritario dell’incontro è stata la politica migratoria dell’Ue. Le proposte per una riforma completa della politica d’asilo e migratoria sono attualmente bloccate. La Svizzera sostiene pertanto un modo di procedere a tappe, come proposto dalla presidenza francese, precisa un comunicato odierno del Dfgp. Secondo questa strategia andrebbero innanzitutto attuati i punti non controversi, come un migliore rilevamento dei migranti con Eurodac.

In questo contesto è pure stata discussa la lotta alla migrazione secondaria. La responsabile del Dfgp promuove l’idea di rendere più efficace la lotta ai viaggi non autorizzati all’interno dello spazio Schengen. La riforma mira a consentire operazioni di polizia congiunte e ad agevolare la riammissione tra gli Stati membri. Per Keller-Sutter si tratta di una procedura equa poiché è strutturata in modo da poter essere ugualmente applicabile a tutte le frontiere interne.

A Lilla la consigliera federale Keller-Sutter ha inoltre avuto la possibilità di incontrare il nuovo ministro degli interni tedesco Nancy Faeser. Ha pure avuto colloqui bilaterali con il ministro degli interni ceco Vít Rakušan e il commissario dell’Ue Ylva Johansson.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio direttivo schengen karin keller-sutter schengen
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved