votazioni-federali-sul-sostegno-ai-media-lotta-all-ultimo-voto
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Ministro della salute italiano Speranza a colloquio con Berset

Al centro dei colloqui la pandemia di Covid, la distribuzione di vaccini ad altri Paesi e le sfide future per i rispettivi sistemi sanitari
Svizzera
1 ora

Da oggi, in 8’159 in rango e sull’attenti

Al via oggi la scuola reclute estiva del 2022, che durerà fino al 4 novembre (18 settimane). Servizio in ferma continua per 1’532 militi
Svizzera
1 ora

Sospettato arrestato in Francia per un omicidio a Lucerna

Il corpo di un uomo era stato scoperto lo scorso 27 giugno in un’abitazione del quartiere di Reussbühl
Svizzera
1 ora

Scontro tra centauri sul passo del Bernina

Ad avere la peggio è stato un 50enne, trasportato all’ospedale di Coira in elicottero. Ferito anche un 29enne
Svizzera
1 ora

Prezzi degli immobili (per ora) immuni all’inflazione

Al momento attuale i tassi non sembrano avere particolari impatti sul costo per l’acquisto di un immobile. Piuttosto stabili anche gli affitti
Svizzera
2 ore

Metà delle economie domestiche svizzera è indebitata

Leasing dell’auto e bollette non pagate (un nucleo famigliare su sei ne è stato confrontato) in cima alla classifica delle tipologie
Svizzera
2 ore

Detenuto rinvenuto morto nel carcere di Liestal

Dai primi accertamenti non dovrebbe esserci stato coinvolgimento di terzi. L’uomo, 30enne, era sospettato di omicidio
Svizzera
3 ore

C’è rischio di caduta: amaca ritirata dal mercato

Problemi alle cuciture intermedie delle cinghie per i set del modello ‘Rewind’, venduti da Coop tra l’8 marzo e il 17 giugno
Svizzera
3 ore

Nuovo balzo in avanti dell’inflazione: +3,4% in giugno

In crescita pure i prezzi al consumo. Fra le cause l’incremento di carburanti, olio e ortaggi; in controtendenza vini rossi e insalate
Svizzera
4 ore

Rischia di annegare nelle acque del Lago di Poschiavo

Grave infortunio balneare sabato pomeriggio: protagonista un 54enne italiano, rianimato sul posto e poi elitrasportato a Coira
Svizzera
5 ore

Nottata ‘illuminata’ da oltre 9’000 fulmini in Svizzera

Temporali e forte vento in tutto il Paese. Le raffiche più forti sono state misurate sul Weissfluhjoch, con 111 km/h
Svizzera
5 ore

‘Prima di pensare all’Europa si pensi ai problemi interni’

Lo pensa il presidente dell’Alleanza del Centro Gerhard Pfister, secondo cui ‘le discussioni con l’Ue sembrano già condurre a un’altra impasse
Svizzera
16 ore

Scoperto un pipistrello con la rabbia nel canton Berna

La Svizzera è attualmente, tranne in questo caso, esente dalla malattia, sia negli animali domestici che in quelli selvatici
Svizzera
19 ore

Landquart, in fiamme un container abitativo. Arrestato un uomo

Fermato un marocchino 43enne per l’incendio alla struttura, utilizzata per sanzionare i residenti di altri centri di accoglienza
Svizzera
20 ore

Da Sempach un appello alla solidarietà con l’Ucraina

Dopo due anni d’attesa, torna in grande stile la commemorazione della battaglia. Con la presenza della ‘prima cittadina’ svizzera Irène Kälin
Svizzera
21 ore

Gas per tutti in inverno? Nessuno lo può garantire

La ministra dell’energia Simonetta Sommaruga non esclude che nella stagione fredda si vada incontro a difficoltà nell’approvvigionamento
02.02.2022 - 07:56
Aggiornamento: 18:48
Ats, a cura de laRegione

Votazioni federali, sul sostegno ai media lotta all’ultimo voto

Secondo due sondaggi il divario fra favorevoli e contrari è stretto. Atteso il ‘sì’ per vietare la pubblicità sul tabacco.

Se si fosse votato il 23 gennaio, dei quattro oggetti sui quali il popolo è chiamato a esprimersi il 13 febbraio, solo l’iniziativa popolare ‘Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco’ sarebbe stata accolta. L’iniziativa volta a vietare gli esperimenti sugli animali, la modifica della legge federale sulle tasse di bollo, come anche la legge federale su un pacchetto di misure a favore dei media, sarebbero state respinte. È quanto rivela il secondo sondaggio realizzato dall’istituto di ricerca gfs.bern su mandato della Ssr e il terzo sondaggio Tamedia e 20 Minuten.

A favore del divieto il 63% degli interpellati

L’iniziativa ‘Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco’ viene nettamente accolta ottenendo il 63% dei voti a favore e il 35% dei contrari. Rispetto al sondaggio precedente i ‘no’ guadagnano però 10 punti percentuali a scapito dei “sì”.

Il campo dei contrari ha convinto soprattutto i simpatizzanti del Plr e dell’Udc che ora sono in maggioranza contro il divieto di pubblicità. Nel Plr la percentuale dei sostenitori è scesa dal 57% al 42% e nei ranghi dell’Udc dal 57% al 37%. Gli altri partiti sono prevalentemente a favore dell’iniziativa. Chiare tendenze al ‘no’ vi sono nella Svizzera tedesca e nelle zone rurali, così come tra le persone con un livello di istruzione basso o medio e nelle famiglie con un basso reddito. Le persone che vivono nella Svizzera latina e gli abitanti delle città sono e restano su larga scala per il ‘sì’. Nella Svizzera italiana e nella Svizzera francese i favorevoli sono rispettivamente il 68% (30% i contrari) e il 77% (22% i contrari). Nella Svizzera tedesca i ‘no’ sono il 39% e i ‘sì’ il 59%.

Anche il terzo sondaggio di Tamedia mostra una maggioranza a favore per questo oggetto, anche se più bassa (60%), con il 39% di contrari.

La maggioranza contro l’iniziativa sul divieto di esperimenti sugli animali

La bocciatura dell’iniziativa ‘Sì al divieto degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani - Sì ad approcci di ricerca che favoriscano la sicurezza e il progresso’ diventa ancora più netta: nel sondaggio della Ssr viene respinta da oltre i due terzi degli intervistati (68%), mentre poco più di un quarto si dice chiaramente o piuttosto a favore. Nell’arco di un mese il campo dei ‘sì’ ha perso 19 punti percentuali. Il 6% è ancora indeciso. Simile andamento lo si rileva nel sondaggio di Tamedia dove i contrari sono passati dal 71% della precedente analisi all’80% attuale.

C’è una tendenza al ‘no’ in tutti i partiti presi in considerazione. Nel sondaggio Ssr si nota persino un’inversione di tendenza tra i simpatizzanti del Ps e dei Verdi. Questi ultimi, inizialmente favorevoli (62%), sono ora per lo più contrari (59%). I socialisti, invece, sono ora contrari al 73%, rispetto al 41% del sondaggio precedente. Le donne, che inizialmente erano a favore (60%), sono ora contro con il 57% di ‘no’. A livello di regioni linguistiche la percentuale più elevata di contrari viene rilevata nella Svizzera tedesca (69%) e romanda (68%). Nella Svizzera italiana i contrari sono il 57%.

Secondo gfs.bern, i due argomenti più spesso utilizzati per giustificare il ‘no’ sono stati la necessità di mantenere la Svizzera come luogo di ricerca e il regolamento attuale, che permette di ridurre al minimo la sperimentazione animale.

Divario più stretto sul sostegno ai media

Il divario tra sostenitori e oppositori della legge federale su un pacchetto di aiuti per i media rimane stretto, con un leggero vantaggio per il ‘no’, secondo il sondaggio della Ssr. Non meno del 49% è contro e il 46% a favore. Il tasso di indecisi è del 5%. Nel sondaggio di Tamedia invece la tendenza al ‘no’ è stata più pronunciata: il 56% è contrario e il 42% è a favore.

La divisione partitica è diventata più pronunciata, con entrambi i sondaggi che mostrano un chiaro rifiuto del testo da parte del Plr e dell’Udc e un forte sostegno da parte dei Verdi e del Ps.

Gli autori del sondaggio della Ssr sottolineano che la maggioranza dei sostenitori dell’Alleanza del centro e del Pvl appoggia ancora la legge. Tuttavia l’approvazione è scesa dal 65% al 61% tra i Verdi liberali e dal 57% al 53% tra i simpatizzanti del Centro.

Differenze si riscontrano anche tra le regioni linguistiche: nella Svizzera italiana e nella Svizzera francese prevale il ‘sì’, mentre nella Svizzera tedesca i ‘no’.

Tasse di bollo: non confermate

Anche il già chiaro ‘no’ all’abolizione dell’imposta di bollo si è rafforzato, passando dal 58% al 60%, secondo il sondaggio di Tamedia. Tale tendenza è rilevata anche nel sondaggio di Ssr dove i contrari sono ora il 53%, mentre un mese fa era rappresentato dal 49%.

L’opposizione alla modifica della legge è aumentata nelle file del Ps e dei Verdi, mentre il Plr e l’Udc mostrano ancora una maggioranza a favore del progetto di legge. I simpatizzanti del Centro, inizialmente a favore, sono passati nel campo dei contrari, nonostante la linea del partito e sono ora il 49% contro e il 45% a favore, mentre il 57% era a favore un mese fa.

Il ‘no’, anche se per lo più in leggera maggioranza, è aumentato anche nella Svizzera romanda e nella Svizzera italiana. Gli autori del sondaggio della Ssr notano anche che il no è stato confermato tra gli svizzerotedeschi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
media sondaggio sperimentazione animali tabacco tassa bollo votazioni federali
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved