aiuti-ai-media-tendenza-al-voto-verso-il-no
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Un lupo sbrana 28 animali in Vallese: ordinato l’abbattimento

Il predatore ha ucciso gli ovini in situazione protetta su superfici agricole utili: soddisfatti i requisiti per l’uccisione
Svizzera
3 ore

Entro il 2025 il 50% dei nuovi veicoli dovrà essere ricaricabile

Sottoscritta oggi dai rappresentanti dello Stato e dei settori automobilistico, elettrico e immobiliare la nuova fase della Roadmap mobilità elettrica
Svizzera
4 ore

Imbrattato il monumento a Suvorov nelle Gole della Schöllenen

Il memoriale al feldmaresciallo russo e ai soldati austro-russi caduti contro le truppe napoleoniche del 1799 è stato sporcato con vernice blu e gialla
Svizzera
4 ore

Adozioni illegali da Sri Lanka, Berna aiuta a ritrovare origini

La Confederazione e i Cantoni partecipano a un progetto pilota a sostegno delle persone adottate dello Sri Lanka nella ricerca delle loro origini
Svizzera
5 ore

Oro di origine ignota, Ong svizzera ricorre al TF

La Società per i popoli minacciati contro una decisione del Taf che permette a quattro raffinerie d’oro svizzere di non rivelare l’origine del metallo
Svizzera
5 ore

Berna, un 29enne muore schiacciato da una balla di fieno

L’incidente è avvenuto mentre l’uomo stava caricando il foraggio su un mezzo agricolo
gallery
Svizzera
6 ore

Proiettili inesplosi: 227 eliminati nel 2021

L’anno scorso sono state fatte 908 segnalazioni per vari oggetti tra cui anche munizioni. In alcuni casi è possibile ricevere una ricompensa
Svizzera
7 ore

‘Quest’anno ferie più care del 20%’

La causa sarebbe l’aumento dei costi di materie prime e catene d’approvvigionamento. Lo sostiene il responsabile della società di viaggi Globetrotter
Svizzera
7 ore

In Ticino un’ottima estate in vista per le case vacanze

Parahotellerie Svizzera ha diffuso i dati sulle prenotazioni per i prossimi mesi: molto bene i campeggi Tcs, bene appartamenti e ostelli, meno bene Reka
Svizzera
10 ore

Forti temporali e grandine hanno colpito il Nord delle Alpi

Il maltempo ha causato disagi alla circolazione ferroviaria. MeteoSvizzera ha registrato oltre 12mila fulmini e venti che hanno toccato i 95 km/h
21.01.2022 - 12:46
Aggiornamento : 17:31

Aiuti ai media, tendenza al voto verso il No

Il secondo sondaggio Tamedia dà il No al 57% e in crescita. Divieto di pubblicità al tabacco e tassa di bollo verso il Sì

Ats, a cura de laRegione

Stando al secondo sondaggio Tamedia in vista delle votazioni del 13 febbraio, il pacchetto di aiuti ai media e l’abolizione della tassa di bollo sarebbero respinti. Verrebbe invece accolta l’iniziativa per un divieto della pubblicità per il tabacco.

Il pacchetto deciso da Parlamento e Consiglio federale per sostenere i media in Svizzera con 151 milioni di franchi supplementari all’anno è accolto soltanto dal 39% dei partecipanti al sondaggio di Tamedia. Dal canto loro, i “no” sono il 57% e gli indecisi il 4%. Rispetto al primo sondaggio, il campo dei contrari al pacchetto di misure in favore dei media aumenta di 6 punti percentuali.

A respingere maggiormente gli aiuti ai media in difficoltà sono chiaramente i sostenitori dell’Udc. Anche una larga maggioranza degli elettori del Plr metterebbero un “no” alle urne, mentre tra gli elettori dell’Alleanza del Centro il “no” è più risicato. Nel campo dei “sì”, si trovano i simpatizzanti di Ps, Verdi e Verdi liberali. Tra i socialisti la quota di “sì” è la più elevata (64%).

Verso mantenimento tassa di bollo

Il sostegno all’abolizione della tassa di bollo perde pure terreno rispetto al primo sondaggio: ora è il 58% a respingere la modifica della legge, contro il 55% in precedenza. Il 32% sostiene invece il progetto, mentre il 10% è ancora indeciso.

Gli uomini sono più inclini a sostenere la modifica della legge rispetto alle donne. Tra i simpatizzanti dell’Udc, favorevoli e contrari sono praticamente allo stesso livello. Quelli del Plr sono a maggioranza in favore del progetto, mentre a mettere un chiaro “no” sarebbero socialisti, Verdi, elettori del Centro e Verdi liberali.

Tabacco: sostegno in calo

Anche per quanto concerne l’iniziativa sul divieto della pubblicità per il tabacco, il tasso di approvazione è diminuito di cinque punti percentuali rispetto al primo sondaggio, attestandosi ora al 62%. I “no” raggiungono il 36%, mentre gli indecisi sono il 2%.

Nel campo dei “no”, si trovano soprattutto i sostenitori di Udc e Plr. I simpatizzanti di Ps, Verdi, Alleanza del Centro e Verdi liberali sostengono l’iniziativa volta a vietare la pubblicità per il tabacco rivolta ai giovani.

L’interdizione è maggiormente sostenuta in Romandia e nella Svizzera italiana rispetto alla Svizzera tedesca. Sebbene vi sia una maggioranza di “sì” in tutte le fasce d’età, gli under 50 sono più favorevoli rispetto ai più anziani.

Sperimentazione animale

Per quanto riguarda l’ultimo oggetto in votazione, i giochi sembrano ormai fatti. Il 71% degli interrogati intende respingere l’iniziativa per il divieto della sperimentazione animale e umana. Si tratta di dieci punti percentuali in più rispetto al primo sondaggio. Solo il 27% approva il testo, mentre il 2% è ancora indeciso.

Le donne sono più favorevoli rispetto agli uomini, anche se il “no” la spunta nettamente in entrambi i sessi. Il testo non è sostenuto da nessun partito, i più favorevoli al progetto sono comunque i simpatizzanti dei Verdi.

Il sondaggio è stato realizzato online tra il 17 e il 18 gennaio presso 13’342 persone in provenienza da ogni regione linguistica, in collaborazione con l’istituto LeeWas. Il margine d’errore è di +/- 1,4 punti percentuali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aiuti ai media pubblicità tabacco secondo sondaggio tamedia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved