trust-ok-a-una-soluzione-elvetica
Il Consiglio federale al lavoro (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
8 ore

In azione la prima fresa nella seconda canna del Gottardo

La cosiddetta ‘fresatrice meccanica a sezione piena’ scaverà nei prossimi mesi il cunicolo di accesso verso la zona di faglia settentrionale
Svizzera
8 ore

Cancellato il Salone dell’Auto di Ginevra del 2023

Gli organizzatori motivano la decisione con le incertezze dell’economia globale e della geopolitica
Svizzera
9 ore

Locale ‘no Covid pass’ chiuso, il Cantone ha agito correttamente

Respinto dal Tribunale cantonale il ricorso dei gerenti del Walliserkanne di Zermatt, chiuso per il rifiuto di controllare il certificato Covid ai clienti
Svizzera
11 ore

I paradisi per pensionati svizzeri? Canada e Australia

La maggior parte degli svizzeri trascorre in patria la propria pensione, ma alcuni sono attratti da altri Paesi per godersi il meritato riposo
Svizzera
11 ore

Rissa fra tifosi di Young Boys e Anderlecht, feriti e danni

La lite è avvenuta davanti a un bar nella Kornhausplatz di Berna. Durante la zuffa, i mobili dell’esercizio pubblico sono stati danneggiati
Svizzera
12 ore

Bimba di 4 anni morta dopo essere caduta dal balcone

L’incidente è avvenuto stamane attorno alle 8.30 a Vernier (Ge). Vani i soccorsi: la piccola è morta sul posto
Svizzera
12 ore

Locarnese, Basilea e Vaud sotto i nubifragi

A Locarno il record di precipitazioni con 89 millimetri, in altre località del Verbano misurati 56 mm. A Basilea acqua nelle sale della Fondazione Beyeler
Svizzera
12 ore

69enne ucciso a Lauterbrunnen, arrestata la moglie

In una nota, la Polizia cantonale indica di aver ricevuto una segnalazione verso le 20.15, secondo la quale una donna aveva ferito mortalmente un uomo
consiglio federale
12.01.2022 - 16:41
Ats, a cura de laRegione

Trust, ok a una soluzione elvetica

Il progetto, sebbene ancora non definitivo, riprende l’istituto giuridico di stampo anglosassone e una mozione del Parlamento datata 2018

È giunto il momento che anche la Svizzera si doti dell’istituto giuridico del trust, diffuso soprattutto nel mondo anglosassone, nel rispetto tuttavia degli obblighi internazionali circa la trasparenza del beneficiario e il rispetto degli obblighi fiscali. È quanto prevede un progetto preliminare inviato oggi in consultazione dal Consiglio federale fino al 30 aprile.

Con questo progetto, sebbene non ancora definitivo, il governo tiene conto di un desiderio espresso dal parlamento mediante una mozione già del 2018.

Diffuso soprattutto nel diritto anglosassone, dall’entrata in vigore della Convenzione dell’Aia sui trust, nel 2007, alcuni trust costituiti all’estero sono riconosciuti anche in Svizzera. Questo strumento giuridico ha in tal modo acquisito un’importanza sempre maggiore, sebbene il diritto svizzero non lo disciplini nello specifico, stando a una nota governativa odierna.

Affinché chi opera nella Confederazione non debba ripiegare su trust stranieri, le Camere hanno incaricato il Consiglio federale di predisporre le basi legali per un trust svizzero. Un’analisi ha confermato l’esigenza di un nuovo strumento per la strutturazione patrimoniale e la pianificazione successoria. Un trust svizzero, inoltre, creerebbe nel contempo nuove opportunità di impiego e commerciali, rafforzando la piazza economica Svizzera.

Il trust è uno strumento flessibile: nel contesto familiare è spesso utilizzato per consentire il trasferimento di un patrimonio da una generazione all’altra. È inoltre impiegato in ambito economico per preservare, amministrare o assicurare determinati beni, ad esempio per finanziare investimenti e transazioni.

Come per una fondazione, anche in un trust determinati beni sono custoditi a favore di beneficiari e trasferiti a un amministratore particolare, un uomo di fiducia (ossia un trustee), che li amministra e ne dispone nell’interesse dei beneficiari. Il trust ha una durata massima di 100 anni, ma può anche essere sciolto anticipatamente.

Oltre alle nuove disposizioni sul trust nel Codice delle Obbligazioni, diverse leggi federali dovranno essere adeguate, in particolare per quanto attiene al trattamento fiscale. Attualmente i trust sono tassati conformemente ai principi generali del diritto in materia fiscale e a due circolari. Per questo l’esecutivo propone di mantenere la prassi attuale e di applicare ai trust irrevocabili i cui beneficiari non hanno diritti fissi un’imposizione in linea di massima analoga a quella applicata alle fondazioni.

In linea con gli standard internazionali, il Consiglio federale prevede anche obblighi speciali d’informazione e di documentazione a carico del trustee, il quale è tenuto ad accertare gli aventi economicamente diritto. In questo modo si tiene conto degli attuali impegni della Svizzera nella lotta al riciclaggio di denaro e al terrorismo nonché nell’ambito della trasparenza fiscale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio federale istituto giuridico mozione progetto trust trustee
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved